ROUNDUP: l'UE offre l'estensione della Brexit britannica fino alla fine di ottob

BRUXELLES (YF) – L’UE ha offerto alla Gran Bretagna di posticipare la sua uscita di oltre mezzo anno fino al 31 ottobre. Il primo ministro di Malta, Joseph Muscat, ha confermato l’accordo dei rimanenti 27 paesi dell’UE giovedì mattina presto su Twitter. Il ritardo offre agli inglesi l’opportunità di trovare la loro strada, ha scritto Muscat. L’Unione europea dovrebbe essere in grado di rivedere la sua decisione a giugno.

Anche il presidente del Consiglio dell’Unione europea, Donald Tusk, aveva precedentemente confermato su Twitter l’accordo di posticipare la Brexit. Tuttavia, non ha menzionato una data. Ora incontrerà il primo ministro britannico Theresa May per ottenere la sua approvazione, ha continuato.

In precedenza, in particolare la Francia aveva resistito a un ritardo più lungo. All’inizio, il fatto che gli inglesi accettassero l’offerta non era chiaro. Se maggio fosse d’accordo, i britannici avrebbero dovuto partecipare alle elezioni europee del 23 maggio.

Se il Parlamento a Londra concorda con l’accordo di uscita già negoziato con il governo britannico, la Gran Bretagna potrebbe lasciare l’UE prima.

Originariamente, il Brexit era già programmato per il 29 marzo. Tuttavia, l’UE ha prorogato il termine a questo venerdì. Senza un’altra tregua, probabilmente verrebbe venerdì al Chaos Brexit con conseguenze drammatiche per l’economia e molti aspetti della vita.

Secondo il progetto di vertice UE, l’offerta di estensione sarebbe soggetta a condizioni chiare. Quindi gli inglesi dovrebbero partecipare alle elezioni europee di maggio. Questo per garantire che non ci siano difficoltà legali se la Gran Bretagna dovesse ancora essere un membro dell’UE in estate, ma non ha eletto alcun parlamentare.

Un’altra condizione per un cambiamento di Brexit sarebbe che il governo britannico smettesse di interferire o di bloccare le decisioni dell’UE. Ciò potrebbe essere importante, ad esempio, nella nomina del prossimo capo della Commissione UE o nei negoziati sul quadro finanziario dell’UE per gli anni dal 2021 alla fine del 2027.

Maggio aveva precedentemente fatto una campagna per un rinvio fino al 30 giugno. Tuttavia, il presidente del Consiglio dell’UE Donald Tusk aveva avvertito che un breve ritardo aumenterebbe il rischio di nuovi vertici e scadenze. Ciò potrebbe oscurare e paralizzare il resto del lavoro dell’UE nei prossimi mesi. / Asa / wim / aha / mfi / hot / DP / he

Andrea Russo

Andrea Russo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *