La politica richiede ai membri del servizio di servire nel loro sesso biologico.

La nuova politica del Pentagono che pone limiti al servizio militare degli individui transgender entrerà in vigore venerdì, quasi due anni dopo che il presidente Donald Trump ha twittato di voler vietare alle persone transgender di prestare servizio nell’esercito degli Stati Uniti.

La nuova politica richiede in gran parte membri del servizio e coloro che desiderano unirsi all’esercito per aderire agli standard associati al loro sesso biologico.

I membri del servizio diagnosticati con disforia di genere, definiti come “una marcata incongruenza tra il proprio genere / sesso espresso / assegnato e genere assegnato … associato a disagio clinicamente significativo e compromissione del funzionamento”, non saranno più consentiti interventi medici per la transizione di genere a meno che non siano attualmente nel processo di ricevere cure mediche. E gli individui transgender che hanno ricevuto ormoni o interventi chirurgici legati alla loro transizione non possono più entrare a far parte dell’esercito, anche se possono dimostrare la stabilità nel loro genere preferito.

(Dipartimento della Difesa) Un grafico pubblicato dal Pentagono mostra come le persone saranno influenzate dalla nuova politica transgender.

Il Pentagono afferma che la nuova politica non è un divieto per gli individui transgender, dicendo “tutte le persone continueranno a essere trattate con dignità e rispetto”.

Una serie di azioni legali sono state archiviate dopo che Trump ha chiesto il divieto a luglio 2017. Da allora non ha twittato sul problema.

Dopo aver consultato i miei generali ed esperti militari, si prega di notare che il governo degli Stati Uniti non accetterà o consentirà ……

– Donald J. Trump (@realDonaldTrump), 26 luglio 2017

…. Le persone transgender da servire a qualsiasi titolo nell’esercito degli Stati Uniti. I nostri militari devono essere focalizzati su decisivi e travolgenti …..

– Donald J. Trump (@realDonaldTrump), 26 luglio 2017

…. la vittoria e non può essere gravata dalle tremende spese mediche e dalle interruzioni che il transgender nell’esercito comporterebbe. Grazie

– Donald J. Trump (@realDonaldTrump), 26 luglio 2017

Il mese scorso un giudice federale ha revocato l’ultima ingiunzione del divieto, consentendo al Pentagono di procedere alla sua attuazione della nuova politica. Nel frattempo, quattro procedimenti giudiziari pendenti procederanno in tribunali in tutto il paese con i querelanti che sostengono che il divieto sia incostituzionale.

In preparazione dell’entrata in vigore della politica di venerdì, un portavoce del Pentagono ha dichiarato a ABC News che i fogli informativi sono stati forniti a fornitori di servizi medici militari, membri del servizio, candidati, comandanti, reclutatori e a quelli nel campo delle risorse umane.

I membri dei servizi transgender che stavano scontando il loro genere preferito prima del venerdì saranno sottoposti a un trattamento di nonno sotto la politica dell’amministrazione Obama, che ha permesso alle persone transgender di servire apertamente.

“Ci sono persone transgender che si sono affrettate a cercare di sbrigarsi, uscire e iniziare il processo di transizione in modo che possano essere incluse in questo cosiddetto gruppo del nonno”, ha detto Shannon Minter, uno dei principali avvocati per due delle cause presentato contro la politica. “Quindi è stata una fonte di enorme stress e ansia”.

Minter, un transgender e il direttore legale del NCLR, hanno descritto i membri del servizio transgender come in uno “stato di disperazione” e temono che la nuova politica sia implementata. Ha detto che i militari perderanno persone qualificate e altamente qualificate dal servizio a causa della loro identità di genere e che la nuova politica potrebbe “incoraggiare pregiudizi e discriminazioni”.

“Questo è assolutamente ‘Non chiedere, non dire’ per le persone transgender”, ha detto Minter a ABC News, riferendosi alla politica del Pentagono negli anni ’90 e nei primi anni 2000 che vietava ai membri di servizio gay e lesbiche di servire apertamente in uniforme.

In un messaggio ai marinai in anticipo sulla nuova politica, la Marina disse che alle persone era permesso “vivere socialmente” nel loro genere preferito mentre non erano in servizio, purché si conformassero agli standard associati al loro sesso biologico mentre erano in uniforme.

“Non esiste una politica che vieti la capacità di un membro del servizio di esprimersi fuori servizio nel loro genere preferito”, hanno detto i funzionari in un messaggio amministrativo della Marina rilasciato di recente, secondo Military.com che ha ottenuto la guida. “Un abbigliamento civile appropriato, come delineato nei regolamenti uniformi, non sarà determinato in base al genere”.

(Manuel Balce Ceneta / AP) Da sinistra, membri militari transgender della Marina Lt. Cmdr. Blake Dremann, capitano dell’esercito Alivia Stehlik, capitano dell’esercito Jennifer Peace, sergente del personale dell’esercito. La terza classe di Patricia King e della Sottufficiale della Marina Akira Wyatt, partecipa a una sottocommissione sui servizi armati della Camera sull’audizione del personale militare a Capitol Hill, 27 febbraio 2019.

Eppure il Pentagono ha detto che la politica non richiede ai membri dei servizi transgender di nascondere la loro identità di genere.

“Il genere è un aspetto fondamentale dell’identità di una persona”, ha detto Minter. “Non può essere attivato e disattivato come un interruttore, e la nozione stessa di richiedere a una persona non transgender di farlo sarebbe immediatamente riconosciuta come crudele e irrealizzabile, ed è altrettanto crudele e irrealizzabile per le persone transgender”.

Il Pentagono afferma che circa 9.000 membri del servizio si identificano come transgender.

In un’udienza di quest’anno, un alto funzionario della difesa ha dichiarato al Congresso che la politica dell’amministrazione Obama “degraderebbe la prontezza militare” a lungo termine. Ma i quattro capi di servizio dell’Esercito, della Marina, dell’Aeronautica e del Corpo dei Marines hanno testimoniato pubblicamente che la presenza di membri del servizio transgender non ha avuto alcun effetto sulla coesione, la disciplina o il morale dell’unità – un sentimento richiamato dai membri attivi del servizio di transgender.

I funzionari della difesa sono stati interrogati dai giornalisti lo scorso mese per i dati che mostrano che le persone transgender hanno un effetto negativo sulla prontezza militare e sulla coesione unitaria, ma i funzionari hanno ammesso che non esiste perché il Pentagono non tiene traccia dei membri dei servizi transgender. Invece, i funzionari hanno fatto riferimento al gruppo di esperti riunito dall’ex Segretario alla Difesa James Mattis che ha usato il proprio giudizio militare e professionale per formulare raccomandazioni politiche.

La politica transgender completa per il servizio militare è disponibile qui.

Fonte immagine: %% image_source_website %% (%% image_source_url %%)

Luigi Salmone

Luigi Salmone

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *