'Notre Dame è la nostra storia': la Francia promette di ricostruire una chiesa iconica dopo un incendio devastant

Parigi (CNN) Ricostruiremo. Questo era il messaggio che il presidente Emmanuel Macron aveva per il popolo francese, mentre loro e il mondo guardavano scioccati quando la storica cattedrale di Notre Dame bruciò lunedì.

Parlando dalla scena dell’incendio nella capitale francese, Parigi, Macron ha descritto l’incendio del capolavoro gotico di 850 anni come una “terribile tragedia”, ma ha aggiunto che “il peggio era stato evitato”.
“Te lo dico tutti stasera – ricostruiremo questa cattedrale insieme, probabilmente fa parte del destino francese” Egli ha detto. “A partire da domani, verrà avviato uno schema di donazione nazionale che si estenderà oltre i nostri confini”.
L’incendio è scoppiato lunedì sera e ha infuriato per diverse ore prima che 400 vigili del fuoco, lavorando con abilità e precisione per evitare ulteriori danni al monumento medievale, riuscissero a portarlo sotto controllo.
Non furono in grado di salvare la guglia, tuttavia, che si incendiò in un guscio annerito prima di cadere infine quando migliaia di parigini che si erano radunati per le strade vennero osservati con orrore. Anche la maggior parte del tetto è stata distrutta.
“Notre Dame è la nostra storia, è la nostra letteratura, è il nostro immaginario, è il luogo in cui viviamo i nostri momenti più belli, dalle guerre alle pandemie alle liberazioni”, ha detto Macron.
“Questa storia è nostra, e brucia, brucia e conosco la tristezza di cui sentono tanti nostri connazionali”, ha detto Macron.

Peggiore evitato

Immagini di fiamme che inghiottono la storica cattedrale – un sito del patrimonio mondiale dell’UNESCO dal 1991 e uno dei siti turistici più popolari di Parigi – sono stati schizzati in tutto il mondo. Per quanto scioccante fosse la scena, sarebbe potuto essere molto peggio.
La sua facciata iconica e le sue torri furono salvate, così come una miriade di inestimabili manufatti e opere d’arte custodite all’interno, inclusa la Sacra Corona, ritenuta da molti come la corona di spine posta sulla testa di Gesù, e che la cattedrale chiama “reliquia più preziosa e più venerata”.
Tra le parti della chiesa più colpite dall’incendio c’era anche una delle più nuove: la guglia, restaurata nel XIX secolo.
Dovrà essere ricostruito interamente, così come la struttura del tetto molto più antica, conosciuta come “la foresta”.
“La struttura del 13 ° secolo è chiamata foresta, perché ha richiesto una foresta di alberi per costruirla”, ha detto Patrick Chauvet, il rettore della cattedrale. Quel quadro è stato completamente perso nel fuoco, ha aggiunto.
“Voglio offrire una parola di speranza”, ha detto Macron lunedì. “Questa speranza è l’orgoglio che dobbiamo avere, l’orgoglio di coloro che hanno combattuto per impedire che il peggio accada, l’orgoglio perché 800 anni fa l’abbiamo costruito e nel corso dei secoli lo ha fatto crescere e reso migliore, lo annuncerò stasera ricostruiremo questa cattedrale “.

Shock e orrore

Non è stato immediatamente saputo cosa ha causato l’incendio. La cattedrale è circondata da impalcature tra i lavori di costruzione. Il comandante generale dei vigili del fuoco di Parigi, Jean-Claude Gallet, ha dichiarato che la prima chiamata ai servizi di emergenza ha comunicato alle autorità un incendio nell’attico della cattedrale.
Circa 400 vigili del fuoco sono stati mobilitati per affrontare il fuoco, ha detto il ministero dell’Interno francese. I vigili del fuoco hanno avuto difficoltà ad accedere alla scena, situata su un’isola nella Senna, tra l’ora di punta del pomeriggio. La polizia ha esortato il pubblico ad evitare l’area.
I pompieri in cima a gru raccoglitrici di ciliegie hanno spruzzato acqua sulla chiesa per cercare di spegnere le fiamme.
Un vigile del fuoco è stato gravemente ferito, ha detto Gallet.
Migliaia di parigini e turisti si sono riuniti per osservare il tripudio. La folla cantava inni come, pochi giorni prima di Pasqua, uno dei simboli del cattolicesimo francese bruciava davanti a loro.
“È terribile vedere un tale simbolo scomparire di fronte a te, è stato lì per così tanti anni e in pochi minuti la metà è scomparsa”, ha detto il locale Thibaud Binetruy. “Parigi senza Notre Dame, pazzia.”
Un’altra testimone, Anne Marie, parlò con le lacrime agli occhi.
“A Parigi, è un simbolo monumentale – ogni persona con diverse religioni è davvero commossa e rattristata”, ha detto. “Parigi senza la cattedrale non è più Parigi”.
Messaggi di supporto e lutto sono arrivati ​​da tutto il mondo. Il Vaticano ha detto che la Santa Sede ha appreso con “shock e tristezza la notizia del terribile incendio che ha devastato la cattedrale di Notre Dame de Paris, simbolo del cristianesimo, in Francia e nel mondo”.
L’incendio della cattedrale di Notre Dame “va oltre Parigi”, ha detto alla CNN l’arcivescovo della città, Michel Christian Alain Aupetit
“Ho ricevuto un messaggio di sostegno dal rabbino capo di Parigi, ognuno sta scrivendo per condividere i propri sentimenti, che va oltre Parigi. Le persone stanno reagendo in tutto il mondo”, ha detto Aupetit.
Il ministro degli esteri turco Mevlut Cavusoglu ha descritto l’incendio come un “disastro per tutta l’umanità”, mentre il sindaco di Londra, Sadiq Khan, ha detto che la capitale britannica “si trova in dispiacere” con Parigi.
“Scene struggenti della cattedrale di Notre Dame in fiamme, Londra è tristemente afflitta da Parigi oggi, e sempre in amicizia”, ​​ha detto Khan su Twitter.
Anche il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha espresso il suo peso, definendolo un “terribile, terribile fuoco”. I suoi suggerimenti su come affrontare la conflagrazione erano meno graditi della sua simpatia comunque. L’Agenzia francese per la sicurezza civile ha respinto il tweet di Trump dicendo che “le cisterne di acqua volanti potrebbero essere utilizzate per spegnerlo”, sottolineando che l’acqua che cade sull’antica chiesa potrebbe causarne il crollo.

Un simbolo della Francia

La prima pietra di Notre Dame fu posata nel 1163 da papa Alessandro III e la cattedrale fu completata nel 13 ° secolo. Con le sue torri, la guglia, i contrafforti volanti e le vetrate, è sia un gioiello architettonico che un importante simbolo religioso e culturale della Francia.
Situata a Ile de la Cite, una piccola isola nel centro della città, la cattedrale è una delle attrazioni più popolari di Parigi, con una stima di 13 milioni di visitatori all’anno.
Anche se cadde in rovina nel corso dei secoli, fu il luogo dell’incoronazione di Napoleone Bonaparte come imperatore nel 1804. La guglia centrale fu costruita nel 19 ° secolo in mezzo ad un ampio sforzo di restauro, in parte sostenuta dal successo del romanzo di Victor Hugo “Il gobbo di Notre-Dame “nel 1831.
Il rinnovamento era in corso prima dell’incendio. Una piccola fodera d’argento proveniente dal fuoco potrebbe essere che la guglia e il tetto restaurati saranno costruiti per essere standard moderni e meglio equipaggiati per resistere agli incendi futuri.
Gli esperti hanno indicato altri incendi in siti storici, come quello che ha inghiottito il Castello di Windsor nel Regno Unito nel 1992, a cui sono seguiti ampi progetti di restauro. Windsor ha impiegato cinque anni per ripristinare, ma ora è in uno stato migliore rispetto a prima dell’incendio.

Fonte immagine: https://morguefile.com/ (https://morguefile.com/)

Andrea Russo

Andrea Russo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *