Il capo della banca centrale giapponese difende l'obiettivo dell'inflazione contro le critiche del governo

TOKYO (YF) – La banca centrale giapponese vuole continuare il suo obiettivo di inflazione. Il capo del governo centrale Haruhiko Kuroda ha respinto le obiezioni il Venerdì a Tokyo. La posizione della Bank of Japan secondo cui i prezzi stabili dovrebbero essere cercati non è cambiata, Kuroda ha detto alla stampa dopo la riunione del tasso d’interesse della banca centrale. La banca centrale definisce un tale livello di prezzo con un tasso di inflazione di circa il due percento.

Kuroda è stato interrogato dai giornalisti sulla questione, perché il governo è stato recentemente criticato. Così, il ministro delle Finanze e il vice primo ministro Taro Aso ha recentemente affermato che non c’è una sola persona in Giappone che la troverebbe oltraggiosa se l’obiettivo di inflazione non fosse raggiunto. Dall’accordo congiunto sull’obiettivo nel 2013, molto è cambiato. Aso ha anche detto che potrebbe essere problematico concentrarsi troppo sul raggiungimento dell’obiettivo di prezzo.

Kuroda ha risposto che era necessario un obiettivo di inflazione al due per cento in quanto la banca centrale ha cercato un’economia in cui sia i salari e le retribuzioni delle società sia gli investimenti e il consumo si espandessero. La banca centrale ha lottato a lungo per raggiungere l’inflazione prevista. Ha ripetutamente rinviato il momento in cui l’obiettivo dovrebbe essere raggiunto. Agli occhi di alcuni osservatori, questo ha messo in discussione la credibilità della posizione di politica monetaria./bgf/jkr/mis

Andrea Russo

Andrea Russo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *