Top Tesla Investor scarica l'81% di azioni in Brutal Rebuke to Elon Musk

CCN: Il Wall Street Journal riporta che T. Rowe Price Associates ha scaricato circa l’81% del suo patrimonio di Tesla durante il primo trimestre del 2019. Si tratta di un brutale rimprovero alla società guidata da Elon Musk, in quanto T. Rowe Price è stato uno dei i maggiori detentori di azioni Tesla nel corso degli anni.

T. Rowe Price Scarica Tesla Shares – E non è solo

T. Rowe Price deteneva solo 1,7 milioni di azioni di Tesla il 31 marzo di quest’anno, in calo sostanzialmente dagli 8,9 milioni di azioni possedute alla fine del 2018. La sua partecipazione nella società EV è ora al livello più basso dal 2013.

Il taglio massiccio del gestore del fondo nella sua posizione TSLA non sembra del tutto sorprendente, dal momento che il titolo ha perso oltre il 30% del suo valore fino a questo momento nel 2019. L’S & P 500 ha guadagnato oltre il 14% nello stesso periodo, rendendo il titolo Tesla un ritardo rispetto al mercato più ampio.

Il titolo Tesla ha sofferto un orrendo 2019. | Fonte: Yahoo Finance

Non sorprende che i principali azionisti di Tesla stiano abbandonando le loro posizioni nonostante gli sforzi di Elon Musk di pompare azioni Tesla quest’anno facendo affermazioni selvagge.

All’inizio di maggio è emerso che tre fondi comuni di Fidelity vendevano 1,4 milioni di azioni. Il gestore patrimoniale è il secondo investitore istituzionale di Tesla, in testa a T. Rowe Price.

L’istrionismo di Elon Musk non salverà Tesla

Quindi, cosa sta causando questo esodo di massa degli azionisti di Tesla in tasca, nonostante le affermazioni di Elon Musk secondo cui il titolo potrebbe essere diretto a un tetto di 500 miliardi di dollari grazie alle sue auto a guida autonoma? Gli analisti ritengono che i problemi di consegna di Tesla e le tensioni tra i regolatori e Musk stanno mettendo un freno all’esecuzione operativa dell’azienda.

I numeri di consegna del Q1 dell’azienda erano molto al di sotto delle aspettative, con Elon Musk che incolpava le difficoltà logistiche per le scarse prestazioni di Tesla.

Tesla ha rilasciato i numeri di consegna e produzione Q1 e non sono buoni https://t.co/CuiaNTdHrK pic.twitter.com/p2iHs2ZO9a

– Tom Randall (@tsrandall) 4 aprile 2019

In un tale scenario, Musk deve concentrarsi sull’ordinamento delle sfide operative che Tesla sta affrontando invece di fare affermazioni alte su come le auto che guidano da soli trasformeranno la propria attività nel lungo periodo.

Segnali di uscita di T. Rowe Price Mancanza di fiducia

Il fatto che T. Rowe Price abbia ceduto la sua posizione in Tesla mentre riversava anche capitali in rivali come Cruise Automation indica che gli investitori istituzionali non hanno molta fiducia nei sogni di auto-guida di Elon Musk.

Il gestore del fondo ha condotto un investimento di $ 1,5 miliardi per l’automazione delle crociere all’inizio di questo mese, dando a quest’ultimo un’infusione di denaro tanto necessaria in quanto cerca di lanciare i suoi veicoli autonomi entro la fine dell’anno.

Non sorprende vedere che gli investitori che un tempo erano fiduciosi su Tesla ora stanno cercando altrove per guidare il boom dell’auto-guida. Dopotutto, Musk ha dato una scadenza irrealistica per mettere le auto completamente autonome sulle strade entro il prossimo anno, mentre i watchdog dei consumatori sollevano serie domande sulla sicurezza dei veicoli Tesla.

Tesla Stock inserisce la modalità di panico dopo i problemi del watchdog del consumatore Rapporto di scottatura https://t.co/41tO7EZMS5

– CCN.com (@CCNMarkets), 22 febbraio 2019

Supponendo che Musk non riesca a mantenere il suo grande piano di mettere veicoli autonomi nelle strade della città entro il prossimo anno, non stupitevi di vedere le azioni di Tesla che corrono verso il fondo. T. Rowe Price non ha voluto cogliere questa occasione e ha scaricato le sue azioni, e potrebbe essere il momento per gli investitori al dettaglio di fare lo stesso.

Dichiarazione di non responsabilità: le opinioni espresse nell’articolo sono esclusivamente quelle dell’autore e non rappresentano quelle di, o dovrebbero essere attribuite a, CCN.

Circa l’autore

Harsh Chauhan

Harsh Singh Chauhan ha una vasta esperienza nella valutazione di società quotate in borsa su diversi settori verticali, tra cui tecnologia, petrolio e gas, vendita al dettaglio e beni di consumo. È un autore sindacato i cui articoli sono stati pubblicati su piattaforme online rinomate negli Stati Uniti, in Europa e in India dal 2011.

Questo articolo è stato pubblicato da Josiah Wilmoth.

LEGGI DI PIÙ…

Fonte immagine: https://www.pexels.com/ (https://www.pexels.com/photo/white-ipad-955447/)

Andrea Russo

Andrea Russo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *