GuestReady, un servizio per host Airbnb, raddoppia l'Europa con un'altra acquisizion

GuestReady, un servizio che aiuta gli host dell’economia condivisa a gestire la propria attività su Airbnb e altri siti di noleggio, è di nuovo in modalità di espansione dopo aver completato la sua quarta acquisizione.

La società, che ha raccolto $ 3,7 milioni da investitori fino ad oggi, ha appena annunciato di aver acquisito la rivale francese BnbLord, una startup che sostiene essere la più grande piattaforma host di Airbnb in Francia e Portogallo, attraverso un accordo segreto.

L’accordo rappresenta un raddoppio su questi due mercati e segue l’acquisizione di Oporto City Flats con sede in Portogallo lo scorso dicembre, mentre GuestReady ha rilevato anche We Stay In Paris, un concorrente francese. La prima acquisizione di GuestReady ha visto l’acquisizione del servizio Easy Rental nel Regno Unito / Francia nel 2017.

Il CEO e co-fondatore di GuestReady, Alexander Limpert, ha dichiarato a TechCrunch quell’ultimo accordo è il più grande finora. L’acquisizione raddoppierà la presenza di GuestReady in oltre 2.000 proprietà in Europa, dove copre il Regno Unito, la Francia e il Portogallo. La compagnia è presente anche negli Emirati Arabi Uniti, a Hong Kong e in Malesia. Oltre Airbnb, supporta gli host su Booking.com e HomeAway.

“Siamo estremamente entusiasti di questa acquisizione perché consente a GuestReady di spingere in avanti e diventare il più grande fornitore di servizi nel settore delle vacanze in affitto”, ha affermato Limpert in una nota. “Da quando abbiamo iniziato, ci siamo concentrati molto sull’eccellenza operativa e sulla creazione di un sistema di tecnologia immobiliare che ci consenta di automatizzare i processi non core”.

L’accordo vedrà la squadra di 14 persone dietro la transizione di BnbLord in pieno a GuestReady, e BnbLord manterrà il suo marchio. Limpert ha rivelato che BnbLord ha contribuito a generare oltre 10 milioni di euro per i suoi ospiti lo scorso anno con oltre 30.000 prenotazioni gestite, ma non ha rivelato se l’attività fosse redditizia.

Lanciato nel 2016, GuestReady – come suggerisce il nome – fornisce tutti i tipi di servizi che un host di Airbnb potrebbe aver bisogno per gestire la proprietà, dalla pulizia e lavanderia, ai servizi di check-in e out. Comprende anche la generazione di elenchi, la gestione dei prezzi e altri servizi b2b. Ha oltre 100 dipendenti.

Abbiamo scritto l’ultima volta sull’avvio alla fine del 2017, quando ha raccolto $ 3 milioni guidati da Impulse VC, il fondo russo supportato dal miliardario proprietario del Chelsea FC Roman Abramovich. Limpert, che in precedenza ha guidato le attività dei paesi in Asia per Foodpanda di Rocket Internet, ha dichiarato a TechCrunch che GuestReady prevede di attingere presto ai mercati privati ​​per ulteriori capitali.

“Stiamo cercando di organizzare un round più ampio entro la fine dell’anno”, ha detto, indicando che l’accordo potrebbe avvenire nel terzo trimestre. Limpert ha tuttavia rifiutato di dichiarare quanto l’azienda intende aumentare.

Gli altri investitori di GuestReady comprendono il Fondo svizzero dei fondatori, Senn e Partner, l’australiana Xponova e Boost Heroes, un VC guidato dal fondatore Lastminute Fabio Cannavale e l’executive di Airbnb Georg Bauser.

LEGGI DI PIÙ…

Fonte immagine: https://www.pexels.com/ (https://www.pexels.com/photo/man-with-headphones-facing-computer-monitor-845451/)

Luigi Salmone

Luigi Salmone

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *