ROUNDUP / Equities Europe Conclusion: Moderate Profit – Gli investitori sono fiduciosi

PARIGI / LONDRA (YF) – Il recente forte miglioramento dei mercati finanziari ha rafforzato i mercati azionari europei martedì. “L’ambiente per il mercato azionario è favorevole, poiché la propensione al rischio aumenta con l’estensione del periodo Brexit e segnali positivi dai negoziati commerciali tra Stati Uniti e Cina. Inoltre, le preoccupazioni economiche prevalenti con gli operatori di mercato non si sono rafforzate di recente”, ha commentato l’analista Ulrich Wortberg la Landesbank Helaba.

L’EuroStoxx 50 nel frattempo aveva raggiunto il livello più alto dall’agosto 2018 e chiuso lo 0,37 percento più a 3463,36 punti. L’indice principale francese Cac 40 era salito al massimo di sette mesi, guadagnando lo 0,36 percento a 5528,67 punti. A Londra, il FTSE 100 tirato (“Footsie”) dello 0,44% a 7469,92 punti.

In tutta Europa, le quote delle compagnie energetiche sono state evitate a causa delle loro caratteristiche difensive. Questo era l’indice di settore Stoxx Europe 600 Utilities Rispetto alla media del settore, le perdite maggiori sono state registrate a meno 0,97%.

Nel caso degli operatori di cambio, invece, gli investitori hanno preso piede. Carte della Borsa di Londra raggiunse addirittura il massimo storico, chiudendo dell’1.50 percento in più. Un rivenditore è stato responsabile per il rally del mercato azionario dall’inizio dell’anno per i guadagni. Ad esempio, manca l’indice di riferimento statunitense Dow Jones Industrial solo poco meno del 2 percento a un livello record. “Questo mette gli investitori sempre più sotto pressione”, ha detto il Börsianer. Il fatturato del mercato azionario potrebbe aumentare di conseguenza.

Tra i singoli titoli c’erano le azioni di Unicredit a fuoco. Le accuse di violazioni delle sanzioni statunitensi contro l’Iran sono costate caro alla banca italiana. Complessivamente, il gruppo finanziario ha accettato un pagamento di $ 1,3 miliardi. Tuttavia, Unicredit si aspettava un onere ancora più elevato e può ora rilasciare un accantonamento di 300 milioni di euro. Pertanto, le notizie effettivamente negative per la banca sono state ben accolte dal mercato azionario. Le azioni Unicredit hanno guadagnato il 3,53 percento.

Le carte del gigante della pubblicità francese Publicis hanno continuato il loro raduno quotidiano e hanno scalato il picco Cac-40 di quasi il 4 percento. Secondo i trader, le azioni beneficiano ancora dell’acquisizione precedentemente annunciata della consociata di marketing digitale di Alliance Data Systems ,

Solo visivamente più deboli erano le azioni di Vivendi (quota di Vivendi) perché i giornali del gruppo dei media francesi sono negoziati martedì con uno sconto sui dividendi.

A Milano, la più grande IPO in Europa finora quest’anno è stata deludente: i certificati azionari del processore di pagamenti Nexi hanno chiuso a 8,44 euro e quindi oltre il 6 percento al di sotto del prezzo di emissione di 9,00 euro. La società aveva raccolto circa 2 miliardi di euro dagli investitori.

I certificati azionari di Rio Tinto ha perso lo 0,64 percento, secondo gli attuali dati di produzione del primo trimestre a Londra. Gli indicatori per il minerale ferroso più importante delle materie prime erano delusi. Inoltre, la società mineraria ha ridotto l’obiettivo di produzione di minerale di ferro per l’intero anno 2019.

Fuori dal FTSE 100, i documenti di Galliford Try si sono interrotti di circa il 21 percento. La società di costruzioni britannica aveva precedentemente emesso un avviso di profitto per l’anno in corso

Andrea Russo

Andrea Russo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *