Le auto Volvo in Europa saranno in grado di avvertirsi reciprocamente in merito a condizioni stradali pericolos

Volvo sta adottando una tecnologia che ha permesso ad alcuni dei suoi veicoli di comunicare tra loro sulle condizioni stradali pericolose e di espandersi in tutta Europa nel tentativo di aumentare la sicurezza, ha annunciato il produttore automobilistico lunedì.

Volvo ha introdotto per la prima volta il sistema Hazard Light Alert e Slippery Road Alert nel 2016 sulle vetture Volvo Serie 90. Ma era limitato ai conducenti in Svezia e Norvegia. La prossima settimana Volvo renderà il sistema disponibile per i conducenti in tutta Europa.

Il sistema sarà una caratteristica standard su tutti i veicoli modello 2020 in Europa. Il sistema può essere adattato anche su modelli precedenti, ha detto Volvo.

La tecnologia di comunicazione da veicolo a veicolo che abilita il sistema Hazard Light Alert e Slippery Road Alert utilizza una rete basata su cloud per comunicare tra veicoli. Ad esempio, quando un veicolo Volvo equipaggiato accende la luce di emergenza, viene inviato un segnale a tutte le auto Volvo vicine collegate al servizio cloud.

L’allarme stradale scivoloso funziona raccogliendo in modo anonimo le informazioni sulla superficie stradale dalle auto più avanti sulla strada e avvisando i conducenti che si avvicinano in anticipo a una sezione stradale sdrucciolevole.

“Condividere dati di sicurezza in tempo reale tra le auto può aiutare ad evitare incidenti”, ha detto Malin Ekholm, responsabile del Volvo Cars Safety Center. “I proprietari di Volvo contribuiscono direttamente a rendere le strade più sicure per altri conducenti che abilitano la funzione, mentre beneficiano anche di allarmi precoci a condizioni potenzialmente pericolose future”.

L’espansione del sistema è l’ultima di una serie di sforzi di Volvo per migliorare la sicurezza all’interno del proprio portafoglio e in tutto il settore. Volvo ha dichiarato, come parte del suo annuncio, di aver aperto una biblioteca digitale centrale di tutte le sue ricerche sulla sicurezza passate, risalenti agli anni ’70.

Volvo Cars ha ribadito la sua richiesta al resto dell’industria automobilistica di unirsi a esso nel condividere dati anonimi relativi alla sicurezza del traffico tra i marchi automobilistici.

All’inizio di quest’anno, Volvo ha affermato che limiterebbe la velocità su tutti i nuovi veicoli, a cominciare dai modelli del 2020, a circa 111 miglia all’ora.

Prevede inoltre di integrare i sistemi di monitoraggio dei conducenti nei veicoli di nuova generazione, basati su SPA2, a partire dai primi anni del 2020. Questo sistema sarà in grado di agire se il conducente è distratto o intossicato. La fotocamera e altri sensori monitoreranno il guidatore e interverranno

LEGGI DI PIÙ…

Fonte immagine: https://morguefile.com/ (https://morguefile.com/)

Luigi Salmone

Luigi Salmone

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *