Movimento dei Forconi

Movimento dei Forconi, la rivolta che dal SUD cambierà l’Italia?

[ADSENSE 1]
Ogni cambiamento storico si è attuato a partire dallo scontento della classe meno abbiente: ne sono stati esempio, nei secoli scorsi, la Rivoluzione Francese, e, spostandoci ad avvenimenti che coinvolgono la nostra epoca storica, la del Pane che, nata in Tunisia, ha portato ad un cambiamento radicale del pensiero popolare in tutto il Nord Africa.

Le analogie del con le rivolte e popolari che stanno coinvolgendo il mondo, dagli fino al movimento del 99%, rappresentano in maniera sempre più tangibile il risvegliarsi di una coscienza popolare che vede nella ribellione la via di fuga da una condizione di che strema la popolazione.

Il Movimento dei Forconi si definisce di suo “un’Associazione di agricoltori, pastori, allevatori stanchi del disinteresse quando non del maltrattamento da parte delle istituzioni”. Tale movimento si è allargato e ha coinvolto camionisti, trasportatori, lavoratori autonomi, persone comuni. Partito dalla Sicilia si sta diffondendo in tutto il Sud e sembra che si stia allargando a macchia d’olio nelle aree meno economicamente sviluppate dei Paesi europei.

Ma l’Italia intera è in grado di percepire questa necessità di cambiamento? Il Sud, che già vive una condizione economica e di crisi senza precedenti, sarà la miccia scatenante di un evento che coinvolgerà tutta l’Italia? Il forcone di per sé è un simbolo, è rappresentazione del duro lavoro fatto nei campi, della fatica umana, ma al contempo è un’arma contro i soprusi, contro le vessazioni.

E in questo periodo di declino verso una situazione economica che non accennerà a migliorare, anzi che tendenzialmente peggiorerà, pilotata dalle potenze economiche e bancarie mondiali, detentrici del vero potere, il forcone è forse l’unico elemento di dignità umana e di coesione, un simbolo di rinnovamento e si auspica, di speranza.

Redazione YouFOCUS.TV
[ADSENSE 2]




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *