ROUNDUP: i candidati europei discutono sulla protezione del clima

BRUXELLES (YF) – La lotta per la protezione del clima nella campagna elettorale per le elezioni europee della prossima settimana per il carburante. I verdi e i socialdemocratici hanno chiesto un impegno molto più forte contro il cambiamento climatico in un dibattito sui principali candidati mercoledì a Bruxelles, il conservatore Manfred Weber ha avvertito delle perdite di posti di lavoro. Con l’obiettivo di rendere l’UE neutrale dal punto di vista climatico entro il 2050, ha concordato con le altre parti che il suo percorso era diverso. “Credo nell’innovazione”, ha detto Weber, che vuole seguire il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker in carica.

Il suo omologo più grande, Frans Timmermans dei socialdemocratici, invece, ha dichiarato: “Mi dispiace per le scuse”. Ha chiesto una tassa sul carburante per l’aviazione e una tassa sulla CO2 per tutte le società. Weber, d’altro canto, respinge l’imposta obbligatoria sull’emissione di anidride carbonica dannosa per il clima. A suo avviso, l’UE dovrebbe convincere il resto del mondo a fare di più per il cambiamento climatico. Ska Keller dei Verdi ha accusato il politico della CSU, il suo gruppo di partito aveva votato in Parlamento quasi sempre contro una migliore protezione del clima.

Il nuovo Parlamento europeo sarà eletto dal 23 al 26 maggio. Il dibattito di mercoledì è stato l’unico in cui i principali candidati dei sei maggiori gruppi si sono riuniti in parlamento. Weber e Timmermans sono considerati i principali candidati per la successione di Juncker come candidati principali dei maggiori gruppi politici del Parlamento europeo.

Per evitare la migrazione dall’Africa all’Europa, Weber e Timmermans hanno proposto un approccio simile: una relazione molto più stretta con il continente confinante. Ha bisogno di un piano globale per l’Africa, ha detto Timmermans. Ciò impedirebbe alle persone di raggiungere l’Europa.

Allo stesso tempo, tutti gli stati dell’UE dovrebbero mostrare solidarietà nella distribuzione dei richiedenti asilo. “La solidarietà non riguarda solo le cose che ti piacciono”, ha detto Timmermans. Weber ha sottolineato che l’UE ha bisogno il prima possibile di 10.000 guardie di frontiera. Come presidente della Commissione europea, nominerebbe un commissario che sarebbe responsabile solo per l’Africa.

Il candidato del Partito verde Keller, come Timmermans, ha invitato tutti gli stati dell’UE a mostrare solidarietà nella distribuzione dei rifugiati. Il liberale Margrethe Vestager sosteneva anche un sistema di asilo comune. L’UE deve agire insieme – o fallire. Jan Zahradil dei riformatori liberali-conservatori, tuttavia, ha respinto questo approccio.

I sei candidati hanno anche discusso in parte violentemente del risparmio, della politica sociale, fiscale e del libero commercio. Erano in gran parte d’accordo su un approccio più risoluto alle politiche del presidente degli Stati Uniti Donald Trump. “C’è spazio per un’Europa più sicura”, ha detto Vestager. “E forse per qualcosa di più potente.”

Più di 400 milioni di europei potranno votare per il nuovo Parlamento europeo da giovedì a domenica della prossima settimana. In Germania, il giorno delle elezioni è domenica 26 maggio. Immediatamente dopo, dovrebbero iniziare i negoziati per i migliori posti di lavoro nell’UE. I capi di stato e di governo dell’UE hanno il diritto di proporre, ma devono tenere conto dei risultati delle elezioni. / Wim / DP / he

Andrea Russo

Andrea Russo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *