Tim Cook vuole che tu metta giù il tuo iPhon

Tim Cook pensa che le persone debbano scendere dagli iPhone e diminuire il loro impegno con le app. Il CEO di Apple, parlando oggi al Summit TIME 100, ha discusso della natura avvincente dei nostri dispositivi mobili e del ruolo di Apple nella questione quando ha fatto questi commenti. Ha detto che la società non aveva intenzione di utilizzare costantemente i propri iPhone e ha notato che lui stesso ha messo a tacere le notifiche push negli ultimi mesi.

“Apple non ha mai voluto massimizzare il tempo degli utenti. Non ci siamo mai stati “, ha spiegato Cook.

È certamente una richiesta interessante, dato che Apple ha progettato una piattaforma che consentiva agli sviluppatori di app di inviare continuamente ping ai propri utenti con le notifiche più insignificanti: da un nuovo follower su un’app social a una vendita in un’app di shopping a un nuovo livello aggiunto a un gioco e molto altro ancora.

L’idea alla base della piattaforma di notifica, opt-in come potrebbe essere, è che gli sviluppatori dovrebbero attivamente – e in tempo reale – provare a catturare l’attenzione degli utenti e reindirizzarli verso le loro app.

Non è così che doveva essere progettato un tale meccanismo di allerta.

Una piattaforma di notifica delle app potrebbe invece essere realizzata per consentire agli sviluppatori di app di notificare gli utenti in batch, a intervalli progettati all’interno del controllo degli utenti. Ad esempio, gli utenti avrebbero potuto specificare che ogni giorno a mezzogiorno desiderano effettuare il check-in più tardi dalle loro app.

Oppure, nel costruire iOS App Store, Apple avrebbe potuto implementare un “feed di notizie” di qualche tipo: da qualche parte gli utenti potevano scegliere di controllare tutte le ultime notizie dalle app installate in un canale dedicato.

O forse Apple avrebbe potuto strutturare una piattaforma di notifica che avrebbe permesso agli utenti di scegliere tra diverse classi di notifiche. I messaggi urgenti – come gli avvisi relativi a una violazione della sicurezza – potevano essere un livello di primo livello; mentre le informazioni generali potrebbero essere state inviate come un diverso tipo di notifica. Gli utenti potevano selezionare i tipi di avvisi che desideravano, a seconda dell’importanza dell’app per loro.

Queste sono solo alcune delle molte iterazioni possibili. Una società come Apple potrebbe facilmente avere ancora più idee.

Ma il nocciolo della questione è che la piattaforma di notifica di Apple è stata costruita con l’idea di aumentare il coinvolgimento in mente. È ingenuo dire che non lo era.

Per lo meno, Apple poteva ammettere che all’epoca era un’epoca diversa, e non si rendeva conto del potenziale danno alla nostra psiche collettiva che avrebbe causato un iPhone continuamente ronzio. Potrebbe indicare come sta ora lavorando per risolvere questo problema mettendo gli utenti sotto controllo e in che modo intende fare di più in futuro.

Invece, ha creato una situazione in cui gli utenti dovevano rivolgersi all’unica difesa rimasta a loro: disattivando completamente le notifiche push. Oggi, quando gli utenti installano nuove app, spesso dicono “No” per inviare notifiche. E con i nuovi strumenti di Apple per il controllo delle notifiche, gli utenti stanno ora tracciando attivamente le app che possono mettersi in contatto.

In effetti, è quello che dice anche Tim Cook.

“Se voi ragazzi non state facendo questo – se avete un iPhone e non lo state facendo, vi incoraggio a farlo davvero – monitorate queste [notifiche push]”, ha suggerito l’amministratore delegato al pubblico.

“Quello che ha fatto per me personalmente è che sono entrato e ho cancellato il numero di notifiche”, ha detto Cook. “Perché mi sono chiesto: ho davvero bisogno di ricevere migliaia di notifiche al giorno? Non è qualcosa che aggiunge valore alla mia vita, o mi sta rendendo una persona migliore. E così sono entrato e l’ho tagliato “.

Yep. Persino l’amministratore delegato di Apple si occupa di tutto lo spam e il rumore delle app per iPhone.

Il commento, naturalmente, avrebbe dovuto essere un riferimento velato alla natura avvincente di alcune app : le app dei social media in particolare, e in particolare Facebook. Oggi, Apple lancia barbe su Facebook ogni volta che può, ora che la società è caduta fuori dal favore del pubblico a causa delle continue violazioni della privacy dei dati e degli scandali costanti.

Ma un racconto più veritiero del passato dell’iPhone ricorderebbe che l’app di Facebook – e tutte le sue numerose notifiche – era originariamente un grande punto di vendita per il dispositivo mobile di Apple.

Quando l’App Store è stato lanciato per la prima volta nel 2008, Facebook si è seduto con orgoglio nella prima fila in una posizione di primo piano. È stato fortemente promosso agli utenti perché era un ottimo esempio dell’utilità dell’iPhone: ecco questo popolare social network che ora puoi ottenere direttamente dal tuo telefono. Stupefacente!

Il fatto che Facebook – e ogni altra app – in seguito abbia sfruttato la piattaforma di notifica push di iOS per migliorare la propria attività, indipendentemente da come ciò avrebbe avuto un impatto sugli utenti, non è colpa collettiva degli sviluppatori di app. La piattaforma di notifica stessa aveva lasciato la porta spalancata per quel tipo di abuso psicologico che si verificava, semplicemente a causa della sua mancanza di controlli configurabili dall’utente e facili da usare.

Sopra: l’App Store al momento del lancio, tramite The NYT

A distanza di dieci anni dall’avvio di App Store, Apple ha finalmente iniziato a ricominciare a parlare di free-for-all sull’attenzione dell’utente.

Ha annunciato la sua suite di strumenti digitali per il benessere al WWDC 2018, che includeva Screen Time (un cruscotto per tracciare e limitare l’utilizzo); aumento dei controlli parentali; e infine un modo per mettere a tacere la raffica di notifiche, senza dover scavare intorno in Impostazioni iOS.

Ora Tim Cook vuole farci credere che Apple non abbia mai voluto causare alcuna dipendenza e distrazione, nonostante abbia creato la piattaforma che ha reso tutto possibile in primo luogo, il che a sua volta ha aiutato a vendere i dispositivi.

Non sta dicendo che l’exec ha dovuto mettere a tacere il suo iPhone usando questi nuovi strumenti? Non è qualcosa di un’ammissione di colpevolezza qui?

“Ogni volta che prendi il telefono, significa che stai tenendo gli occhi di dosso con chi stai parlando, giusto?”, Ha continuato Cook. “E se lo sei se guardi il tuo telefono più di quello che guardi gli occhi di qualcun altro, stai facendo la cosa sbagliata”, ha detto. “Vogliamo educare le persone su quello che stanno facendo. Questa cosa migliorerà nel tempo, proprio come ogni altra cosa che facciamo. Ci innoveremo come facciamo in altre aree. ”

“In pratica, non vogliamo che le persone usino i loro telefoni per tutto il tempo.

LEGGI DI PIÙ…

Fonte immagine: https://www.pexels.com/ (https://www.pexels.com/photo/bird-s-eye-view-photo-of-island-1433052/)

Luigi Salmone

Luigi Salmone

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *