L'attivista per la Brexit Boris Johnson sarà il prossimo leader conservatore del Regno Unito: la BBC

LONDRA (Reuters) – Boris Johnson, il volto della campagna per la Gran Bretagna di lasciare l’Unione europea, ha detto oggi che sarà candidato a sostituire il primo ministro Theresa May come leader conservatore.

L’ex ministro degli Esteri britannico Boris Johnson tiene un discorso al quartier generale della JCB a Rocester, nello Staffordshire, in Gran Bretagna, il 18 gennaio 2019. REUTERS / Andrew Yates

Maggio ha detto che si dimetterà prima della prossima fase dei negoziati sulla Brexit sebbene non abbia ancora fissato una data per la sua partenza.

“Certo che ho intenzione di farlo”, ha detto Johnson alla BBC presso l’associazione britannica Insurance Brokers.

Johnson si è dimesso dal gabinetto lo scorso luglio per protestare contro la gestione dei negoziati di uscita a maggio.

L’ex ministro degli Esteri e sindaco di Londra, Johnson ha presentato il suo discorso ai membri dei conservatori in un discorso alla conferenza annuale del partito in ottobre – alcuni membri hanno fatto la fila per ore per ottenere un seggio.

Ha invitato il partito a tornare ai suoi valori tradizionali di bassa tassazione, forte potere di polizia e di non seguire le politiche del partito laburista di sinistra.

Le probabilità di scommessa indicano che è il candidato principale a sostituire maggio e ha una probabilità del 28% di essere il prossimo primo ministro.

Se Johnson diventasse primo ministro sarebbe l’ultima svolta in una carriera movimentata per l’uomo, invariabilmente chiamato semplicemente “Boris”, conosciuto in Gran Bretagna e altrove per il suo personaggio da clown e la sua spettinata mop di capelli biondi.

La sua capacità di incantare le persone con il suo spirito arguto e lo stile eccentrico lo ha aiutato a scrollarsi di dosso una serie di scandali, incluso il suo licenziamento dal gruppo politico del partito mentre era in opposizione per aver mentito su una relazione extraconiugale.

Johnson ha una lunga storia di gaffe e scandali. Come ministro degli Esteri, ha paragonato il presidente francese a una guardia della Seconda guerra mondiale che ha inflitto pestaggi di punizione e ha catturato la telecamera recitando un poema di epoca coloniale in un tempio sacro in Myanmar.

Si prevede che diversi conservatori senior entreranno nel concorso per la leadership, con il vincitore che diventerà anche primo ministro.

Il ministro per lo sviluppo internazionale Rory Stewart e l’ex ministro delle politiche e delle pensioni Esther McVey hanno annunciato che correranno e il leader della Camera dei Comuni Andrea Leadsom ha dichiarato che sta “considerando” la posizione.

Altri possibili contendenti includono ex e attuali membri del gabinetto, tra cui il ministro dell’ambiente Michael Gove, il ministro degli interni Sajid Javid e il ministro degli esteri Jeremy Hunt.

Segnalazione di Andrew MacAskill; montaggio di Stephen Addison / Guy Faulconbridge

Fonte immagine: https://www.pexels.com/ (https://www.pexels.com/photo/working-in-a-group-6224/)

Luigi Salmone

Luigi Salmone

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *