Un ricco investitore che vuole rompere la grande tecnologia chiede: 'Perché nel mondo vorresti un paese gestito da pochi capitalisti auto-nominati?'

Nick Hanauer ama sfacciatamente il capitalismo. Odia solo ciò che è adesso.

“Essere rapaci non ci rende capitalisti, ci rende buchi e sociopatici, se vogliamo sostenere il capitalismo, possiamo e dobbiamo fare meglio”, ha detto a Business Insider in un’intervista per il nostro “100 Transforming Business”. elenco.

Hanauer è il fondatore di Seattle della società di venture capital Second Ave Partners e del think tank Civic Ventures. È diventato un personaggio dei media diversi anni fa come un lobbista che spingeva Seattle per aumentare il salario minimo a $ 15 entro il 2020. Ha anche scritto un editoriale virale intitolato “The Pitchforks Are Coming … for Us Plutocrats”. Da quel momento lui e il suo team hanno iniziato un podcast (appropriatamente chiamato “Pitchfork Economics”), e ha spinto per ulteriori diritti dei lavoratori e politiche di controllo delle armi.

Nella nostra intervista, Hanauer ha detto che è stanco degli americani che guardano ai miliardari e alle mega corporazioni per soluzioni ai problemi causati da livelli storici di ricchezza, reddito e disuguaglianza di opportunità. Questo fa eco a una precedente conversazione che avevamo avuto, in cui affermava che la ricerca HQ2 di Amazon era un concorso “per trovare il sindaco più stupido e più vulnerabile degli Stati Uniti”.

“Ci sono solo poche leggi universali di … organizzazione sociale umana di successo”, ha detto. “Forse il più importante è che il potere economico e politico concentrato è sempre cattivo. Non ci sono esempi nella storia umana in cui hai permesso al potere economico e politico di concentrarsi e dove le persone erano come, ‘Questo è grande.'”

Per saperne di più: “Questo finirà male per tutti”: il ricco capitalista di ventura Nick Hanauer è in missione per aggiustare l’economia americana prima che sia troppo tardi

“Perché nel mondo vorresti avere un paese gestito da pochi capitalisti auto-nominati? Il punto della democrazia è giudicare i conflitti nel pubblico, non vivere in una società che [CEO di Amazon] Jeff Bezos e [JPMorgan Chase CEO ] Jamie Dimon decide che dovremmo vivere “, ha detto.

È particolarmente preoccupato per il potere esercitato dalle Big Four Tech Companies: Google (Alphabet), Amazon, Facebook e Apple (nonostante abbia fatto una grossa fetta della sua fortuna dall’essere un investitore delle prime Amazzoni).

“Possiamo avere una democrazia in cui decideremo come vogliamo vivere e se è possibile che quattro società abbiano quel tipo di potere e impatto sulla società – e di essere una” forza per il bene “? bene comune per definizione. ”

Ha detto che gli Stati Uniti hanno bisogno di rinvigorire le leggi antitrust e concentrarsi maggiormente sulla riduzione dell’influenza sulle mega corporation piuttosto che guardarle per costruire infrastrutture di comunità in tutto il paese.

“Le idee neoliberiste in materia di antitrust hanno permesso livelli insanni di comportamenti anticoncorrenziali, riducendo crescita e innovazione, e aumentando tutti i tipi di disuguaglianza, in particolare la disuguaglianza spaziale, poiché le società regionali scompaiono”, ha detto, aggiungendo che gli Stati Uniti beneficerebbero di più da 10 media -imprese di dimensioni piuttosto che un unico gigante tecnologico.

Continuerà a spingere per questi ideali nel suo tentativo di aiutare a riformare il capitalismo americano, specialmente con l’avvicinarsi delle elezioni del 2020 – ed è felice di disturbare gli altri nella sua classe.

“Quello che ho detto molte volte prima è che se si vuole piegare l’arco della storia verso la giustizia, si andava a contrapporre alcune persone – per lo più persone ricche”, ha detto.

Fonte immagine: https://www.pexels.com/ (https://www.pexels.com/photo/achievement-adult-agreement-arms-1243521/)

Sofia Bianchi

Sofia Bianchi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *