ROUNDUP / Stampa: il rapporto TÜV rende incerto il BER commissioning 2020

BERLIN / SCHÖNEFELD (YF) – Un rapporto interno TÜV, che secondo le informazioni del “Tagesspiegels” (venerdì) continua a elencare numerose carenze nel nuovo aeroporto BER, dovrebbe rendere molto improbabile l’apertura prevista nell’autunno del 2020. La società aeroportuale (FBB) ha respinto la presentazione e ha assicurato giovedì sera sulla richiesta di dpa che l’aeroporto si aprirà come previsto nell’ottobre 2020.

Il quotidiano scrive che nel frattempo sono necessarie anche “misure di smantellamento” nel terminale per eliminare gravi carenze dei cavi di sicurezza del sistema antincendio. Si riferisce a un “rapporto di stato” di 61 pagine di TÜV Rheinland datato 8 marzo di quest’anno.

La compagnia aerea ha spiegato, “misure di demolizione più ridotte” con cavi rilevanti per la sicurezza, non bisogna immaginarsi come “demolizione”. Piuttosto, appartenevano a “ogni edificio completamento di un complesso edificio a” e non erano “nessun problema per la data di completamento”, dice la dichiarazione.

Secondo il quotidiano, il rapporto del TÜV afferma che ci sono ancora solo 11.519 carenze nei cavi di illuminazione di sicurezza e di alimentazione di sicurezza che sono stati sostituiti e sostituiti dopo la mancata apertura nel 2012. Questo è quasi il quadruplo di quanto affermato in precedenza dai responsabili. Per questo portavoce della FBB Hannes Stefan Hönemann ha affermato che non è cambiato il numero di difetti, ma la natura della documentazione. Nelle prossime settimane, il numero si ridurrà rapidamente.

L’FBB ha riconosciuto che il sistema di allarme antincendio non è stato completato in tempo entro il 29 marzo. Nel frattempo, Bosch ha in gran parte completato il lavoro. Ci vorranno alcune settimane prima che il TÜV abbia finalmente controllato questo e un punteggio totale.

Secondo il rapporto del giornale, il problema dei tasselli di plastica utilizzati nel terminale non è risolto quando si collegano i cavi. Pertanto, sono state raccolte prove che l’auspicata autorizzazione del caso individuale da parte della Berlin Brandenburg GmbH (FBB) non è concessa. Nel peggiore dei casi, i tasselli potrebbero diventare “un problema di knock-out”. Hönemann ha ribattuto che il fattore decisivo non è la norma, ma che i tasselli sono sicuri. Il processo di verifica è attualmente in corso.

L’8 marzo il TÜV ha presentato al consiglio di sorveglianza della compagnia aeroportuale lo stato dell’attrezzatura testabile, ha ricordato il portavoce. Gli esaminatori “hanno naturalmente un occhio critico”. “Questo è in gran parte coerente con le nostre valutazioni.” L’FBB sta lavorando sodo per eliminare tutti i difetti. “Assicureremo la data di apertura nell’ottobre 2020, quando le imprese di costruzione e i fornitori di servizi svolgeranno il loro lavoro.” / Bb / DP / he

Andrea Russo

Andrea Russo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *