Julian Assange incriminato per cospirazione per commettere un'intrusione informatica nel 2010

Washington (CNN) Il fondatore di WikiLeaks Julian Assange è stato accusato di aiutare l’ex esperto di intelligence dell’esercito Chelsea Manning ad accedere ai computer del Dipartimento della Difesa nel 2010 nel tentativo di rivelare documenti governativi segreti, il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha annunciato giovedì mattina, ore dopo che Assange è stato rimosso con la forza da autorità dell’ambasciata ecuadoriana a Londra.

Più di un anno fa, un gran giurì federale incriminò Assange per un conteggio di cospirazione per commettere un’intrusione informatica.
Il caso era stato tenuto sotto sigillo fino a giovedì, e la sua inaugurazione segna un nuovo capitolo negli sforzi di alto profilo del governo degli Stati Uniti per scoraggiare le fughe di documenti riservati e perseguire Assange.
Non è ancora chiaro se o come le affermazioni di Assange come giornalista ai sensi del Primo Emendamento, che la sua organizzazione, i sostenitori e gli avvocati hanno spinto, prenderanno in considerazione questo caso. Anche lui e WikiLeaks hanno un ruolo in affermazioni separate secondo cui gli hacker dell’intelligence militare russa hanno accesso illegalmente ai server del Partito Democratico durante le elezioni del 2016, ma il consigliere speciale Robert Mueller non ha addebitato ad Assange o WikiLeaks alcun crimine correlato.
Giovedì il Dipartimento di Giustizia ha detto che l’accusa di Assange, giovedì, riguarda “uno dei più grandi compromessi di informazioni classificate nella storia degli Stati Uniti”.
Assange sarà portato nella corte federale del distretto orientale della Virginia una volta negli Stati Uniti, secondo l’accusa. Le autorità e il suo avvocato hanno detto che gli Stati Uniti stanno cercando di estradarlo.
Non ha fatto appello in un tribunale degli Stati Uniti
Barry Pollack, un avvocato di Assange, afferma che le accuse contro Assange nell’accusa rese pubbliche “si riducono a incoraggiare una fonte a fornirgli informazioni e ad impegnarsi per proteggere l’identificazione di quella fonte. I giornalisti di tutto il mondo dovrebbero essere profondamente turbati da questi accuse penali senza precedenti. ”
Assange è stato giudicato colpevole giovedì a Londra di aver infranto le condizioni della sua cauzione e ordinato di presentarsi il 2 maggio per un’udienza di estradizione. Fino ad allora, resterà in custodia.
L’accusa annunciata giovedì è contro Assange, anche se Manning è un cospiratore nominato nel caso. Manning è stato trattenuto in carcere nelle ultime settimane per aver rifiutato di testimoniare contro Assange davanti a un gran giurì quest’anno.

Allegazioni dettagliate

Il presunto crimine di Assange risale al 2010, quando acconsentì ad aiutare Manning, poi un analista dell’intelligence dell’esercito americano, “nel cracking di una password” sui computer del Dipartimento della Difesa per accedere a una rete sicura di documenti classificati dal governo degli Stati Uniti, secondo l’accusa.
Ciò ha permesso a Manning di utilizzare un nome utente diverso dal suo per accedere alla rete governativa. Manning e Assange hanno discusso il loro stratagemma in tempo reale, hanno detto i procuratori.
Assange aveva incoraggiato Manning a procurarsi i documenti, sostiene l’accusa, ed entrambi hanno preso provvedimenti per oscurare l’identità di Manning come la fuga di Wikileaks.
A un certo punto, nel marzo 2010, Assange chiese a Manning informazioni sulla password e disse che non aveva “nessuna fortuna fino a quel momento” nel craccarlo, ha dichiarato l’accusa.
“All’epoca in cui è entrato in questo accordo, Assange sapeva che Manning stava fornendo a Wikileaks record riservati contenenti informazioni di difesa nazionale degli Stati Uniti”, afferma l’accusa. “Assange stava ricevendo consapevolmente tali documenti riservati da Manning allo scopo di pubblicarli sul sito web di WikiLeaks”.
Assange e Manning si sono parlati sul servizio di chat “Jabber”, dice l’accusa.
Se giudicato colpevole, le facce di Assange accusate hanno portato una pena massima di cinque anni di prigione.

Altre spese previste in futuro

I funzionari del Dipartimento di Giustizia si aspettano di portare ulteriori accuse Assange, un funzionario degli Stati Uniti informato sulla questione ha detto. Non è chiaro quando tali addebiti saranno portati.
La lunga inchiesta dell’FBI su Assange si è trasformata negli ultimi anni con il recupero delle comunicazioni che i pubblici ministeri ritengono abbiano dimostrato che Assange era stato un partecipante più attivo in una cospirazione per hackerare computer e violare la legge degli Stati Uniti.
Il Dipartimento di Giustizia aveva lottato per anni con la questione se Assange e WikiLeaks dovessero essere trattati come giornalisti e editori. Anche le organizzazioni di notizie hanno pubblicato documenti riservati rubati, alcuni addirittura hanno collaborato con WikiLeaks per ottenere l’accesso ai documenti e pubblicare storie.
Il punto di vista tra i pubblici ministeri ha cominciato a cambiare tardi nell’amministrazione Obama, in parte a causa di nuove prove che l’FBI riteneva avesse dimostrato che Assange non aveva diritto alle protezioni giornalistiche.
Nel 2017, la pubblicazione WikiLeaks dei codici di hacking della CIA rubati ha contribuito a spingere il caso contro Assange, secondo gli attuali ed ex funzionari delle forze dell’ordine statunitensi.
L’FBI ha anche soppesato il ruolo dell’organizzazione nella pubblicazione 2016 dei documenti hackerati dalle agenzie di intelligence russe. Ma gli investigatori per mesi hanno faticato a collegare Assange direttamente agli hack del comitato nazionale democratico e dei funzionari della campagna di Hillary Clinton. Gli investigatori hanno avuto accesso al monitoraggio di più metodi di comunicazione utilizzati da Assange in quel periodo. Non è chiaro se questa intercettazione alla fine abbia rivelato prove che possono essere utilizzate in un caso contro Assange.

Segni d’accusa

Segni che gli Stati Uniti si stavano muovendo sul caso emerso nelle ultime settimane, quando i pubblici ministeri hanno citato in giudizio Manning per testimoniare davanti a un gran giurì di Alexandria, in Virginia. Resta detenuta perché si è rifiutata di testimoniare davanti a un gran giurì sulla sua rivelazione di segreti militari e diplomatici a Wikileaks.
Giovedì, Moira Meltzer-Cohen, un avvocato di Manning, ha affermato che l’arresto di Assange non offre una “conclusione scontata” che il suo cliente sarà rilasciato.
“Se (Assange) venisse estradato, speriamo che possa segnalare la sua liberazione, ma questa non è, purtroppo, una conclusione scontata”, ha detto Meltzer-Cohen.

Inseguimento da molto tempo

Manning in precedenza ha dovuto affrontare accuse relative alla stessa perdita che ha colpito Assange giovedì.
Nel caso di Assange, i procuratori notano come Manning abbia scaricato quattro database “quasi completi” dalle agenzie statunitensi, in gran parte riguardanti documenti sulla guerra in Afghanistan, resoconti su detenuti e cavi diplomatici di Guantanamo Bay e Wikileaks ha pubblicato i documenti online nel 2010 e 2011.
I file trapelati che sostengono giovedì la carica di Assange includono i cavi diplomatici e il perseguimento dei documenti dei detenuti di Guantanamo Bay, hanno detto i pubblici ministeri nell’atto di accusa.
Manning aveva detto ad Assange nel marzo 2010 che stava “buttando tutto [lei] su JTF GTMO a [Assange] ora”, secondo l’accusa di giovedì. “Dopo questo caricamento, è tutto ciò che mi è rimasto veramente”, ha detto Manning.
“Gli occhi curiosi non si esauriscono mai nella mia esperienza”, asserì Assange.
Manning è stato arrestato nel 2010 e in seguito accusato di aver perso migliaia di file riservati. Dopo un processo militare di otto settimane nel 2013, è stata dichiarata colpevole di vari reati, tra cui violazioni dello spionaggio, e condannata a 35 anni di carcere. Questa frase è stata commutata dal presidente Barack Obama nel 2017.
L’arresto di Assange Giovedì è stato accelerato da crescenti tensioni tra Assange ei suoi padroni ecuadoriani da lungo tempo, ed è stato giustiziato attraverso un trattato tra il Regno Unito e gli Stati Uniti per estradare gli imputati.
Il Dipartimento della Sicurezza Nazionale degli Stati Uniti ha emesso un “bando rosso” per Assange sulla rete mondiale delle forze dell’ordine Interpol già a marzo 2011, secondo una fonte diplomatica con conoscenza diretta del documento.
La fonte ha detto che l’avviso rosso non ha menzionato alcuna accusa in particolare al momento.
Un avviso rosso è una richiesta alle forze dell’ordine di tutto il mondo per localizzare e arrestare provvisoriamente una persona in attesa di estradizione, consegna o simili azioni legali, secondo Interpol. Non è un mandato di arresto.

Fonte immagine: %% image_source_website %% (%% image_source_url %%)

Andrea Russo

Andrea Russo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *