Gli Stati Uniti accusano Assange dopo che l'arresto di Londra termina sette anni nell'ambasciata dell'Ecuado

LONDRA (Reuters) – La polizia britannica ha trascinato il fondatore di WikiLeaks Julian Assange fuori dall’ambasciata ecuadoriana giovedì dopo che il suo asilo di sette anni è stato revocato, aprendo la strada alla sua estradizione negli Stati Uniti per una delle più grandi perdite di informazioni classificate.

Ore dopo che Assange, dall’aspetto fragile, con i capelli bianchi e la barba lunga, è stato trasportato a testa in giù da almeno sette uomini fuori dall’ambasciata di Londra e su un furgone della polizia in attesa, i funzionari statunitensi hanno annunciato di essere stato accusato di un solo conteggio di cospirazione per commettere un’intrusione informatica.

Mentre veniva trasportato fuori dall’ambasciata in una scena drammatica poco dopo le 9:00 GMT dopo che l’Ecuador aveva chiuso il suo manicomio, l’australiano Assange fu sentito gridare: “Questo è illegale, non me ne vado”.

Il primo ministro britannico Theresa May ha salutato la notizia in parlamento, gli applausi e le grida di “Hear, hear!” Dei legislatori.

Ma a Washington, il presidente Donald Trump, che nel 2016 ha dichiarato “I love WikiLeaks” dopo che il sito Web ha rilasciato e-mail che le autorità statunitensi hanno dichiarato essere state violate dalla Russia per danneggiare il suo avversario elettorale Hillary Clinton, ha detto ai giornalisti che non aveva opinioni sulle accuse contro Assange .

“Non so nulla di Wikileaks. Non è il mio genere “, ha detto Trump.

Assange ha dato un pollice in su in manette mentre è stato portato da una stazione di polizia a un tribunale di Londra, dove si è dichiarato non colpevole di non aver ceduto nel 2012.

Il giudice Michael Snow ha chiamato Assange, indossando una giacca nera e una camicia nera, un “narcisista che non può andare oltre i suoi stessi interessi egoistici” e lo ha condannato per aver saltato la cauzione. La condanna sarà in un secondo momento.

La polizia ha detto di aver arrestato Assange, 47 anni, dopo essere stato invitato all’ambasciata in seguito al ritiro dell’asilo in Ecuador. Si è rifugiato lì nel 2012 per evitare l’estradizione in Svezia per un’indagine sulle aggressioni sessuali che è stata successivamente abbandonata.

Assange è stato portato fuori dall’edificio – situato dietro il grande magazzino di lusso Harrods – portando una copia di “Storia dello stato di sicurezza nazionale” di Gore Vidal, che ha continuato a leggere in tribunale.

A Washington, il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha detto che Assange è stato accusato di aver cospirato con l’ex analista dell’intelligence armata Chelsea Manning per ottenere l’accesso a un computer governativo come parte di una fuga del 2010 da WikiLeaks su centinaia di migliaia di rapporti militari statunitensi sulle guerre in Afghanistan e Iraq e le comunicazioni diplomatiche americane. Gli esperti legali hanno detto che potrebbero arrivare altre accuse negli Stati Uniti.

L’accusa è stata fatta segretamente nel marzo 2018 e non sigillata giovedì. Dovrà affrontare fino a cinque anni di carcere se condannato, con esperti legali che dicono che sono possibili ulteriori accuse.

L’Ecuador ha sospeso la cittadinanza di Julian Assange e ha accusato lui e altri di WikiLeaks di collaborare nei tentativi di destabilizzare il governo della nazione andina.

ATTRITO CON L’ECUADOR

Assange è stato offerto rifugio nel 2012 dall’allora presidente dell’Ecuador, Rafael Correa, ma il suo rapporto con l’Ecuador si è inasprito dal successore di Correa, Lenin Moreno, che ha affermato che Assange ha violato i termini del suo asilo. L’Ecuador ha accusato Assange di aver divulgato informazioni sulla vita personale di Moreno.

Gli avvocati di Assange hanno detto che potrebbe rischiare la tortura e che la sua vita sarebbe in pericolo se venisse estradato negli Stati Uniti.

L’arresto, dopo anni rintanati in alcune stanze anguste dell’ambasciata, rappresentò una delle svolte più sensazionali di una vita tumultuosa che ha trasformato il programmatore in un fuggitivo ricercato dagli Stati Uniti.

“Tutta la Camera accoglierà la notizia questa mattina che la polizia metropolitana ha arrestato Julian Assange, arrestato per violazione della libertà su cauzione dopo quasi sette anni nell’ambasciata ecuadoriana”, ha affermato May.

Il ministro degli Esteri dell’Ecuador ha detto che il suo paese non era a conoscenza di richieste di estradizione attive per Assange prima di porre fine al suo asilo. I sostenitori di Assange hanno detto che l’Ecuador lo ha tradito per volere di Washington, ha finito illegalmente il suo manicomio e progettato un momento oscuro per la libertà di stampa.

“I giornalisti di tutto il mondo dovrebbero essere profondamente turbati da queste accuse criminali senza precedenti”, ha detto Barry Pollack, un avvocato di Assange, in una dichiarazione che ha reagito all’accusa degli Stati Uniti.

I suoi ammiratori hanno acclamato Assange come un eroe per aver esposto ciò che descrivono come abuso di potere da parte degli stati moderni e per difendere la libertà di parola. I suoi detrattori lo hanno dipinto come una figura pericolosa complici degli sforzi russi per indebolire l’Occidente e la sicurezza degli Stati Uniti, e contestano che sia un giornalista.

“Sotto le spoglie della trasparenza, Julian Assange e WikiLeaks hanno agito come un braccio dei servizi segreti russi per anni”, ha detto il presidente del Comitato di intelligence del Senato Usa Richard Burr, un repubblicano. “Speriamo che ora faccia giustizia”.

Il Cremlino ha detto che spera che i diritti di Assange non vengano violati.

WikiLeaks ha irritato Washington pubblicando centinaia di migliaia di cavi diplomatici segreti degli Stati Uniti che hanno messo a nudo le critiche valutazioni statunitensi dei leader mondiali, dal presidente russo Vladimir Putin ai membri della famiglia reale saudita.

Il fondatore di WikiLeaks, Julian Assange, arriva al tribunale dei magistrati di Westminster, dopo essere stato arrestato a Londra, in Gran Bretagna, l’11 aprile 2019. REUTERS / Hannah McKay TPX IMMAGINI DEL GIORNO

Assange ha fatto scalpore internazionali nel 2010, quando WikiLeaks ha pubblicato un video militare statunitense classificato che mostrava un attacco del 2007 da parte di elicotteri Apache a Baghdad che ha ucciso una dozzina di persone, tra cui due giornalisti della Reuters.

INCHIESTA USA

L’accusa americana di Assange è scaturita da un’indagine criminale di lunga data risalente all’amministrazione dell’ex presidente Barack Obama. È stato in parte innescato dalla pubblicazione di WikiLeaks nel 2010 di rapporti militari statunitensi sulle guerre in Afghanistan e Iraq e sulle comunicazioni diplomatiche – rivelazioni che mettevano in imbarazzo gli Stati Uniti e relazioni tese con gli alleati.

Il dipartimento di giustizia ha affermato che Assange è stato arrestato nell’ambito di un trattato di estradizione tra Stati Uniti e Gran Bretagna.

L’accusa ha affermato che Assange, nel marzo 2010, si è impegnata in una cospirazione per assistere Manning, precedentemente chiamato Bradley Manning, nel cracking di una password memorizzata sui computer del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti collegati a una rete governativa USA utilizzata per i documenti e le comunicazioni classificate.

Gli avvocati di Manning hanno chiesto il rilascio dell’ex analista dell’intelligence, incarcerato il mese scorso dopo essere stato disprezzato da un giudice in Virginia per essersi rifiutato di testimoniare dinanzi a un gran giurì, e ha affermato che “la detenzione continuata sarebbe puramente punitiva”.

Un avvocato svedese che rappresenta la presunta vittima di uno stupro ha dichiarato che avrebbe spinto affinché i pubblici ministeri riaprissero il caso, ma un procuratore in pensione e presidente in pensione dell’ONG Victim Support Sweden ha affermato che potrebbe essere difficile.

La Gran Bretagna ha detto che nessuna persona era al di sopra della legge.

“Julian Assange non è un eroe, si è nascosto alla verità per anni e anni”, ha dichiarato il segretario agli Esteri britannico Jeremy Hunt.

“Non è tanto Julian Assange tenuto in ostaggio nell’ambasciata ecuadoregna, è in realtà Julian Assange che tiene in ostaggio l’ambasciata ecuadoregna in una situazione assolutamente intollerabile per loro”.

Gli amici di Assange hanno detto che la sua esistenza solitaria nell’ambasciata era dura per lui.

“E ‘stata un’esistenza miserabile e ho potuto vedere che era uno sforzo per lui, ma una tensione è riuscito piuttosto bene”, ha detto Vaughan Smith, un amico che aveva visitato Assange. “La cosa più difficile per Julian era la solitudine.”

“Era molto duro, ma l’ultimo anno in particolare è stato molto difficile. Era costantemente sorvegliato e spiato. Non c’era privacy per lui “, ha detto Smith.

Presentazione (23 immagini)

Assange ha fondato WikiLeaks nel 2006. Il sito web ha pubblicato informazioni ufficiali segrete, facendo infuriare gli Stati Uniti e altri paesi. WikiLeaks ha detto che l’Ecuador ha terminato illegalmente il suo asilo politico in violazione del diritto internazionale.

“I critici di Assange possono esultare, ma questo è un momento oscuro per la libertà di stampa”, ha detto Edward Snowden, un ex appaltatore della National Security Agency statunitense che è fuggito a Mosca dopo aver rivelato la massiccia raccolta di informazioni degli Stati Uniti.

Segnalazione di Guy Faulconbridge, Kate Holton e Costas Pitas; Segnalazioni aggiuntive di Alistair Smout, Andrew MacAskill, Henry Nicholls, Peter Nicholls, Dylan Martinez a Londra; Anna Ringstrom, Simon Johnson e Niklas Pollard a Stoccolma; Mark Hosenball, Sarah N. Lynch e Makini Brice a Washington; Nathan Layne a New York; Sabela Ojea a Madrid; Alexandra Valencia a Quito; e Julia Cobb e Helen Murphy a Bogotà; Scritto da Guy Faulconbridge, Kate Holton e Will Dunham; Montaggio di Hugh Lawson ,; Alistair Bell e Grant McCool

Fonte immagine: https://www.pexels.com/ (https://www.pexels.com/photo/battery-charging-device-display-586340/)

Luigi Salmone

Luigi Salmone

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *