Volkswagen osserva la grande partecipazione nel partner cinese JAC, tocca Goldman: fonti

HONG KONG / FRANCOFORTE (Reuters) – Volkswagen AG sta esplorando l’acquisto di una grande partecipazione nel suo partner di joint venture per veicoli elettrici cinesi JAC Motors e ha sfruttato Goldman Sachs come consulente del piano, hanno detto persone con conoscenza diretta della questione.

FILE FOTO: FILE FOTO: un distintivo Volkswagen su una linea di produzione nello stabilimento Volkswagen di Wolfsburg, Germania, 1 marzo 2019. REUTERS / Fabian Bimmer / File Photo

La mossa di VW, la più grande casa automobilistica straniera in Cina, di acquistare in Anhui Jianghuai Automobile Group (JAC Motors) è l’ultima delle case automobilistiche straniere ad aumentare la proprietà nel mercato automobilistico più grande del mondo dopo le regole rilassate di Pechino l’anno scorso.

La casa automobilistica tedesca Rival si è accordata in ottobre per acquistare il controllo della sua principale joint venture nel paese per 3,6 miliardi di euro (4,05 miliardi di dollari). E Daimler AG prevede di aumentare la propria partecipazione nel partner locale BAIC Motor.

La mossa di acquisto di palo mostra che JAC sarebbe un giocatore chiave nella grande scommessa globale di VW sui veicoli elettrici e sulla forte domanda cinese di tali veicoli. VW prevede di spostare gran parte della sua produzione di EV programmata in Cina a JAC se finisce per ottenere il controllo di JAC, ha detto una delle persone.

Agli stranieri è stato precedentemente impedito di controllare qualsiasi casa automobilistica cinese o joint venture. L’anno scorso Pechino ha rimosso tali protezioni per le aziende che producevano veicoli ibridi completamente elettrici e plug-in. I limiti dei produttori di veicoli commerciali si attenuano nel 2020 e nel 2022 per il mercato automobilistico più ampio.

Il premier cinese Li Keqiang ha promesso martedì all’Unione europea che Pechino non obbligherebbe più le società straniere a condividere un know-how sensibile quando operano in Cina ed è pronta a discutere le nuove regole commerciali globali sui sussidi industriali.

VW, che ha una capitalizzazione di mercato di quasi $ 85 miliardi, attualmente non possiede azioni nel JAC quotato a Shanghai, che ha un valore di mercato di circa $ 1,9 miliardi, secondo i dati di Refinitiv.

I piani del gigante tedesco dell’auto sono in una fase iniziale, ma è desideroso di prendere una grande quota, hanno detto tre persone. Due di loro hanno detto che cercheranno di acquistare azioni dai principali azionisti di JAC, che, come hanno dimostrato i dati di Refinitiv, sono principalmente aziende statali che detengono oltre il 40%.

Il padre di JAC, Anhui Jianghuai Automobile Group Holding, detiene una quota del 24 percento ed è completamente controllata dal governo locale.

Quando contattato da Reuters, VW ha dichiarato: “Stiamo osservando attentamente quali sono le implicazioni per il nostro business e per i nostri partner di joint venture. A questo proposito esploreremo tutte le opzioni possibili insieme a tutte le parti interessate per garantire il successo a lungo termine in Cina. ”

JAC ha detto in una borsa valori in ritardo ieri che sta discutendo con Volkswagen sull’approfondimento della cooperazione di joint venture sui veicoli di nuova energia, ma che nessun piano formale era ancora stato formato.

Goldman ha rifiutato di commentare. La gente ha rifiutato di essere identificata in quanto la questione era confidenziale.

Le azioni JAC sono aumentate nuovamente del loro limite giornaliero del 10% massimo giovedì, dopo essere aumentate del 10% il giorno precedente. Le azioni VW hanno chiuso leggermente in ribasso mercoledì.

“Le notizie mostrano che il potere contrattuale di aziende come JAC e BAIC è più forte, e anche la determinazione di Volkswagen e Daimler a cooperare con i partner cinesi nel lungo termine è ferma”, ha affermato Patrick Yuan, analista di Jefferies con sede ad Hong Kong.

VW IN CINA

La VW, con sede a Wolfsburg, che ha consegnato 4,21 milioni di automobili nella Cina continentale e ad Hong Kong lo scorso anno, ha operato in Cina per decenni. Oltre a JAC, ha joint venture con FAW Group e SAIC Motor di proprietà statale.

Ha formato la sua JV 50:50 con JAC nel 2017 per la ricerca e lo sviluppo di autovetture a emissioni zero in quanto la casa automobilistica tedesca ha impegnato quasi un terzo della spesa EV del settore, circa 91 miliardi di dollari.

FOTO FILE: i dipendenti lavorano su una linea di produzione di autocarri leggeri presso uno stabilimento JAC Motors a Weifang, provincia di Shandong, Cina, 30 novembre 2018. REUTERS / Stringer / File Photo

Separatamente, SK Innovation Co della Corea del Sud ha detto che è in trattative per istituire joint venture separate per la produzione di batterie con VW e partner cinesi, secondo quanto riferito da Reuters.

JAC, l’undicesima casa automobilistica locale per vendite di gruppo, produce una gamma di veicoli commerciali tra cui camioncini e camion pesanti. Produce anche veicoli per il produttore di auto elettriche NIO Inc.

JAC ha avvertito a gennaio di una perdita netta di 770 milioni di yuan per il 2018 principalmente a causa di un calo delle vendite di auto, rispetto a un profitto di 432 milioni di yuan nel 2017. Escludendo articoli eccezionali come sussidi governativi, le perdite raggiungerebbero 1,9 miliardi di yuan, ha detto la compagnia . Rilascerà i risultati annuali il 30 aprile.

Segnalazione di Julie Zhu, Arno Schuetze e Yilei Sun; Segnalazioni aggiuntive di Edward Taylor a Francoforte e Kane Wu a Hong Kong; Montaggio di Jennifer Hughes e Muralikumar Anantharaman

Fonte immagine: https://morguefile.com/ (https://morguefile.com/)

Luigi Salmone

Luigi Salmone

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *