La decisione del WTO sul legname di conifera attira il Canada in una lunga controversia di “azzeramento”

Una nuova sentenza dell’Organizzazione mondiale del commercio di legname di legno tenero ha trascinato il Canada nel cuore di una disputa di lunga data su una controversa pratica commerciale americana – secondo gli esperti di stand-off è improbabile che finisca presto.

Il Canada sta appellando la decisione di un gruppo dell’OMC che consentirebbe agli Stati Uniti l’uso limitato di un metodo noto come “azzeramento” nel calcolo dei dazi antidumping, ha detto lunedì il ministro degli esteri Chrystia Freeland.

“L’OMC ha decretato più di 20 volte che l’azzeramento, un metodo per calcolare e applicare le aliquote artificiali elevate e ingiuste, è incoerente con le regole dell’OMC”, ha affermato Freeland in una nota.

Ma mentre gli Stati Uniti continuano a bloccare la nomina di nuovi giudici all’organo di appello o al tribunale dell’OMC – un’azione che potrebbe lasciarlo impotente entro dicembre – la sfida del Canada è quasi certa di languire, ha detto Tom Prusa, professore di economia ed esperto di commercio politica presso l’Università di Rutger.

“Questa constatazione non significa che il Canada alla fine perderà quando il caso arriva in appello”, ha detto. “Ma a meno che gli Stati Uniti non si adeguino all’OMC, questo caso resterà nel limbo per molto tempo. Questo è il problema per il Canada, è bloccato ora nella disputa di azzeramento “.

La pratica arcana di “azzeramento” è una delle questioni più controverse tra i 164 paesi membri dell’OMC. È stato a lungo utilizzato dagli Stati Uniti per dimostrare che le aziende straniere stanno ingiustamente “dumping” o vendono prodotti nei mercati americani a prezzi inferiori rispetto ai loro mercati nazionali.

In parole povere, un calcolo di azzeramento tenta di dimostrare che il dumping si è verificato prendendo in considerazione la media di tutte le spedizioni da una società straniera vendute al di sotto del prezzo medio degli Stati Uniti. Per la frustrazione dei partner commerciali statunitensi, quindi ignora tutte le spedizioni vendute al di sopra del prezzo degli Stati Uniti, dando loro un peso pari a zero. I paesi colpiti dalla pratica si lamentano del fatto che esagera il divario nei prezzi, rendendo più probabili le pratiche di dumping e le pene più severe.

“È una matematica completa e senza senso”, ha detto Prusa. “È un trucco che funziona per gli Stati Uniti buttando fuori i fatti avversi e ora il Canada è intrappolato in esso.”

Un ulteriore irritante per il Canada nel caso di legname di conifere è che il “prezzo di casa” per il Canada è stato calcolato su molti mesi, ignorando le fluttuazioni stagionali, ha aggiunto.

“È importante perché i prezzi cambiano nel tempo”, ha detto Prusa. “Potresti avere una forte domanda in estate e una bassa domanda in inverno. Quando fai quella media nel modo in cui gli Stati Uniti hanno fatto, anche le variazioni normali sembrano dumping “.

A seguito di denunce di paesi come il Giappone e il Brasile – obiettivi frequenti di antidumping – l’OMC ha effettivamente messo fuori legge l’azzeramento a metà degli anni ’90. Ma mentre la maggior parte dei paesi ha abbandonato il loro uso del metodo, gli Stati Uniti hanno continuato, nonostante circa 20 decisioni dell’OMC contro di essa. Nel 2012, gli Stati Uniti hanno abbandonato l’uso dell’azzeramento, tranne in quelli che hanno definito “casi eccezionali” una definizione che ha intrappolato il legname di conifera canadese.

“La cassa di legno di conifera non solo consentiva agli Stati Uniti di trattare il legno dolce canadese come eccezionale, ma ha anche permesso di utilizzare l’azzeramento in generale in casi eccezionali”, ha affermato Prusa. “Senza dubbio è stata una perdita per il Canada.”

Ma la sentenza ha anche posto dei limiti rigorosi su quali parametri possano essere usati per definire un caso eccezionale, ha affermato Simon Potter, avvocato di McCarthy Tetrault che rappresenta i mulini del confine del Quebec nel caso.

Inoltre, quando alla fine il caso raggiunge l’organo d’appello, si aspetta che una sentenza vada contro l’uso dell’azzeramento anche in circostanze eccezionali.

“Penso che diranno ‘no, non puoi farlo'”, ha detto.

Ma quella sentenza potrebbe rivelarsi inafferrabile fino a quando gli Stati Uniti smetteranno di bloccare la nomina dei giudici. Il corpo dei sette membri è ora ridotto a tre giudici – il minimo richiesto per ascoltare i casi – e il continuo impegno americano a bloccare le nomine potrebbe presto renderlo paralizzato.

• Email: npowell@nationalpost.com | Twitter: Naomi_Powell

Fonte immagine: https://morguefile.com/ (https://morguefile.com/)

Sofia Bianchi

Sofia Bianchi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *