Riconoscendo la frustrazione, il maggio britannico chiede al parlamento di consegnare la Brexit

BRUXELLES (Reuters) – Il primo ministro britannico Theresa May ha ammesso oggi che c’è stata “enorme frustrazione” che ha dovuto chiedere un secondo ritardo alla Brexit dall’Unione Europea, invitando il parlamento a sostenere finalmente il suo accordo sulla Brexit.

“So che c’è molta frustrazione da parte di molte persone che ho dovuto richiedere questa estensione. Il Regno Unito avrebbe dovuto lasciare l’UE ormai e mi rammarico sinceramente per il fatto che non sono ancora riuscito a convincere il parlamento ad approvare l’accordo “, ha detto in una conferenza stampa.

“Ma le scelte che ora affrontiamo sono scarse e il calendario è chiaro. Quindi dobbiamo ora proseguire al passo con i nostri sforzi per raggiungere un consenso su un accordo che è nell’interesse nazionale “, ha detto, aggiungendo che non pretenderebbe che nelle prossime settimane” sarà facile o c’è un modo semplice per rompere lo stallo in parlamento “.

Segnalazione di Elizabeth Piper; montaggio di Philip Blenkinsop

Fonte immagine: https://www.pexels.com/ (https://www.pexels.com/photo/addiction-adult-capsule-capsules-271171/)

Luigi Salmone

Luigi Salmone

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *