TOTAL ROUNDUP / Strikes and Long Waits: l'aviazione rimane vulnerabil

FRANCOFORTE / BERLINO (YF) – Il traffico aereo europeo rimane fragile. Dopo un inizio positivo per le festività pasquali, con poche eccezioni, gli scioperi sono ora in pericolo in Spagna, la destinazione turistica preferita dai tedeschi. Anche a medio termine, le prospettive per i voli più puntuali rimangono basse, come ha chiarito il controllo del traffico aereo tedesco lunedì. Collabora con gli aeroporti e le compagnie aeree per migliorare le operazioni.

Un inizio almeno arduo delle vacanze pasquali ha visto molti berlinesi all’aeroporto di Tegel. Ad esempio, nel fine settimana, gli utenti si sono lamentati delle ore trascorse in attesa nei terminali stretti sul canale dei messaggi brevi di Twitter. Anche il lunedì ha formato delle file molto lunghe davanti ai banchi del check-in, la compagnia aeroportuale, ma non ha rilevato problemi strutturali nell’operazione. La compagnia aerea Easyjet ha annunciato lunedì sera che a causa delle lunghe code “alcuni passeggeri hanno perso il volo”. La compagnia aerea Eurowings ha affermato che nei giorni scorsi non erano noti passeggeri che avevano perso il volo da Tegel.

In Spagna, gli scioperi su varie società di trasporto pubblico sono aumentati lunedì. Dopo che lo staff di sicurezza dell’aeroporto della capitale spagnola di Madrid era già entrato in uno sciopero a tempo indefinito il venerdì, anche i dipendenti della compagnia aerea regionale Air Nostrum hanno iniziato a lavorare a livello nazionale. Inizialmente, 148 voli sono stati cancellati fino a mercoledì. Nei giorni di Pasqua, potrebbe esserci il caos del traffico in tutta la Spagna, perché i sindacati hanno anche richiesto personale di terra in tutti gli aeroporti spagnoli, così come i macchinisti di Renfe.

Dato che la stagione estiva inizia a Pasqua e ai viaggiatori tedeschi soprattutto le destinazioni soleggiate nel Mediterraneo (incluso principalmente Mallorca) e le gite in città a Madrid e Barcellona sono particolarmente popolari, decine di migliaia di tedeschi devono aspettarsi nelle loro vacanze di Pasqua con problemi.

Il controllo del traffico aereo tedesco si aspetta ancora da anni strozzature negli spazi europei e soprattutto nello spazio aereo tedesco superiore. Le delocalizzazioni dei voli per lo spazio aereo inferiore e intorno all’Europa centrale, iniziate nel 2018, sono state intensificate secondo la GmbH di proprietà statale: circa 1100 di 38.000 voli giornalieri europei possono essere tenuti fuori dai settori particolarmente stretti secondo le istruzioni di Eurocontrol. “Ma questo strumento è anche ampiamente esaurito”, ha dichiarato l’amministratore delegato della DFS Robert Schickling a Francoforte.

Secondo la previsione, il valore di ritardo per volo causato dal controllo del traffico aereo potrebbe raddoppiare nello spazio aereo tedesco degli ultimi 1,23 minuti a 2,6 minuti, ha spiegato il gestore. Senza il trasferimento, sarebbero anche 6 minuti in Germania, in Europa circa 4 minuti.

Secondo Schickling, a DFS mancano attualmente circa 200 dei 1.800 piloti necessari. Molte forze sono attualmente coinvolte nella recente formazione intensificata di nuovi piloti. Solo nel 2020, la linea di fondo è di aspettarsi una riduzione del personale. “Il 2019 sarà un anno molto difficile”, ha detto Schickling. La mancata pianificazione del personale è stata una conseguenza degli orientamenti economici della Commissione europea, che si basava su cifre di volo troppo basse.

Controllo del traffico aereo, Lufthansa (quota Lufthansa) così come l’operatore dell’aeroporto di Francoforte Fraport (quota Fraport) ha ribadito i loro sforzi per evitare ulteriori colli di bottiglia quest’estate. Oltre a una serie di misure operative, in particolare più personale, ulteriori macchine di riserva e finestre di tempo più generose sono per garantire il funzionamento liquido. A metà luglio, un nuovo edificio sarà completato anche al Terminal 1, dove almeno 1.400 passeggeri e il loro bagaglio a mano possono essere ispezionati ogni ora su sette corsie.

A Francoforte, la prima ondata di viaggi è stata gestita bene dal punto di vista dei responsabili. La polizia federale ha anche riferito di un grande impegno dei controllori personali e del bagaglio a mano. Sono stati prevenuti tempi di attesa più lunghi./ceb/DP/he

Andrea Russo

Andrea Russo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *