Le azioni asiatiche si immergono nella cautela sulla crescita globale, i guadagni degli Stati Uniti

SHANGHAI (Reuters) – Le azioni asiatiche si sono indebolite venerdì perché la trepidazione prima dell’inizio della stagione degli utili societari negli Stati Uniti e l’ansia di fondo sulle prospettive di crescita globale hanno eclissato alcuni dati economici statunitensi rassicuranti.

FOTO FOTO: I pedoni sono riflessi su una lavagna elettronica che mostra i prezzi delle azioni al di fuori di una società di intermediazione a Tokyo, in Giappone, 27 dicembre 2018. REUTERS / Kim Kyung-Hoon

Si prevede che le azioni in Europa si aprano leggermente più in alto, con i futures Euro Stoxx 50 pan-region in crescita dello 0,03% a 3.366 nei primi scambi europei. I futures tedeschi DAX sono diminuiti dello 0,02% a 11.971,5 e quelli del FTSE sono aumentati dello 0,2% a 7.377.

L’indice più ampio di MSCI delle azioni Asia-Pacifico al di fuori del Giappone era in calo dello 0,1%, avendo in precedenza segato in un intervallo ristretto.

Nonostante l’ampia debolezza della regione, con i blue-chip cinesi in calo dello 0,4 percento rispetto al rilascio dei dati commerciali di marzo, l’aumento dei prezzi del minerale di ferro cinese ha contribuito a spingere l’indice australiano S & P / ASX 200 in rialzo dello 0,85 percento.

L’indice azionario giapponese Nikkei ha guadagnato lo 0,7 percento.

Michael McCarthy, chief market strategist presso CMC Markets and Stockbroking di Sydney, ha detto che i mercati sono in “tenuta” in attesa dei dati commerciali cinesi e della stagione degli utili negli Stati Uniti.

Matt Simpson, analista di mercato senior presso GAIN Capital a Singapore, ha detto che un cambio accomodante da parte delle banche centrali, insieme ai possibili progressi su un accordo commerciale USA-Cina e il discorso del presidente degli Stati Uniti Donald Trump potrebbe aiutare a sostenere le azioni nelle prossime settimane .

“La discrezionalità del consumatore e la tecnologia dell’informazione sono più che sovraperformanti rispetto al rimbalzo S & P 500, e questo è generalmente quello che si vede all’inizio di una ripresa, non vicino alla fine di un ciclo”, ha affermato.

La tiepida performance dei mercati asiatici del venerdì ha seguito una sessione incerta a Wall Street che ha lasciato i maggiori indici calpestare l’acqua, incorniciata dall’ansia prima degli utili societari e dalle preoccupazioni per un rallentamento economico globale, che ha limitato i guadagni derivanti da ottimistici dati economici statunitensi.

Il Dow Jones Industrial Average è sceso dello 0,05% a 26.143,05, l’indice S & P 500 ha chiuso piano a 2,888,32 e il Nasdaq Composite è sceso dello 0,21% a 7,947,36.

Aspettative allentate per un brusco rallentamento della crescita negli Stati Uniti sono stati i dati che hanno mostrato che il numero di domande di deposito americane per sussidi di disoccupazione è sceso a un minimo di 49-1 / 2 settimane la scorsa settimana

Il vicepresidente della Federal Reserve, Richard Clarida, ha commentato che l’economia americana è in un “buon posto” ma ribadire la pazienza della Fed in termini di aumenti dei tassi, ha anche contribuito a rassicurare gli investitori.

“Uno degli aspetti più importanti degli ultimi giorni è stato l’ampio calo della volatilità nei mercati”, hanno detto in una nota del mattino gli analisti della National Australia Bank (NAB).

Il NAB attribuiva la muta reazione agli eventi recenti a cambiamenti di politica accomodanti da parte delle banche centrali, i segnali che le misure di stimolo della Cina stanno avendo un effetto, i colloqui commerciali USA-Cina continuati e il ritardo Brexit.

Christine Lagarde, direttore generale del Fondo Monetario Internazionale, ha detto oggi che il ritardo di sei mesi dell’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea evita il “terribile risultato” di una Brexit “senza accordo”, ma non fa nulla per sollevare l’incertezza sull’esito finale .

Sottolineando le minacce per l’economia globale, il vice direttore generale dell’FMI Mitsuhiro Furusawa ha avvertito che un rallentamento più grande del previsto nell’economia cinese rimane un rischio chiave.

I rendimenti dei titoli del Tesoro USA sono diminuiti progressivamente in seguito al cauto arretramento delle azioni, dopo che in precedenza erano aumentati i dati sulle richieste di sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti, i prezzi dei produttori più forti e un’asta obbligazionaria di 30 anni debole.

Venerdì, il rendimento dei titoli del Tesoro decennali di riferimento è sceso al 2,4969 percento rispetto alla chiusura USA del 2,504 percento di giovedì.

Nei mercati valutari, il dollaro è salito dello 0,13% rispetto allo yen a 111,79, ma un forte guadagno dell’euro, che è salito dello 0,32% sul giorno per acquistare $ 1,186, ha spinto l’indice del dollaro a 0,17% a 97.011.

I commercianti hanno detto che la domanda per l’euro è balzata sulla speculazione dell’aumento della domanda da parte di una banca giapponese, i piani per l’acquisto di un business finanziario miliardario da miliardi di dollari da una banca tedesca.

Il greggio degli Stati Uniti è salito dello 0,42% a $ 63,85 al barile, mentre il greggio Brent è cresciuto dello 0,37% a $ 71,09 al barile.

L’oro è scivolato più in alto dopo essere sceso di oltre l’1 per cento giovedì per infrangere sotto il livello chiave di $ 1300 dopo i solidi dati USA. L’oro spot è stato scambiato a $ 1.293,24 per oncia.

(GRAFICO: volatilità caduta – tmsnrt.rs/2X40O8U)

Segnalazione di Andrew Galbraith; Segnalazione aggiuntiva di Shinichi Saoshiro in TOKYO; Montaggio di Shri Navaratnam e Richard Borsuk

Fonte immagine: https://www.pexels.com/ (https://www.pexels.com/photo/woman-holding-pink-tulips-1386604/)

Luigi Salmone

Luigi Salmone

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *