Trump anticipa la rivendicazione di Mueller, ma aiuta a preoccuparsi del suo temperamento

Washington (CNN) Nella mente del presidente Donald Trump, il rilascio di questa settimana delle scoperte di Robert Mueller è un momento per segnare la sua innocenza proclamata da lungo tempo. Nelle menti di alcuni attuali ed ex funzionari della Casa Bianca, il momento non è altrettanto roseo.

Stanno temendo la pubblicazione di giovedì del rapporto della pagina più di 300, molti di loro hanno detto alla CNN nei giorni scorsi, anche se il presidente stesso ha detto a aiutanti e amici che è ansioso di vedere il suo nome cancellato.
Mentre poche persone vicine a Trump predicono qualsiasi bomba, c’è un senso di apprensione tra i consulenti perché ritengono che il rapporto completo fornirà l’account più vicino e più credibile fino ad oggi al tumulto e al caos all’interno dell’ala occidentale.
Trump, tuttavia, ha adottato un atteggiamento più sicuro di sé sul rilascio in sospeso del rapporto, dicendo ai confidenti di essere certo che il prodotto finale sosterrà le sue dichiarazioni di esonero. Le sue convinzioni sono radicate nella lettera originale del Procuratore Generale William Barr che descrive i risultati, che ha dichiarato che Mueller non ha stabilito che ci fosse collusione tra i funzionari della campagna di Trump e la Russia, e non il rapporto completo, che né lui né il suo team legale hanno letto.
Se il rapporto assolve Trump o no, molte persone vicine a lui che hanno collaborato con il consulente speciale ritengono che potrebbe verosimilmente rivelarsi imbarazzante.
Il danno sarà nei dettagli, credono questi consiglieri, dati i tratti larghi di ciò che Mueller ha indagato sono per lo più già noti. E poiché il rapporto non si baserà su fonti anonime, ma conterrà invece account attribuiti a ex funzionari e alleati del Presidente trasmessi sotto pena di mentire agli investigatori federali, avrà un peso notevole di credibilità.
Diverse persone che erano al centro di importanti aspetti dell’indagine si sono incontrati con la squadra del consulente speciale, tra cui l’ex consigliere della Casa Bianca Don McGahn, le cui 30 ore di testimonianza con gli investigatori hanno destabilizzato Trump. Quelli nella cerchia del Presidente hanno detto che anche se l’informazione non è politicamente dannosa per Trump, potrebbe essere poco lusinghiera.
“Ci sono 400 pagine di informazioni e qualcuno come il Presidente dovrebbe sapere che in 400 pagine ci sono più che sillabe, ci sono probabilmente paragrafi che probabilmente non sembreranno grandi per lui o per le persone dell’amministrazione o per le persone nel transizione “, ha detto Anthony Scaramucci, ex direttore delle comunicazioni di Trump. “Ciò non significa che qualcuno abbia fatto qualcosa di sbagliato, ma potrebbero essere stati avvicinati dalle persone e avere conversazioni con persone che probabilmente non avrebbero dovuto avere”.
Altre possibili informazioni dannose potrebbero includere i resoconti del temperamento e delle abitudini lavorative del Presidente, che sono stati descritti nei media, ma in genere solo da fonti anonime. Trump ha espresso oltraggio a quelle rappresentazioni precedenti e le ha denigrate come false. Ma le scoperte di Mueller saranno più difficili per lui da confutare.
“Molto alto”, è il modo in cui una fonte repubblicana ha descritto la tensione tra gli attuali e precedenti aiutanti. “Hanno collaborato e hanno dovuto dire la verità. Sta andando a fare soldi”.

Affari come al solito?

I funzionari del Presidente e della Casa Bianca non sono tenuti a rivedere il rapporto prima della sua uscita pubblica, hanno detto persone che hanno familiarità con la questione. Invece, aiutanti – come il resto della Washington ufficiale – stanno pianificando di esaminare le centinaia di pagine a partire dal momento in cui vengono rilasciate.
Trump, che è noto per preferire i riassunti di una pagina con aiuti visivi su lunghi testi di briefing, non è tenuto a leggere personalmente ogni pagina del rapporto, secondo un funzionario. Invece, il suo team legale sta pianificando di informarlo sui risultati una volta che sono stati letti e digeriti. E il Presidente probabilmente trascorrerà ore a consumare la copertura televisiva del rapporto, che le redazioni si stanno attrezzando per leggere e analizzare.
Molti funzionari dell’ala ovest hanno dichiarato che probabilmente avrebbero letto la relazione da soli, anche se alcuni hanno detto che avrebbero aspettato fino a quando non hanno lasciato l’ufficio. I funzionari ammettono di essere curiosi dei risultati, proprio come il pubblico, compreso il motivo per cui Mueller non ha preso una decisione sul fatto che il presidente abbia commesso un ostacolo alla giustizia.
Se c’era un senso tra gli assistenti di una maggiore anticipazione del rapporto, tuttavia, non c’era necessariamente uno stato d’animo teso nella preparazione per l’ignoto. La segretaria stampa Sarah Sanders, che è stata intervistata da Mueller, non era in ufficio nei giorni precedenti l’uscita, trascorrendo invece le vacanze di primavera con i suoi figli. Emmet Flood, l’avvocato del Presidente della Casa Bianca incaricato delle questioni relative a Mueller, dovrebbe condurre qualsiasi risposta dell’amministrazione al rapporto una volta rilasciato.
E altri aiutanti hanno detto che era normale per l’amministrazione, che continua a battersi contro l’immigrazione e il commercio.
Gli avvocati personali del presidente, guidati da Rudolph Giuliani, stanno rielaborando la risposta che hanno progettato per mesi per conformarsi maggiormente a ciò che si aspettano nel rapporto di Mueller basato sulla lettera di Barr, anche se questa confutazione non è prevista fino a qualche tempo dopo la versione redatta è pubblicato giovedì.

‘Non c’era crimine’

Negli incontri e nelle conversazioni casuali degli ultimi giorni, Trump non ha rivelato dubbi privati ​​sull’uscita pubblica del rapporto, secondo le persone che hanno parlato con lui, anche se alcune persone che lavorano per lui sono meno ottimiste.
Il presidente ha detto a un intervistatore televisivo del Minnesota che è stato lieto che il rapporto sia finalmente disponibile per gli americani, un sentimento che alcuni assistenti hanno fatto eco, sperando di poter finalmente passare dall’improvvisa nube di Mueller.
“Ho saputo che uscirà giovedì, va bene”, ha detto Trump a KTSP. “Non può esserci nulla perché non c’era crimine, non c’era niente, il crimine è stato commesso dall’altra parte. Questo crimine era tutto inventato, era tutto una fabbricazione”.
I commenti di Trump si adattano perfettamente allo sforzo della Casa Bianca e dei suoi alleati repubblicani di dare forma alle opinioni pubbliche della relazione prima della sua pubblicazione utilizzando le informazioni della lettera di Barr. Facendo ripetutamente riferimento alla descrizione di Barr delle conclusioni come a discarico, Trump spera di minimizzare ogni potenziale nuova informazione contenuta nel rapporto completo.
I funzionari della Casa Bianca non credono che la prossima relazione Mueller cambierà sensibilmente l’opinione pubblica perché le conclusioni di Barr e Mueller sono già note, secondo le persone che hanno familiarità con la strategia.
Alcuni consiglieri e consiglieri di Trump temono che lo sforzo di dare forma alla narrativa prima del tempo si ritorcerà contro se il rapporto contiene informazioni dannose non precedentemente note e avrebbe preferito un approccio meno definitivo.
“Penso che la strategia giusta sarebbe quella di restare bassi: l’opinione pubblica è già in circolazione, penso che la maggior parte del pubblico lo abbia nel suo specchietto retrovisore”, ha detto Scaramucci.
Ma Trump non è noto per sottigliezza.
“Nessuna collusione – nessuna ostruzione!” ha twittato martedì mattina, ripetendo le sue annose rivendicazioni di innocenza.
CORREZIONE: Questa storia è stata aggiornata per indicare correttamente le condizioni in base alle quali ex ufficiali e alleati del Presidente hanno parlato con la squadra di Mueller.

Fonte immagine: https://www.pexels.com/ (https://www.pexels.com/photo/grayscale-photography-of-woman-holding-ultrasound-photo-1464822/)

Andrea Russo

Andrea Russo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *