ROUNDUP: la scadenza per la Brexit sarà prorogata fino alla fine di ottob

BRUXELLES (YF) – La Gran Bretagna avrà tempo fino al 31 ottobre per la Brexit, ma sarà in grado di lasciare l’Unione europea prima. I 27 restanti stati dell’UE e il primo ministro britannico Theresa May hanno accettato questo compromesso giovedì sera, come ha annunciato su Twitter il capo del consiglio dell’UE Donald Tusk. Così, il temuto per il Venerdì Chaos Brexit viene fermato. Ma May deve ancora affrontare l’arduo compito di trovare una soluzione e una maggioranza per il loro accordo Brexit a Londra. Entro la fine di maggio, il paese dovrebbe partecipare alle elezioni europee.

L’uscita del Regno Unito dall’UE, inizialmente prevista per il 29 marzo, era già stata posticipata al 12 aprile – venerdì. Dal momento che la Camera dei Comuni britannica non ha ancora approvato l’accordo sul ritiro, una Brexit senza regole, senza un contratto minacciato da conseguenze incalcolabili per l’economia e i cittadini. Anche prima del vertice speciale, è diventato chiaro che i 27 restanti paesi dell’UE avrebbero concesso agli inglesi un ulteriore tregua.

Ma mercoledì sera hanno discusso per ore quanto tempo extra avrebbe dovuto ottenere Londra. La cancelliera Angela Merkel e la maggioranza dei capi di stato e di governo sono stati, secondo i diplomatici, per un lungo ritardo: nove a dodici mesi erano in conversazione. Il presidente francese Emmanuel Macron voleva un breve periodo e chiedeva condizioni rigorose agli inglesi.

Alla fine si sono incontrati il ​​31 ottobre. Tuttavia, la Gran Bretagna può lasciare l’UE prima, a condizione che la camera bassa britannica approvi l’accordo di ritiro. Può accettare questa variante dopo una conversazione con Tusk. Alla fine del Vertice, il presidente del Consiglio ha dichiarato che il ritardo è stato un po ‘più breve di quanto avesse suggerito. Ma la nuova scadenza è molto flessibile. Il suo appello agli inglesi fu: “Non sprecare questa volta”.

L’ostacolo decisivo per la nuova nomina è stata l’elezione al Parlamento europeo dal 23 al 26 maggio. L’UE ha notato il pericolo che ci sarebbero state difficoltà legali se la Gran Bretagna dovesse ancora essere un membro dell’UE in estate, ma non ha eletto parlamentari. Sebbene maggio insista per avere il trattato di uscita dell’UE ratificato a breve termine dal suo parlamento e per portare avanti la Brexit prima delle elezioni. Ma ha promesso di preparare i sondaggi per la sicurezza.

Se una soluzione tempestiva non riesce a Londra, la Gran Bretagna manda delegati al nuovo parlamento. Molti politici europei lo trovano sfavorevole, perché i parlamentari britannici possono prendere decisioni importanti appena prima di andarsene, compresa l’elezione del nuovo capo della Commissione europea. La nuova scadenza per la Brexit terminerà ora con il mandato dell’attuale Commissione e del suo presidente Jean-Claude Juncker a fine ottobre.

L’UE ha anche posto le condizioni per il passaggio alla Brexit che il governo britannico si è impegnato a non intervenire o bloccare le decisioni dell’UE.

Il cancelliere Merkel ha ricordato la responsabilità storica della decisione quando è arrivata a Bruxelles. È proprio nell’interesse dell’Unione europea evitare un’uscita non regolamentata questo venerdì. Macron, tuttavia, secondo le informazioni fornite dai circoli del governo francese, la Brexit no-deal non è l’opzione peggiore in assoluto, sebbene non gli abbia aspirato, come si è detto.

May ha presentato le sue idee al resto dei capi di stato e ha anche risposto alle domande per più di un’ora. Il round è stato costruttivo, è stato successivamente affermato dai diplomatici dell’UE. Alla sera, i 27 stati rimanenti sono stati discussi senza maggio.

Maggio ora deve continuare a cercare di trovare la maggioranza a Londra per il suo corso Brexit. È in difficoltà perché il Parlamento britannico ha già respinto il trattato di uscita negoziato con l’UE tre volte.

I negoziati con il leader laburista Jeremy Corbyn, che è iniziato nel breve periodo, non hanno portato alcuna soluzione, ma dovrebbero continuare questo giovedì. Il partito laburista dell’opposizione vuole una Brexit più morbida con un’unione doganale e legami più stretti con l’UE, ma i sostenitori della linea dura del partito conservatore di maggio la respingono categoricamente.

Maggio presenterà i risultati del summit alla camera bassa di Londra questo giovedì, secondo un portavoce del governo britannico. Tuttavia, i deputati non dovrebbero convenire che non è previsto alcun voto, ha detto./asa/wim/aha/mfi/DP/zb

Andrea Russo

Andrea Russo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *