L'avvocato ex-Obama Craig ha accusato la sonda spin-off di Mueller per aver mentito sul lavoro in Ucraina

WASHINGTON (Reuters) – Greg Craig, che è stato l’ex avvocato della Casa Bianca del presidente Barack Obama, è stato accusato giovedì di aver mentito sul lavoro svolto nel 2012 per l’Ucraina in un caso che è scaturito dall’indagine sulla Russia del consigliere speciale Robert Mueller.

FOTO FOTO: L’avvocato Greg Craig parla ai giornalisti sull’esito della decisione delle corti in merito a Elian Gonzalez, a Washington, USA, 1 giugno 2000. REUTERS / Brendan McDermid / File Photo

Craig, 74 anni, rischia fino a 10 anni di carcere per l’accusa di aver reso dichiarazioni false e di aver violato una legge di lobbying.

È accusato di aver mentito al Dipartimento di Giustizia riguardo al suo lavoro dopo aver lasciato la Casa Bianca per una revisione legale che ha ampiamente giustificato la prosecuzione di un nemico politico di Viktor Yanukovych, il presidente dell’Ucraina allineato in Russia all’epoca.

Gli avvocati di Craig hanno definito l’accusa “ingiusta e fuorviante” e hanno dichiarato che si dichiarerà non colpevole.

Skadden, Arps, Slate, Meagher e Flom LLP, lo studio legale di New York che ha prodotto il rapporto, hanno concordato in gennaio di consegnare i 4,6 milioni di dollari che è stato pagato e registrarsi retroattivamente come agente straniero, come parte di un accordo con il Dipartimento di Giustizia .

Skadden ha prodotto il rapporto di 187 pagine per volere di Paul Manafort, ex presidente della campagna presidenziale di Donald Trump, che attualmente sta scontando una pena detentiva di 7 1/2 anni per lobbismo di violazioni e crimini finanziari.

Manafort era apparentemente soddisfatto del lavoro di Craig.

“Sei” L’UOMO “,” ha scritto Craig in una e-mail dopo che il rapporto ha ricevuto una copertura mediatica favorevole, secondo l’accusa.

Il rapporto doveva essere una revisione obiettiva del procedimento giudiziario del governo ucraino di Yulia Tymoshenko, l’ex primo ministro del paese che è stato condannato nel 2011 per accuse di corruzione e condannato a sette anni di prigione.

Ha criticato il comportamento di Tymoshenko durante il processo e ha concluso che i suoi diritti sul giusto processo non sono stati violati, ma ha anche affermato di essere stata impropriamente imprigionata durante il processo.

Il rapporto è stato utilizzato dal governo di Yanukovych per giustificare la detenzione preventiva di Tymoshenko alla Corte europea dei diritti umani e influenzare i legislatori statunitensi.

Yanukovich era uno dei principali clienti di lobbying di Manafort.

FINANZIATO DA MILILLARIARI UCRAINO

Secondo l’accusa, Craig coprì alcuni aspetti del suo lavoro al fine di evitare la registrazione come agente straniero ai sensi della FARA (Foreign Agents Registration Act), una legge raramente applicata che fu promulgata nel 1938 per contrastare la propaganda nazista.

Se Craig avesse rispettato la legge, sarebbe stato costretto a rivelare che i finanziamenti per la relazione provenivano in gran parte da Viktor Pinchuk, un miliardario ucraino. Pinchuk ha pagato la ditta $ 4 milioni per il suo lavoro, secondo i documenti di Skadden fatti come parte del suo accordo.

Il governo ucraino ha pagato solo Skadden $ 12.000 – un importo così basso da destare sospetti nei media ucraini.

Craig ha anche omesso di rivelare che Skadden stava aiutando contemporaneamente l’accusa di Tymoshenko su altre accuse, dicono i pubblici ministeri.

“Sarebbe un danno enorme per la credibilità” del rapporto, Craig ha scritto in una e-mail ad altri avvocati di Skadden, secondo l’accusa.

Gli avvocati di Craig hanno negato di aver mentito sulla sua attività.

“Sig. Craig non ha interesse a ingannare l’unità FARA perché non ha fatto nulla che richiedesse la sua registrazione. Questo è ciò che sarà questo processo “, hanno detto in un comunicato gli avvocati William Taylor e William Murphy.

Craig in privato aveva riserve sul trattamento di Tymoshenko, ma le ha lasciate fuori dal rapporto, ha detto l’accusa.

“La prova dell’intenzione criminale – cioè, che intendeva commettere un crimine – è praticamente inesistente”, ha scritto in un memorandum che non è stato incluso nel rapporto, secondo le accuse.

Durante il suo mandato come consigliere della Casa Bianca di Obama da gennaio 2009 a gennaio 2010, Craig ha guidato lo sforzo dell’amministrazione di chiudere la prigione militare statunitense a Guantanamo Bay, a Cuba. Ha anche rappresentato l’ex presidente Bill Clinton durante il processo per l’impeachment del Senato del 1998.

Un altro avvocato di Skadden, Alex van der Zwaan, si è dichiarato colpevole l’anno scorso a mentire agli investigatori sulla relazione.

Il caso di Craig deriva dall’indagine di Mueller di 22 mesi sul fatto che la campagna presidenziale di Trump abbia funzionato con la Russia per influenzare le elezioni del 2016.

Questa indagine ha portato ad accuse contro 34 persone, tra cui agenti russi ed ex alleati chiave di Trump, ma il Ministro della Giustizia William Barr ha detto il mese scorso che Mueller non ha trovato prove sufficienti per accusare Trump o altri di cospirazione criminale.

Barr ha anche detto che ha deciso che non c’erano prove sufficienti per caricare Trump con ostruzione alla giustizia. Si prevede che rilasci una versione redatta del rapporto finale di Mueller al Congresso la prossima settimana.

Segnalazioni aggiuntive di Tim Ahmann e Nathan Layne; montaggio di Doina Chiacu, Lisa Shumaker e Bill Berkrot

Fonte immagine: https://morguefile.com/ (https://morguefile.com/)

Luigi Salmone

Luigi Salmone

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *