Tremonti e Berlusconi

Manovra economica, il Governo dà il via libera. Berlusconi: “Alla fine ci sarà la fiducia”

[ADSENSE 1]

Deficit zero nel 2014: questo il piano del Governo. Dividendo la manovra in 4 tranche differenti: 1,5 miliardi nel 2011, 5,5 nel 2012 e 20 miliardi di euro nel biennio 2013-2014. E , in conferenza stampa al termine del , chiede il confronto dell’opposizione in Parlamento, anche se dichiara che “alla fine ci sarà la fiducia”: la 45esima di questo esecutivo.

La discussione alla Camera è attesa per il 25 luglio prossimo. Interessante valutare che l’argomento più “spinoso” sono i tagli ai costi della politica, i quali, stranamente, finiscono in coda nella manovra: saranno effettuati a partire dalle prossime elezioni, con estremo gaudio del Ministro Rotondi (vedi articolo). Resta da valutare se il Governo che si insedierà nelle prossime elezioni non cancellerà questa “parte” della .

Il Ministro dell’Economia ha posto l’accento sul combinato “fra “rigore e sviluppo”, che proietterà il sistema produttivo dentro la globalizzazione: previsione di un maggiore favore fiscale per i nuovi contratti in accordo con organizzazioni di settore e sindacati, liberalizzazione nel collocamento al lavoro e riforma radicale dei processi (in conferenza stampa si parla solo di durata del “processo civile”).

Le misure previste spaziano dalla tassa sui SUV che toccherà solo le auto con oltre 225KW, ai tagli a Regioni, Province e Comuni, alla liberalizzazione degli orari dei negozi, l’accorpamento di enti e tagli ai costi della politica (anche se non è chiaro se vi sarà il taglio allo stipendio dei Ministri come dichiarato dal Ministro Saverio Romano, vedi articolo).

Redazione YouFOCUS.TV

[ADSENSE 2]




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *