Michael Jackson: la verità sulla sua pelle bianca

In seguito ad un precedente articolo di YouFOCUS riguardante lo schiarimento della pelle della cantante Beyoncé, nel quale la si equiparava al re del pop , è nata una discussione riguardo quest’ultimo, rendendo da parte nostra doverosa una rettifica. Ancora oggi molti hanno la convinzione che avesse scelto di schiarire la propria pelle tramite l’utilizzo di una cura allo scopo di diventare un bianco. La campagna mediatica a questo proposito è stata talmente prolungata nel corso degli anni che ormai per buona parte delle persone è diventata l’assoluta verità.

Non è così. Michael Jackson infatti non aveva scelto di diventare bianco, vi era stato costretto da una della pelle chiamata . La è una malattia dell’ che colpisce circa il 2% della popolazione mondiale, con caratteri di gravità differente a seconda del soggetto. Il funzionamento della vitiligine è semplice: il sistema immunitario attacca i “melanociti”, non riconoscendoli più come parte dell’organismo, alterando così la creazione della melatonina che regola la pigmentazione dell’. L’effetto finale è la presenza di macchie decolorate. Si tratta di una malattia progressiva che, nell’arco del tempo, si espande a zone sempre maggiori del corpo. Michael Jackson era inizialmente costretto a coprire con il trucco le chiazze bianche, ma poi l’estensione della malattia lo portò a fare il contrario.

Coloro che soffrono di vitiligine, essendo privi delle naturali difese del corpo contro i raggi UVA e UVB sono costretti a proteggersi costantemente dalla luce solare, evitando un’esposizione prolungata per non incorrere in scottature o problemi ancora peggiori. Difatti Michael Jackson ricorreva spesso a cappello, guanti, mascherine e ombrelli. Anche in quel caso la stampa mondiale trasformò la necessità del re del pop a proteggersi nell’idiosincrasia del classico archetipo di personaggio dello spettacolo: turbato, singolare, paranoide e ipocondriaco.

La vitiligine cominciò a manifestarsi sul corpo di Michael Jackson nei primi anni ottanta e gli venne definitivamente diagnosticata nel 1983. Egli se ne vergognava moltissimo, al punto di pensare che fosse un castigo divino. Nel 1993, stanco di subire diffamazioni ignobili, decise di forzare il comprensibile pudore per la sua malattia dichiarandola pubblicamente, con non poca commozione, nell’ televisiva più seguita della storia, con la conduttrice americana .

Il giorno successivo la notizia fu pubblicata da tutti i giornali, ma ben presto l’immagine di persona strana e misteriosa che i media avevano costruito su di lui per sollecitare la curiosità morbosa del pubblico, riprese il sopravvento.

Che Michael Jackson fosse affetto dalla vitiligine è tuttavia certificato da diversi referti medici, compreso il risultato ufficiale dell’autopsia.
E’ quindi giunto il momento di lasciare riposare in pace un uomo che, fino al giorno della sua morte, ha subito le vessazioni continue della stampa, ed è doveroso da parte nostra riferirci a lui nella maniera più sincera e veritiera possibile.

Redazione YouFOCUS.TV




99 thoughts on “Michael Jackson: la verità sulla sua pelle bianca

  1. Maria Laura Billi

    Gentile Signor Ferad,
    La ringrazio sentitamente per aver avuto il coraggio di rendere giustizia ad un uomo che, tranne che in rarissimi casi, non ha mai avuto dagli organi di informazione il rispetto che merita ma che, anzi, è sempre stato bersaglio di un’ingiusta, iniqua e crudele campagna diffamatoria che si è prolungata per anni ed anni, rendendo la sua breve esistenza un inferno.
    Mi auguro che il Suo esempio venga seguito anche da quei Suoi colleghi che invece continuano a pubblicare menzogne sul conto di Michael Jackson continuando a offuscare l’immagine di un uomo che ha dedicato il suo lavoro, la sua carriera, il suo denaro e la sua stessa intera vita al bene degli altri.
    Grazie ancora dal profondo del mio cuore.

  2. Mauro

    Salve, sono il Presidente di un’associazione no-profit che si occupa di organizzare eventi a scopo benefico per ricordare Michael sia come uomo che come artista.
    Devo ringraziarla sentitamente per aver pubblicato questa notizia. E’ la prima volta che vedo un giornalista pubblicare una rettifica di un precedente articolo. Questa si chiama onestà e purtroppo al giorno d’oggi è davvero rara. Ho apprezzato tantissimo questo articolo, da oggi in poi seguirò assiduamente questo portale e lo pubblicizzerò sul mio gruppo di Facebook, che conta più di 1200 fans di Michael Jackson. Grazie ancora, cordiali saluti. Mauro

  3. Veronica De Rubeis

    E’ sinceramente un piacere leggere di una testata giornalistica, che rivede una delle proprie notizie, nel momento in cui questa viene tacitamente smentita. E’ un gesto impopolare…. e per questo a maggior ragione, di rara dignità. Questa è professionalità seria. Complimenti!!!!

  4. Diego Ferad Autore dell'articolo

    Il giornalismo, anche quello “fai da te” di un semplice blog inventato per passione da persone che hanno ben altro mestiere, dovrebbe essere al servizio della verità, e raccontare con distacco le cose come stanno, e non plasmare il destino di un uomo come è stato fatto nel caso di Michael Jackson e di molti altri. Vi sono davvero profondamente grato per tutti i vostri apprezzamenti, sia qui, sulla pagina di Facebook, che sul blog di YouFOCUS e sul forum e Homepage di MJportal… posso solo dire sentivo la RESPONSABILITA’ di questa piccola goccia controcorrente. Come ho scritto ironicamente nella mia bacheca personale “Se l’ignoranza facesse i biscotti, sarei la Colussi”, e grazie al vostro impegno e passione ho avuto l’opportunità di diminuire un pochetto quell’ignoranza.

    Voi siete la dimostrazione di come la forza congiunta delle persone che si prefiggono un obiettivo possa, anche di poco, cambiare qualcosa.

    Vi posso promettere che noi continueremo così, daremo voce ancora, in futuro, a coloro che hanno ragione di chiederla.

    Non cambiate mai! Non lasciatevi fermare dai muri che vi trovate e vi troverete davanti!

    Sassi Diego

  5. maramj

    Grazie Direttore per essere andato contro corrente, come fan di Michael da oltre 30 anni mi inchino al suo gesto:

    PER AMORE SOLO PER AMORE sono le ultime sue parole.

  6. Fulvia

    Grazie di cuore per questo articolo, grazie per aver detto la verità! I suoi fans chiedono solo quella e niente di più..

  7. Liry

    Grazie infinite..la MJFAM è molto numerosa, se ci aiuterete a rendere giustizia alle infinite assurdità raccontate su Michael e a restituirgli la dignità come state facendo con questo articolo sarà nostro compito rendervi il più visibili possibile. Sono quasi commossa.

  8. Mary Grace

    Egr. Sig. Ferad,
    che cosa posso aggiungere che non sia stato già detto nei commenti precedenti? Sono profondamente commossa. Spero vivamente che altri organi di informazione seguano il suo esempio di persona intelligente e sensibile. Ed in particolare mi auguro che quelli tra loro che sono stati particolarmente feroci ed accaniti nei confronti non solo di un’ artista impareggiabile ,ma di uno dei più grandi filantropi del nostro tempo, facciano finalmente ammenda. La ringrazio ancora.

  9. Rosanna Salpietro

    Semplicemente GRAZIE dal profondo del mio cuore.
    God bless you.
    Rosanna Salpietro

  10. Marianna Sarte

    Mi unisco nei ringraziamenti e la riconoscenza nei suoi confronti Diego. Posso dire di parlare oltre che a nome mio, anche a nome di tutti i fans e perché no anche di Michael Jackson, e mi riferisco al signore Michael Joseph Jackson, non al più mediaticamente conosciuto Re del Pop. Michael è stato per tutta la sua vita la voce dei più deboli, sopratutto i bambini, lui diceva “io sono la voce di chi non ha voce”. Adesso lui non c’è più, ma sono convinta che ovunque lui sia adesso starà sorridendo e ringraziando per quello che Lei ha fatto. MJ diceva “Make a change, make a difference, start from the man in the mirror” e lei Diego oggi ha cominciato a farlo. Mi auguro con tutto il cuore sia l’inizio, e tanti altri i suoi colleghi possano seguirla. Noi non ci fermeremmo MAI nel portare ed esigere la verità su MJ. CHI CONOSCE FINO IN FONDO MICHAEL JACKSON NON PUÒ FARE A MENO DI AMARLO E CONDIVIDERE IL SUO AMORE.

  11. Silvia Di Sante

    Ehi amiche jacksoniane di FB siete quasi tutte qui!! Saluto cordialmente Laura Messina e Maria Laura Billi, da tempo non le sentivo(!). Ovviamente sono d’accordissimo con tutto cio’ che è stato già detto da tutti. Semplicemente le dico grazie signor Diego Ferad, grazie davvero anche di averci ringraziato e di aver riconosciuto l’importanza della forza congiunta che puo’ cambiare qualcosa.Le invio un bacio in fronte e sicuramente la seguiro’ nei siti da lei indicati. Certi giornalisti diventano famosi perchè continuano a sparlare di Michael e a tramandare le solite schifezze di gossip trentennale. Lei sta facendo il contrario, come dice lei è una goccia controcorrente ma quella goccia contribuisce a formare il mare perchè.. ha visto che esercito che ha provocato il suo articolo? Grazie ancora!

  12. Luigina

    Finalmente un’articolo degno di essere chiamato così, era ora che si cominci a scrivere la verità . per il resto hanno detto tutto loro nei commenti precedenti . grazie !!

  13. Cristiana Blasi

    Le rinnovo in questo sito il mio grazie più sincero per aver parlato con giustizia e onestà di un uomo che ha dato così tanto a tutti noi, in termini artistici quanto, e se non di più, umani. E’ un gran peccato che non abbia potuto ascoltare o leggere questo quando era in vita, Le sarebbe stato profondamente grato. Abbiamo perso un angelo su questa terra, ma ne abbiamo guadagnato uno in cielo e da lì Le starà sorridendo. Continui a svolgere il suo lavoro in questo modo, con perizia e onestà, qualunque sarà la notizia che avrà di fronte. Il mondo ha bisogno di persone che abbiano la forza e il coraggio di cambiarlo e curarlo. God bless you!

  14. Francesca

    Non c’è molto da aggiungere che non sia già stato detto…..è triste vivere in un’epoca caratterizzata da tanta disinformazione e mistificazione della verità, al punto che scoprire che esistono ancora persone che lavorano con impegno, professionalità e onestà diventa un evento da ricordare. Vi ringrazio per la vostra rettifica; avete reso felici innumerevoli persone e sono certa che anche da lassù, il nostro Michael vi ringrazia dal profondo del suo immenso cuore.

  15. Stefania Vigliano

    Grazie,grazie davvero per questo articolo! se questa verità fosse stata divulgata in passato dai media Michael avrebbe forse dovuto sopportare meno bugie e cattiverie…è un gesto bellissimo da parte vostra…ancora grazie!

  16. laura rossi

    Egregio Dott. Sassi,
    la ringrazio molto per ciò che ha scritto. Credo sia la prima volta che qualcuno ammetta i propri sbagli riguardo a Michael Jackson, a parte A. Jones: http://www.truth4mj.it/mj/index.php?option=com_content&view=article&id=160:true-crime&catid=35:articoli-verita-sulla-vita&Itemid=60
    Se non le dispiace divulgherò questo articolo sulle pag web di coloro che, invece, non vogliono ammettere i propri errori, la propria ignoranza, i propri pregiudizi in proposito. Solitamente noi ragazze del http://www.truth4mj scriviamo lettere accompagnate da links probatori per smentire e chiedere rettifiche riguardo alle continue notizie diffamatorie che vengono ancora vergognosamente pubblicate su Michael Jackson. Una volta tanto ci troviamo il lavoro fatto: basta divulgare questo articolo!
    Approfitto per pubblicare il link di una lettera che divulgammo lo scorso 25 giugno dal titolo “Le verità nascoste”; è ricco di materiale probatorio che forse troverà interessante: http://www.truth4mj.it/mj/index.php?option=com_content&view=article&id=200:le-verita-nascoste-lettera-aperta-ai-media-per-il-25-giugno-2011&catid=37:articoli-iniziative-per-la-verita&Itemid=63
    La ringrazio ancora vivamente.

  17. Erica

    Egr. sign.Fared
    la ringrazio molto per il suo articolo di rettifica anche perchè,di solito,i giornali pubblicano le rettifiche in un trafiletto delle ultime pagine che poi nessuno legge.Per quanto riguarda Michael Jackson devo dire che il fatto che lui ne fosse affetto risale al lontano1993,quando lui stesso lo ammise in una famosa intervista.Naturalmente non fu creduto perchè era più comodo e più reddittizio dipingerlo come un essere bizzarro che non accettava la sua identità.Adesso che non è più in vita si continua ancora con questa storia ridicola dello”sbiancamento”a cui purtroppo molti credono.Penso che l’informazione abbia un unico compito:quello di raccontare i fatti così come sono senza cercare il sensazionalismo a tutti i costi anche contro persone scomparse che non possono difendersi.In fondo bastava leggere i risultati dell’autopsia(che sono pubblici)che stabilisce che MJ aveva la vitiligine ma forse,per certa stampa cosidetta seria e democratica,sarebbe stato come smentire se stessa dopo anni di menzogne propinate ai suoi lettori.Ancora grazie per il coraggio di ammettere di aver sbagliato nel pubblicare un articolo non veritiero.D’altronde “sbagliare è umano,perseverare è diabolico”.Distinti saluti.

  18. alessandra

    Gentilissimo Sig. Fared, io la volevo ringraziare tanto per questo articolo, mi ha reso veramente felice e come vedo tante persone come me… ma Le chiedevo ( non so se può rispondermi) non è che sarebbe possibile far sentire la sua voce anche in TV ? Sarebbe bello, hanno detto tante falsità, sarebbe doveroso nei confronti di Michael, comunque grazie tante per l’articolo

  19. costa64

    Gentilissimo direttore volevo ringraziarla dal profondo del mio cuore ,per il suo articolo.Le faccio i miei complimenti e le porto il mio rispetto.

  20. Michela Sopracordevole

    Gentilissimo Diego, dirle cose nuove rispetto ai precedenti commenti è praticamente impossibile. Mi unisco al coro dei “grazie” con la certezza che lei è stato l’unico giornalista che ha avuto il coraggio di ammettere una propria ignoranza (anche se questa è una parola che non mi piace) e la speranza che altri seguano il suo esempio. Leggere le sue parole mi ha riempito il cuore di gioia. Dopo tante tenebre finalmente uno spiraglio di luce. Grazie, sentitamente e profondamente grazie!
    Michela

  21. Diego Ferad Autore dell'articolo

    @alessandra:

    Carssima Alessanadra, mi piacerebbe avere l’occasione di dire cose come quelle dette nell’articolo anche in TV, ma purtroppo temo ci sia da chiarire un piccolo malinteso: noi non siamo “Giornalisti di professione”. Siamo persone comuni, per la precisione un tecnico informatico ed un disoccupato, che hanno la passione per la notizia e l’hanno trasformata in un “passatempo serio”. Il fatto che questo non sia il nsotro “mestiere” ovviamente non mi ha fatto sentire meno responsabile di quanto ho scritto precedentemente, ed è stato grazie a voi ed alle vostre segnalazioni che ho potuto imparare qualcosa che non sapevo su Michael Jackson. Prima del vostro intervento ero una di quelle persone che avevano “abboccato” all’esca mediatica dello sbiancamento della pelle di M.J.

    Forse è proprio perchè non sono un giornalista professionista che ho potuto creare e pubblicare una rettifica, e vi dirò: ne vado fiero!

    Vi ringrazio dal profondo del cuore per tutte le manifestazioni di affetto e gratitudine, ma vi assicuro che tutto quello che mi è costato è stata un’oretta di lavoro al pc, giusto il tempo necessario per mettere assieme l’articolo, montare il video e pubblicarlo. Le persone a cui va davvero il plauso di questo articolo SIETE VOI. E’ grazie a voi se questo articolo è stato scritto, è grazie a voi se la verità è venuta fuori.

    @ Laura Rossi:

    Cara laura: prenda pure tutto ciò che ritiene utile e necessario. La nostra visibilità dipende esclusivamente dalla “viralità” (mi passi il termine) con cui ciò che creiamo viene diffuso. Questo articolo è per voi, fatene ciò che ritenete giusto!

    Sassi Diego

  22. Nick

    ciao diego
    mi riaggancio a questo articolo, rinnovando il mio sentito grazie, per ricordare ai fans che ci sono ancora da “combattere” alcuni siti che non hanno avuto le “palle” se posso… di rettificare.

    inviate questo link ai siti che trovate in questo articolo

    per favore.

    grazie diego
    mj forever

    nick . http://www.mjportal.com

    http://www.mjportal.com/it/home/michael-jackson/notizie/item/michael-e-la-vitiligine-arrivano-le-doverose-rettifiche-1901.html?category_id=179

  23. alessandra

    Carissimo Sig. Diego, INNANZI TUTTO GRAZIE PER LA SUA RISPOSTA Le volevo dire che anche se non è un giornalista professionista come afferma lei, non importa, è giusto che vada molto fiero di ciò che ha scritto, con questo articolo a reso felice me, e come me tante altre persone. Mille grazie,
    alessandra

  24. lawrence

    …eh no caro Diego, non ti reputi un giornalista ma stai dimostrando di superare alla grande i tuoi colleghi “professionisti”!
    Io non sono un fan di MJ, ma ho seguito in toto le sue vicissitudini e ti garantisco che lo storpiamento sull’argomento “pelle”, nei suoi confronti, rimane ancora una delle più piccole falsità.
    C’é stato ben altro purtroppo.
    MJ é un simbolo lampante di come il potere della comunicazione possa gestire in modo inequivocabile l’opinione pubblica.
    E questo é pericoloso; delinea uno stato sociale malato,
    responsabilizzando sia l’informatore che l’utente,
    il quale non sa distinguere il vero dal falso e neppure si scomoda per verificare.

    Le vicende di MJ, a mio avviso, andrebbero analizzate in senso sociologico,
    aldilà del fatto che ci piaccia oppure no la sua personalità.
    Ecco perché mi sta molto a cuore tutta questa faccenda;
    perché, in primis, dimostra un aspetto deprimente della comunicazione
    che dovrebbe risvegliare le coscienze e la volontà di mettere in atto strategie per modificarla.

    La stampa fu dannatamente responsabile, nel periodo delle accuse, sulle malignità e lo storpiamento delle notizie.
    Quando lessi gli atti, mi presi la briga di confrontare i resoconti giornalieri del tribunale proprio con le uscite redatte dalle agenzie stampa e scoprii che alteravano tutto!
    Avevano trovato un bel modo per vendere scoop, sulla pelle di MJ!
    Nel “migliore dei casi” erano pubblicate le documentazioni inerenti le accuse e tralasciate quelle della difesa che, puntualmente, ne smantellavano la consistenza.
    Ma non solo. Non informavano che le motivazioni dell’accusa erano talmente prive di fondamento che durante le udienze, ad uno ad uno, i testimoni venivano miseramente demoliti…
    … e ad un certo punto l’accusa fu veramente grottesca perché, proprio per le argomentazioni che proponeva, finiva con l’aiutare la difesa.
    E la stampa “ufficiale” non spese una parola su questo “microscopico” dettaglio.
    Ma ai media interessa solo lo scoop e, si sa, la verità non fa ‘sto gran clamore.

    E Michael, che rischiava 27 anni di carcere,
    in cella d’isolamento precauzionale, per evitare un possibile linciaggio,
    uscì da questa vicenda devastato, al limite della sopportazione,
    fortemente depresso, distrutto psicologicamente, moralmente e fisicamente…
    E non poté più riprendersi…

    Vi furono anche opinionisti, intellettuali e politici indipendenti che reagirono contro le calunnie massive, con osservazioni atte a far riflettere su un sistema mediatico manipolatore… ma queste piccole voci rimanevano isolate, soppresse da un coro internazionale di informazioni deleterie…
    Quello di MJ fu, sostanzialmente, un evento di crocifissione;
    definito come uno dei casi più vergognosi nella storia del giornalismo contemporaneo…

    E, considerati i suoi rapporti sociali, affiancandone la linea temporale degli eventi, non é difficile ipotizzare che ci fosse in atto un’oscura politica nei suoi confronti, con manovre mirate al suo annientamento…

    Del resto, basta leggere i testi delle sue canzoni per intuire con chi avesse a che fare…

    Dick Gregory, in un’intervista rilasciata qualche anno prima della scomparsa di MJ, disse che l’avrebbero ben presto assassinato e poi avrebbero lasciato cadere l’argomento giustificando il tutto con droga, oppure suicidio…

  25. matteo cispo

    Grazie davvero per aver detto pubblicamente la verità………… nessuno fin’ora aveva detto una cosa del genere e questo è uno schiaffo morale a chi si è permesso di insultarlo e a tutti i media che hanno fatto credere per tutti questi anni alla gente che MJJ si schiariva perchè era razzista, cosa assolutamente falsa……………….. grz grz grz davvero

  26. lawrence

    Gran bella idea Diego!
    E’ davvero un peccato che l’interesse per M.Jackson sia solo da parte dei fans e che la sua figura sia ancora relegata all’icona pop ed alla superstar.
    Quelle erano solo vie del destino, che gli sono tornate buone per esprimersi e per comunicare. Ma, sotto quella scorza luccicante, il succo era tutt’altro.
    E c’erano pure dei semi, prima o poi germoglieranno ;–))
    Quando deciderai per le VERITA’ verremo a leggerti volentieri ed a sostenerti!

  27. Federica Cambini

    @Lawrence…
    …figuriamoci se fosse fan di Michael!!! :)))
    Grazie anche a lei per quello che ha scritto…perchè è la prova che noi fan non siamo degli invasati “a perdere”…l’aspetto artistico di Michael è più o meno riconosciuto da tutti…ma l’UOMO Michael (e non il dio Michael!!!) merita di essere conosciuto dal mondo intero per quello che era veramente: UN UOMO! Ciò di cui vado più fiera nell’essere fan di Michael Jackson è il fatto che mi aiuta ad essere una persona migliore, a rialzarmi a testa alta dopo una “caduta”, a credere nell’amore incondizionato e ad avere la speranza per un mondo migliore…sì perchè UNITI ce la possiamo fare!!!!!
    E questo articolo ne è la dimostrazione lampante!!!
    Grazie di cuore anche a lei 🙂

  28. Cristiana Blasi

    @Lawrence, dici di non essere un fan, e forse è proprio per questa tua ammissione che sono ancora di più fiera di te……grazie infinite…..questo fa bene al nostro cuore di fans…..
    @Sig. Ferad…..ha tutto il nostro appoggio, se avesse bisogno di aiuto sa dove trovarci….e non si sminuisca….magari ce ne fossero altre di persone come lei…..

  29. Cristina Jo

    Nei miei momenti di sogno penso che prima o poi il nome e la vita di Michael sarà inserita nei testi scolastici e non solo in quelli di educazione musicale, come già sta avvenendo, ma in quelli di storia, di sociologia, di psicologia, perchè lui è davvero un uomo di cui non perdere la memoria …un uomo che prima o poi avrà il riconoscimento e la giustizia che non ha avuto in vita…. e questo permettetemi di dire, è molto merito di noi fans che lo hanno sempre sostenuto e di altre poche persone intelligenti, che anche non essendo fans hanno voluto vederci chiaro, senza pregiudizi. Spero che non resti un sogno!

  30. TERESA VACCARO

    Vorrei fare i miei complimenti a Lawrence, per non essere fan di Michael Jackson è davvero informato sulle sue vicende. Ce ne vorrebbero di piu’ di persone come lei, di giornalisti che magari prima di scrivere uno scoop tanto per guadagnarci un bel gruzzoletto, si informassero di piu’ sulla verità delle cose che dicono. E un grazie particolare anche a lei Diego ,che con questa notizia ha fatto un po’ di luce su Michael, sperando che il video e l’articolo non sia stato visionato solo da noi fans , ma che abbia aperto gli occhi anche alla ” gente comune “.
    Grazie ancora….

  31. silvia bufarini

    replico i ringraziamenti a tutti e due…sembra un sogno…parlare di Michael sotto certi aspetti;è come se si stesse realizzando qualche cosa per il quale lotti da decenni.
    Michael è stato l’essenza del cambiamento,nel suo aspetto e per i motivi che sappiamo ,ma questo suo mutamento non ha modificato quello che era dentro e quello che desiderava dare…con mio grande piacere noto che i suoi gesti stanno iniziando a dare dei frutti e per quello che mi riguarda e che riguarda centinaia di suoi sostenitori,continuerò a dargli voce finchè mi sarà possibile…insieme si può tutto!!! i miei rispetti!!! LO.V.E. silvia

  32. Stefania Vigliano

    @Lawrence…mamma mia,sono esterefatta!!! Un NON fan che spende parole incredibilmente belle su Michael e afferma con forza quale orribile ingiustizia abbia dovuto subire nella sua vita! Quasi non ci credo!!! il più delle volte ci tocca leggere le più assurde nefandezze sul suo conto,cose da far rabbrividire davvero e queste tue parole sembrano la classica “boccata di aria fresca!!! grazie di cuore….ci fossero più persone intelligenti come te e Diego l’informazione ne guadagnerebbe tanto…ancora GRAZIE!!

  33. Cristina JJ

    Ho letto con le lacrime agli occhi l’intervento di Lawrence… mi stupisce che pur non essendo un fan di Michael Jackson sia riuscito a vedere la VERITA’ e a trascriverla qui in modo così limpido e oggettivo.
    Grazie di cuore a Diego e Lawrence, siete delle persone davvero speciali.
    Uno dei miei desideri più grandi è che il resto del mondo si svegli, che apra gli occhi e veda finalmente la verità su Michael.
    Forse il mio sogno sta per diventare realtà…

  34. Maria Cristina

    @ Lawrence e per Fortuna, che non sei un fan…di MJ, mi hai colpito moltissimo con le tue parole, mai avevo letto degli elogi di questo genere, rivolte a Michael Jackson, ma soprattutto, non credendo alle notizie, sei andato a vedere cosa c’era di vero ed hai constatato, che non c’era niente e la verità era ben altra, GRAZIE INFINITE!!!
    @ Diego e che dire di Lei…Grazie dal Profondo del Mio Cuore e come me, penso anche dall’immenso numero di fans di Michael Jackson. E’ stato l’unico a rettificare le false notizie, sulla pelle di MJ; svergognando ben bene quegli individui, che hanno la convinzione di essere dei ” grandi giornalisti professionisti “, pensando soltanto a fare lo scoop e a riempirsi le tasche di soldi, senza andare oltre la notizia, solo per distruggere la persona famosa, come è successo a Michael Joseph Jackson e questo è un grande rammarico….per Fortuna c’è Lei a risanare un po’ la situazione….Grazie 1000, per quello, che ha fatto e se ha bisogno, di altre notizie per altre informazioni, per altre idee, si rivolga pure a Noi Fans!

  35. lawrence

    …ragazzi cari, grazie per gli apprezzamenti ma sono soprattutto un fan della corretta informazione.
    E Michael Jackson ne ha fatte le spese.
    Come tanti altri del resto.
    Ma qui stavamo parlando di lui, quindi…
    quello che voglio dire é che l’impegno per risanare un ambiente mediatico subdolo, sarebbe auspicabile sempre, non solo quando un personaggio famoso ci affascina…
    C’é però d’aggiungere che, nel qual caso si tenti di rettificare un atteggiamento corrotto, può diventare più effettivo se si prende ad esempio una figura nota ;–))

    Jackson é già sui libri di scuola, per forza, é Storia Contemporanea!

    Spero però che, oltre la sua genialità, venga considerata la vicenda sociale in cui si é trovato intrappolato e, senza togliere nulla alla sua spiccata personalità, si prendano in seria considerazione i netti parametri che l’hanno ostacolata.

    Perché succede sempre che il vero nocciolo della questione non sia ben focalizzato e, purtroppo, tanti altri sconosciuti viventi, senza alcuna possibilità di replica, non avranno mai voce.
    E’ questo che a me sta veramente a cuore.

    Le verità su Jackson sono un esempio, una via per tante altre verità.
    L’importante é avere uno spazio sereno e ricettivo per poterne parlare, e Diego non si é negato nel metterlo subito a disposizione, senza alcun preconcetto.

  36. laura rossi

    Grazie a Lawrence. E’ la riprova che le menti aperte sanno andare al di là delle mere notizie di gossip. Ringrazio nuovamente il Sig. Sassi e aggiungo che ho spedito una mail contenente del materiale che riguarda altre verità nascoste su Michael Jackson. Tra poco ricorrerà il terzo annivversario della sua morte: se pubblicherete articoli e video riguardo le altre verità nascoste, sarà un modo onorevole per ricordarlo, non trovate? Mi riferiso alle false accuse di molestie su minore, alla sua filantropia, alla sua spiritualità….Grazie.

  37. laura rossi

    Dimenticavo: ho inviato anche del materiale tratto dal processo Murray che fa vedere l’omicidio Jackson sotto un’ottica diversa da quella dell’omicidio colposo; forse potreste pubblicare qualcosa anche riguardo alla sua morte…

  38. Sara L.

    La ringrazio infinitamente per questa rettifica onesta e professionale. Tutto ciò Le fa onore!
    Sara

  39. miki

    ce ne sono altre di leggende metropolitane su mike..tipo che dormisse in una bara iperbarica(ci si mise dentro per provarla dopo l’ustione alla testa dell’84 sul set della pepsi) e qualcuno gli scatto’ 2 o 3 foto e probabilmente ancora ci campa…o che avesse il terrore dei microbi e quindi di essere toccato..( sin da ragazzino andava per ospedali dove l’aids,piu’ avanti,non lo spavento’ minimamente.) ricordiamo RYAN -.- e tante altre ,senza menzionare le vili accuse volute dall’alto dei governi(n.w.o.) l’energia di mike è talmente forte che tra un po’ saranno 4 anni dalla “scomparsa” e siamo sempre piu’ affamati di lui,credo sia diventato come un fratello,o un amico speciale da proteggere….grazie e continuiamo cosi’ 🙂

  40. Miriam

    Sono così contenta che finalmente qualcuno abbia fatto un articolo che fa emergere la verità. Ci vorrebbero dei giornalisti come voi, perché la società di adesso crede sempre ai giornali e magari se questi ultimi dicessero la verità sarebbe meglio.
    Davvero grazie. Michael merita giustizia. Ha sempre cercato di far emergere la verità, ma purtroppo nessuno lo ha mai ascoltato se non i suoi fans.
    Spero continuerete in questo modo. La verità deve emergere una volta per tutte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *