Nicole Minetti

La Minetti accusa Fede che accusa Mora

Sembra un gioco di incastri, ma altro non è che la logica del “si salvi chi può”, una matrioska delle accuse. , nella giornata di lunedi 18, aveva consegnato ai PM di Milano una memoria difensiva piuttosto ampia attraverso il suo avvocato Daria Pesce. In questa memoria, l’ex igienista dentale ha voluto allontanare l’accusa di aver portato ad la sera del 14 febbraio 2010, cercando di scagiornarsi dall’imputazione di prostituzione minorile, spiegando nel dettaglio l’accaduto della notte tra il 27 e il 28 maggio, quando si presentò alla questura di Milano per farsi affidare la giovane marocchina, come richiesto dal premier Silvio Berlusconi.

La Minetti ha dichiarato nella memoria difensiva che erano e a portare le ragazze ad Arcore. Immediata è stata la reazione del direttore del Tg4, che ha dichiarato che sia la Minetti che il suo avvocato necessitano di cure psichiatriche.

Ma non finisce qui. Emilio Fede, ospite di una trasmissione su Telelombardia, ha addossato le colpe sul terzo indagato, Lele Mora, dichiarando che Ruby è arrivata ad Arcore attraverso di lui. Il manager dei vip non sembra essersi impressionato più di tanto, intendendo che la consegna della memoria difensiva della Minetti, altro non fosse che una trappola per Fede: riuscita a quanto pare.

Redazione YouFOCUS.TV




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *