Michele Santoro

Santoro abbandona la RAI, il “cortile di casa Berlusconi”

lascia la , il “cortile di casa Berlusconi”, come ha definito la rete pubblica Marco Travaglio in un’ rilasciata a Radio Capital. E lo fa dopo anni di sabotaggi politici, a partire dall’Editto Bulgaro di Berlusconi che lo vide espulso dalle reti nel 2002 insieme con Enzo Biagi e Daniele Luttazzi.

Dopo una lunga battaglia legale riprese dal 2006 la conduzione con e in 5 anni ha ottenuto risultati di altissimo livello: partì con un 13,46% di share e 3,2 milioni di telespettatori per arrivare all’attuale stagione televisiva con 5,8 milioni di telespettatori e il 20,7% di share.

Annozero è sempre stata una trasmissione da “introiti pubblicitari garantiti”: RAIDUE grazie alla trasmissione condotta da Santoro è risultata complessivamente la rete leader del giovedì sera e fra la scorsa e l’attuale edizione è stato uno dei programmi più visti della rete.

Motivazioni di questo abbandono? Politiche. Silvio Berlusconi è riuscito nell’intento di garantirsi un’informazione veicolata levando i principali competitor dalle ultime roccaforti che erano disponibili. Ora l’informazione televisiva potrà contare su 5 emittenti televisive su 7 filoberlusconiane. Restano ancora salde per il momento RaiTRE e La7.

E proprio a La7 potrebbe andare Michele Santoro: una notizia che circola nell’aria e che ha fatto schizzare il titolo TiMEDIA in borsa.

Redazione YouFOCUS.TV




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *