La nuova guida USPTO può aprire la strada a più brevetti tecnologici

James J. DeCarlo Contributor

James J. DeCarlo

è un azionista del gruppo di proprietà sulla proprietà intellettuale di Greenberg Traurig. Un avvocato specializzato in brevetti registrati, è attivamente coinvolto in quasi tutti gli aspetti della consulenza sulla proprietà intellettuale. Ha trascorso quasi 30 anni a litigare, concedere licenze e procurare brevetti nei settori software, hardware, internet e networking, tra molti altri. Mr. DeCarlo può essere raggiunto a

decarloj@gtlaw.com

.

Chinh H. Pham Contributor

Chinh H. Pham

conduce Greenberg Traurig’s Emerging Technology Practice ed è co-presidente del gruppo di studio sulla proprietà intellettuale di Boston Office. È un avvocato specializzato in brevetti registrati con particolare esperienza nella creazione strategica, implementazione e protezione dei diritti di proprietà intellettuale per i clienti di alta tecnologia. Mr. Pham può essere raggiunto a

phamc@gtlaw.com

.

Il 4 gennaio 2019 , l’USP Patent and Trademark Office (USPTO) ha pubblicato una nuova guida per gli esaminatori di brevetti (“la guida”) per l’ammissibilità del tema. La guida aggiornata potrebbe avvantaggiare qualsiasi richiedente di brevetti tecnologici che abbia un’invenzione relativa al computer, dagli smartphone all’intelligenza artificiale, e che abbia precedentemente avuto difficoltà ad acquisire i brevetti nell’ambito delle procedure USPTO per determinare l’ammissibilità dei brevetti.

Questa guida rappresenta l’attuale metodologia per l’analisi delle rivendicazioni di brevetto ai sensi del 35 USC § 101 in vista di Mayo v. Prometeo, Alice contro CLS Bank Intl., E casi successivi, e intende fornire un quadro più concreto per analizzare se le richieste di brevetto , nel suo complesso, sono semplicemente “diretti a” un’idea astratta. La Guida sostituirà alcuni metodi di analisi articolati nella guida precedente, in particolare il “Riferimento rapido” dell’Esaminatore che in precedenza ha cercato di categorizzare le idee astratte.

La Guida riconosce che l’applicazione del test Alice / Mayo per analizzare le richieste ai sensi dell’articolo 101 ha “causato incertezza in questo settore della legge” e ha portato a pratiche di esame che impediscono alle parti interessate di “determinare in modo attendibile e prevedibile quale materia è ammissibile ai brevetti. “Come tale, la Guida tenta di rimediare a questa incertezza rivedendo l’analisi dell’USPTO sotto il primo step (Step 2A) del

LEGGI DI PIÙ…

Fonte immagine: https://www.pexels.com/ (https://www.pexels.com/photo/autumn-autumn-colours-brown-countryside-358238/)

Luigi Salmone

Luigi Salmone

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *