L'autore di fantascienza Gene Wolfe è morto

Gene Wolfe, autore di “Il libro del nuovo sole” e altre acclamate opere di fantascienza e fantasia, è morto domenica all’età di 87 anni.

Secondo Locus, la sua morte è arrivata dopo una lunga lotta con le malattie cardiache.

Mentre Wolfe non è mai stato così famoso come alcuni dei suoi colleghi, la sua scrittura è stata amata intensamente dai suoi fan. Ursula Le Guin, per esempio, lo chiamava “il nostro Melville”, mentre Michael Swanwick lo descriveva come “il più grande scrittore in lingua inglese vivo oggi”.

Quel livello di lode (e il confronto tra la sua opera più famosa e “Ulisse” di James Joyce) potrebbe sembrare iperbolico, a meno che tu non abbia effettivamente letto i suoi migliori romanzi e storie. Per alcuni, la sceneggiatura di Wolfe rappresenta la rivendicazione più forte della fantascienza verso la creazione di lettere maiuscole.

Il libro in quattro volumi “Book of the New Sun”, pubblicato tra il 1980 e il 1983, rimane la sua opera singola più famosa. Racconta la storia di Severian, un torturatore errante sulla Terra (“Urth”), miliardi di anni nel futuro. La sceneggiatura di “New Sun” è evocativa e complicata, con un narratore inaffidabile che spiega in modo obliquo l’ambientazione del futuro lontano di Wolfe.

La reputazione di Wolfe per la densità e la difficoltà potrebbe aver spaventato alcuni lettori, ma è anche stata incoraggiata con un’attenta rilettura ed esegesi entusiasta dai suoi più devoti lettori. E questa reputazione sottintende il piacere della scrittura di Wolfe.

Decifrare le sue storie migliori è divertente , così come è divertente esplorare la vasta città di Nessus in “L’ombra del torturatore”. Poteva anche usare quel talento per sottigliezza per creare una storia dell’orrore inquietante come “L’albero è il mio cappello”, o uno studio di carattere altrettanto inquietante come “The Death of Doctor Island.” (Il motivo per cui Wolfe ha scritto quest’ultima storia, e il simile titolo “Il dottore di Death Island” e “Death of the Island Doctor” è uno dei miei preferiti frammenti di fantascienza.)

E poi c’è “Forlesen”, una fantasia surreale dell’aldilà che in qualche modo comprime un’intera vita di lavoro in ufficio in un solo giorno. Alla fine, il personaggio titolare chiede: “Voglio sapere se si intende qualcosa. Se cosa

LEGGI DI PIÙ…

Fonte immagine: https://morguefile.com/ (https://morguefile.com/)

Luigi Salmone

Luigi Salmone

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *