Northleaf Capital potenzia il programma di credito privato con un aumento di capitale di US $ 800 milioni

Il gestore di fondi privati ​​con sede a Toronto, Northleaf Capital Partners, ha incrementato il suo programma di credito privato globale di oltre il 50% fino a $ 2,2 miliardi con un nuovo aumento di capitale.

Il programma di investimenti sul credito privato, lanciato nel 2016 con particolare attenzione alle società di medie dimensioni nel Nord America e in Europa, è uno dei pilastri principali dell’azienda che è stata scorporata da Toronto-Dominion Bank come entità separata nel 2009.

Northleaf ha ora più di 12 miliardi di dollari USA in investimenti di private equity, credito privato e infrastruttura sotto la gestione per conto di investitori istituzionali e di alto valore finanziario, compresi i fondi pensione. Il credito privato è un termine generale per i prestiti concessi a società da parte di istituti di credito diversi dalle banche.

Stuart Waugh, managing partner di Northleaf, ha affermato che gran parte dell’ultimo aumento di capitale di US $ 800 milioni non è destinato a un tipico fondo chiuso che richiede un impegno a lungo termine con poche opzioni di liquidità. Invece, Northleaf Senior Private Credit, che ha finora oltre 500 milioni di dollari in impegni da parte degli investitori, accetterà nuovi investimenti ogni trimestre e consentirà pagamenti anticipati rispetto a un fondo chiuso tradizionale.

“Abbiamo visto un ottimo recupero da questo”, ha detto Waugh, aggiungendo che il fondo di investimento di tipo aperto prevede di costruire un portafoglio di prestiti senior garantiti a società private di medio mercato in una varietà di settori in Nord America e Europa.

“La maggior parte della nostra attività di investimento è negli Stati Uniti e in Europa”, ha detto Waugh, aggiungendo che l’attenzione sul debito assicurato senior è interessante per i fondi più piccoli e altri investitori che ritengono più appetibili le tranche “più sicure” dello stack di credito.

Northleaf ha lanciato il programma di credito privato alcuni anni fa per creare una piattaforma integrata di mercati privati ​​con le strategie di investimento esistenti dell’azienda per private equity e infrastrutture.

L’ultimo aumento di capitale dell’azienda riguarderà il finanziamento del debito a società private con proventi compresi tra 10 e 150 milioni di dollari (prima di interessi, imposte, ammortamenti e ammortamenti). Waugh ha detto che il “punto debole” sarebbero aziende con EBITDA tra $ 40 milioni e $ 70 milioni.

Il credito delle società private viene sempre più dagli investitori istituzionali in Nord America e in Europa, secondo un rapporto pubblicato a novembre dall’Alternative Credit Council. La tendenza ha preso piede sulla scia della crisi finanziaria del 2008, quando i finanziamenti bancari tradizionali si sono ridotti.

Il rapporto di ACC, affiliato della Alternative Investment Management Association, afferma che il 70% di tutto il capitale impegnato per il credito privato proviene da investitori istituzionali e prevede che il settore del credito privato globale crescerà a $ 1 trilione entro il 2020 come base di mutuatari e gli investitori istituzionali continuano ad espandersi.

I mutuatari di fascia media, che comprendono le piccole e medie imprese, stavano ricevendo una quota crescente di capitale, secondo il rapporto.

Le tendenze attirano più giocatori in Canada. Un fondo di capitale di credito lanciato l’anno scorso da Sagard Holdings, una controllata di Power Corp., ha attinto impegni da parte di investitori istituzionali incluso il piano pensionistico Healthcare of Ontario (HOOPP) e un ampio piano pensionistico aziendale non identificato da Sagard.

• Email: bshecter@nationalpost.com | Twitter: BatPost

Fonte immagine: https://www.pexels.com/ (https://www.pexels.com/photo/30-st-mary-axe-architecture-buildings-business-259219/)

Sofia Bianchi

Sofia Bianchi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *