Hulu riacquista la quota di minoranza di AT & T nel servizio di streaming, che ora ha un valore di $ 15 miliardi

Hulu ha pagato $ 1,43 miliardi per acquistare la quota di minoranza di AT & T nella società di video streaming.

Le società hanno annunciato lunedì che la transazione ha valutato Hulu a $ 15 miliardi. Di conseguenza, la quota del 9,5 percento di AT & T a Hulu valeva $ 1,43 miliardi.

La valutazione è superiore di due terzi rispetto allo scorso novembre, quando la Disney ha segnalato in un archivio regolamentare che la società di video streaming aveva un valore di $ 9,26 miliardi. Hulu è di proprietà di Hulu LLC, una joint venture di Disney e Comcast. La Disney ora detiene il 67 percento di proprietà di Hulu, che ha guadagnato, in parte, attraverso l’acquisizione da $ 71 miliardi di 21st Century Fox. Comcast ha una quota del 33 percento in Hulu.

AT & T, che ha suggerito di vendere la sua quota di minoranza in Hulu da novembre, utilizzerà i proventi di questa transazione, insieme a ulteriori vendite pianificate di attività non core, per ridurre il debito.

“Ringraziamo AT & T per il loro supporto e investimento negli ultimi due anni e siamo ansiosi di collaborare in futuro. WarnerMedia rimarrà un prezioso partner per Hulu per gli anni a venire, offrendo ai clienti il ​​meglio della TV, dal vivo e su richiesta, tutto in un unico posto, “CEO di Hulu Randy Freer detto in dichiarazione.

AT & T ha acquisito la quota del 9,5 percento del servizio tramite WarnerMedia, in seguito all’acquisizione di Time Warner.

AT & T e Hulu stavano diventando sempre più concorrenti, non partner. AT & T ha i propri servizi di streaming, tra cui DirecTV Now, un servizio TV live cord-cutter, una WatchTV più leggera e un altro servizio di direct-to-consumer in arrivo che inizierà entro la fine dell’anno e sfrutta le sue proprietà WarnerMedia.

Questo nuovo servizio di streaming AT & T. che funzionerà su tutti i dispositivi, sarà lanciato in versione beta nel quarto trimestre del 2019, ha detto AT & T. Si prevede che il servizio si espanda nel tempo per includere contenuti di terze parti tramite partnership.

LEGGI DI PIÙ…

Fonte immagine: https://morguefile.com/ (https://morguefile.com/)

Luigi Salmone

Luigi Salmone

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *