L'Europa 'ferita' dal fuoco di Notre-Dame, gli impegni dell'UE aiutano

STRASBURGO (Reuters) – La devastazione della cattedrale di Notre Dame a Parigi è un duro colpo per tutta l’Europa e tutta l’Europa contribuirà alla sua ricostruzione, i leader dell’Unione europea hanno dichiarato martedì al Parlamento europeo a Strasburgo.

Una veduta mostra la Cattedrale di Notre-Dame dopo che un enorme incendio ha devastato gran parte della gemma gotica a Parigi, in Francia, il 16 aprile 2019. REUTERS / Gonzalo Fuentes

“L’Europa è stata ferita. La Francia è stata ferita. Parigi è stata ferita “, ha detto il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker ai legislatori, promettendo la” solidarietà “dell’UE.

Diversi oratori in un dibattito sul summit della Brexit della scorsa settimana hanno usato l’incendio nel punto di riferimento medievale per sottolineare gli argomenti secondo cui l’Unione rappresenta una società europea comune profondamente radicata.

“Siamo tutti un po ‘in lutto”, ha detto Juncker. “Ieri è stato un giorno terribile per tutti coloro che amano la Francia e che amano Parigi.

“In tutte le nostre vite, Parigi non è un posto neutrale. È un posto di cui ci innamoriamo di nuovo. Vedere questa città in preda a una tragedia, che non è solo architettonica, ma tocca la vita del popolo francese, essere distrutto dalle fiamme è straziante “.

Donald Tusk, l’ex premier polacco che presiede i vertici dei leader nazionali dell’UE, ha osservato che la sua città baltica di Danzica è stata rasa al suolo nella seconda guerra mondiale ma è stata ricostruita.

“Vorrei dire parole di conforto e solidarietà con tutta la nazione francese di fronte alla tragedia di Parigi”, ha detto Tusk.

“RICORDERETE”

“Ricostruirai anche la tua cattedrale. Da Strasburgo, la capitale francese dell’Unione europea, invito tutti i 28 Stati membri a prendere parte a questo compito.

“So che la Francia potrebbe farcela da sola, ma in gioco qui c’è qualcosa di più che un semplice aiuto materiale. L’incendio della cattedrale di Notre Dame ci ha nuovamente resi consapevoli del fatto che siamo legati da qualcosa di più importante e più profondo dei trattati “.

Il leader conservatore britannico di Brexit in parlamento, Syed Kamall, ha detto che è tempo di mettere da parte la politica: “Spero che tutti possiamo venire insieme, siano essi britannici, europei o extraeuropei, che si uniscano e facciano la nostra parte in quella ricostruzione “.

Il presidente del Parlamento, Antonio Tajani, ha invitato i 751 membri a donare il loro stipendio giornaliero. Parlando in francese, ha detto: “Come ex residente a Parigi, come italiano, come europeo, il mio cuore è ferito, come tutti i nostri cuori, da quello che è successo ieri a Parigi”.

Segnalazione di Alastair Macdonald, Alissa de Carbonnel e Clare Roth a Bruxelles; Scritto da Alastair Macdonald; Montaggio di Raissa Kasolowsky

Fonte immagine: https://www.pexels.com/ (https://www.pexels.com/photo/big-ben-bridge-castle-city-460672/)

Luigi Salmone

Luigi Salmone

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *