ZenGo vuole diventare il portafoglio criptato per le mass

KZen sta per rilasciare ZenGo, un’app mobile per gestire le tue criptovalute in modo sicuro e più facilmente. Ci sono già innumerevoli portafogli crittografici, ma l’avvio pensa che siano tutti troppo complicati o troppo insicuri.

Se possiedi criptovaluta, è probabile che siano seduti su uno scambio, come Coinbase o Binance. Se qualcuno riesce ad accedere al tuo account, nulla impedisce loro di inviare tali risorse ad altri portafogli e rubare tutto.

Peggio ancora, se qualcuno ha effettuato uno scambio, potrebbero potenzialmente deviare le criptovalute dai portafogli di quella borsa. In altre parole, lasciare le tue criptovalute in uno scambio significa dare i tuoi beni a quello scambio e sperare che si prendano cura di loro correttamente.

Dall’altra parte dello spettro, puoi gestire tu stesso le tue chiavi private e affidarti a un portafoglio hardware di Ledger e Trezor. La curva di apprendimento è troppo difficile per molte persone. E se non segui le istruzioni correttamente, potresti perdere l’accesso al tuo portafoglio o condividere accidentalmente chiavi private.

Basta con gli altri portafogli, parliamo di ZenGo. L’ex editor di TechCrunch Ouriel Ohayon e il suo team pensano che l’app wallet perfetta riguardi uno smartphone che possiedi abbinato ai server ZenGo.

La società utilizza le firme di soglia, il che significa che è necessario sia i server ZenGo sia lo smartphone per avviare una transazione. Se perdi il tuo dispositivo, puoi recuperare i fondi. Ma l’avvio non può accedere alle tue criptovalute da solo.

Dietro la scena, ZenGo utilizza ancora una chiave pubblica e segreti privati, ma tutto è completamente trasparente per l’utente finale.

Quando imposti il ​​tuo portafoglio, due segreti privati ​​vengono generati separatamente e archiviati in diversi modi: una parte è sul tuo smartphone, l’altra sui server. Hai bisogno di entrambe le parti per firmare una transazione. Se si esegue il backup della parte del dispositivo sui server ZenGo, è possibile ripristinare tutte le parti nel caso in cui si perda il dispositivo, ad esempio.

ZenGo non può accedere direttamente alla seconda parte perché è crittografato utilizzando un codice di decrittazione memorizzato nel tuo account iCloud. Ma accedere a iCloud non è sufficiente: se vuoi recuperare i tuoi portafogli, devi dimostrare la tua identità.

Ecco perché la società memorizza una mappa biometrica 3D per consentirti di ripristinare i tuoi portafogli su un nuovo dispositivo. La società collabora con ZoOm per creare una mappa del viso da qualsiasi smartphone con una fotocamera selfie.

Il modello di sicurezza è stato open source e spero che molti esperti di sicurezza cerchino e trovino vulnerabilità. Questo è l’unico modo per sapere con certezza che si tratta di un sistema sicuro.

Tutto ciò sembra complicato, ma la maggior parte degli utenti non si rende nemmeno conto di cosa sta succedendo. Ho provato l’app ed è un’app mobile ben progettata. Al momento, supporta solo Bitcoin ed Ethereum ma sono in arrivo ulteriori risorse. L’azienda tiene traccia dei tuoi indirizzi pubblici per avvisarti quando ricevi fondi.

L’app non è ancora disponibile. Dovrebbe lau

LEGGI DI PIÙ…

Fonte immagine: %% image_source_website %% (%% image_source_url %%)

Luigi Salmone

Luigi Salmone

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *