Postmedia registra una perdita netta di 5,1 milioni di dollari mentre prosegue la crescita dei ricavi digitali

Postmedia Network Canada Corp. ha registrato il suo nono trimestre consecutivo di crescita del fatturato digitale a due cifre giovedì, ma il calo dei ricavi di stampa e una riduzione di valore hanno contribuito a una perdita netta di $ 5,1 milioni per il secondo trimestre fiscale della società.

Nei tre mesi terminati il ​​28 febbraio 2019, Postmedia, che è la più grande catena di giornali del Canada, ha visto il suo calo delle entrate di $ 145,7 milioni da $ 157,6 milioni nello stesso periodo dell’anno scorso.

Il calo nel secondo trimestre fiscale di Postmedia, ha detto la società, è dovuto a una diminuzione di $ 10 milioni nella pubblicità stampata e a un calo di $ 2,9 milioni nelle entrate della tiratura della stampa. La società ha osservato, tuttavia, che i tassi di riduzione per entrambe le metriche sono diminuiti rispetto allo scorso anno.

Nel complesso, la perdita netta della società è aumentata rispetto allo stesso periodo del 2018, quando ha registrato una perdita di $ 1,3 milioni. Postmedia ha attribuito la differenza a una rettifica di valore e un recupero del credito d’imposta nel secondo trimestre del 2018 è stato compensato dai guadagni ottenuti attraverso la vendita di immobili e attrezzature.

I ricavi digitali, tuttavia, hanno continuato a crescere e sono aumentati del 10,2% a 28,18 milioni di dollari rispetto ai 26,37 milioni di dollari dello stesso periodo dello scorso anno.

“Abbiamo tagliato il nostro debito di $ 125 milioni, abbiamo avuto nove trimestri di crescita (digitale) e abbiamo visto miglioramenti nei tassi di declino”, ha dichiarato Andrew MacLeod, presidente e amministratore delegato di Postmedia. Nonostante i progressi, MacLeod ha dichiarato di non avere illusioni sulle sfide che l’azienda e l’industria devono affrontare.

“Nessuno è seduto qui al piano executive e spacca champagne e si sente molto bene con la vita”, ha detto MacLeod. “C’è un sacco di lavoro davanti a noi e lo sappiamo.”

MacLeod, che ha assunto l’incarico di CEO di Postmedia da Paul Godfrey a gennaio, ha affermato che la sfida principale consiste nel far crescere le entrate digitali, non solo in modo incrementale, ma al punto da superare ciò che l’azienda guadagna sia nella pubblicità stampata che nella stampa. combinato $ 110,7 milioni nel secondo trimestre. Questo deve essere fatto, ha detto MacLeod, mentre rallenta l’erosione delle entrate legacy.

Abbiamo tagliato il nostro debito di $ 125 milioni

È stato difficile farlo mentre gareggiava con juggernauts come Facebook Inc. e Google di Alphabet Inc. per le entrate digitali.

“Stai andando contro questi due giocatori su scala globale che detengono letteralmente il 70-80% del mercato”, ha detto. “Ogni giorno prima che ti svegli, la maggior parte dei budget sono già stati pre-assegnati a queste due piattaforme”.

Il piano del governo federale di investire 595 milioni di dollari in giornalismo locale dovrebbe aiutare Postmedia a continuare a fare la sua transizione dal fare affidamento sui flussi di entrate della stampa a quelli nel regno digitale. Postmedia e altre società di media canadesi avranno diritto a crediti d’imposta legati ai salari dei giornalisti che impiegano. Poiché il credito è legato ai posti di lavoro, MacLeod ha detto che potrebbe costringere le aziende a pensare a lungo e duramente per i futuri licenziamenti.

Vede anche i nuovi soldi come un flusso di entrate che aiuterà l’azienda a “recare offesa” e ad orientarla verso la crescita – qualcosa che ha detto che Postmedia può concentrarsi anche se paga milioni di dollari in debito. La società ha pagato altri $ 20,4 milioni di debito, oltre a ulteriori $ 5,5 milioni successivi alla fine del trimestre, portando il totale dovuto in titoli di primo grado a $ 99,7 milioni.

Rilasciando i risultati giovedì, Postmedia ha anche annunciato che MacLeod è stato nominato nei consigli di amministrazione della società e della sua controllata. La società ha anche nominato Mary Anne Lavallee nel ruolo di vicepresidente esecutivo e chief operating officer. Lavallee è entrato in Postmedia nel 2014 e ha lavorato come vicepresidente senior per le vendite di lettori e le operazioni commerciali.

• Email: vferreira@nationalpost.com | Twitter: VicF77

Fonte immagine: https://www.pexels.com/ (https://www.pexels.com/photo/person-standing-on-road-2083456/)

Sofia Bianchi

Sofia Bianchi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *