Ruby Rubacuori

Nadia Macrì contro Ruby Rubacuori: “Alle orge vidi anche lei”

“Io mi ricordo bene la sera del 24 aprile scorso, perchè credo che ad ci fosse anche . Non sapevo come si chiamasse ma mi aveva colpito perchè era molto bella, la pelle un po’ scura, un bel viso e un seno molto prosperoso. Nella saletta del “” si dimenava a seno nudo e un po’ ubriaca attorno a un palo da lap dance. Poi ci fu un’orgia…”

Queste le parole di , la escort modenese già salita alla ribalta delle cronache nei mesi scorsi per i suoi racconti dei festini presso la residenza del premier. La sua testimonianza che si aggiunge alle molteplici già presenti, potrebbe confermare le accuse rivolte a .

L’escort sostiene che quella sera fu accompagna da un amico a Villa San Martino. Era stata chiamata da Berlusconi stesso e il numero era stato lui dal Sindaco di Parma, con cui la Macrì si era già incontrata. Incontrò Berlusconi la prima volta ad Arcore nell’aprile del 2009, poi a Pasquetta dello stesso anno, dove venne consumato un atto sessuale con il premier, e nell’aprile del 2010.

Le prove di essere stata chiamata da Berlusconi sostiene di averle nel suo cellulare, che fornirà ai magistrati nella giornata del 21 gennaio: all’interno ci sarebbe memoria di quanto dichiarato. Inoltre ammette di avere dei testimoni: la sera in cui andò alla residenza di Arcore si fermò prima in un bar birreria del paese per vantarsi e fece finta di chiedere indicazioni su dove si trovasse la villa e ne parlò con un barista.

Ammette inoltre di aver parlato con Ruby. “Ci salutammo, anzi quella volta lasciammo la villa insieme, verso le 3 del mattino. Ricordo che entrai nell’ufficio di Berlusconi con lei e, parlando, dissi che ero un escort. Lui si arrabbiò e fece uscire la giovane marocchina”.

Redazione YouFOCUS.TV




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *