Gli avvocati di un importante avvocato democratico si aspettano che venga incriminato nel caso legato alla sonda Muell

(CNN) Gli avvocati di Greg Craig, un importante avvocato democratico ed ex consigliere della Casa Bianca nell’amministrazione Obama, hanno detto mercoledì sera che si aspettano che venga accusato dai pubblici ministeri federali in un caso che deriva dall’indagine del consulente speciale Robert Mueller.

Un’accusa contro Craig collegata al lavoro che ha eseguito per l’Ucraina mentre era partner dello studio legale di alto profilo Skadden, Arps, Slate, Meagher e Flom LLP è atteso da diverse settimane e la CNN ha riferito a fine marzo che i pubblici ministeri erano vicini per portare un caso su ciò che sostengono erano false dichiarazioni fatte da Craig.
Il caso è significativo non solo a causa della reputazione di Craig come peso massimo legale, ma anche perché ha le sue origini nel nuovo gusto del Dipartimento di Giustizia per i procedimenti legati a una legge un tempo oscura, la legge di registrazione degli agenti stranieri, che viene utilizzata per perseguire i casi di persone che agiscono come agenti stranieri non registrati. È anche degno di nota perché, mentre la maggior parte dei casi imputati a seguito delle indagini di Mueller riguardavano i repubblicani collegati al presidente Donald Trump, Craig è un democratico.
Un’accusa contro di lui potrebbe arrivare appena giovedì, secondo persone che hanno familiarità con la faccenda. La CNN ha riferito che lo statuto delle limitazioni per la materia per la quale Craig era stato originariamente indagato – non essendosi registrato come agente straniero – è scaduto e che i pubblici ministeri hanno invece pesato portando una falsa accusa contro di lui.
Anche se un’inchiesta iniziale su Craig e Skadden fu aperta da Mueller, il caso di Craig fu in seguito deferito ai procuratori federali nel distretto meridionale di New York e infine ai pubblici ministeri nell’ufficio del Procuratore degli Stati Uniti per il Distretto di Columbia. Sono i pubblici ministeri di tale ufficio, “su richiesta” della divisione di sicurezza nazionale del Dipartimento di Giustizia, che dovrebbero caricare Craig, i suoi avvocati hanno detto.
“Questo caso è stato accuratamente investigato dall’SDNY e quell’ufficio ha deciso di non perseguire le accuse contro il signor Craig”, hanno detto i suoi avvocati mercoledì. “Il signor Craig non è colpevole di alcuna accusa e l’ostinata ostinazione del governo nel perseguire il signor Craig è un malinteso abuso di discrezionalità giudiziario”.
Dopo aver esaminato il caso Craig, i procuratori federali a New York hanno concluso che non avevano prove sufficienti per portare accuse contro di lui, ha riferito la CNN.
Craig inizialmente è entrato nel mirino dei pubblici ministeri federali a metà 2017. Lui e Skadden si sono esibiti a partire dal 2012 per il Ministero della Giustizia ucraino. Si trattava di un rapporto cliente che il Dipartimento di Giustizia aveva detto era stato forgiato con l’assistenza di Paul Manafort, che in seguito divenne presidente della campagna di Trump.
La questione che è stata in esame ha a che fare con il contatto Craig fatto alla fine del 2012 con diversi giornalisti al momento della pubblicazione pubblica di un rapporto che aveva scritto per il cliente di Skadden, il Ministero della Giustizia ucraino, sul processo di Yulia Tymoshenko , ex primo ministro dell’Ucraina.
L’inchiesta da parte dei pubblici ministeri ha riguardato il fatto che Craig abbia contattato i giornalisti a nome dell’Ucraina per distribuire il rapporto a loro e se avesse successivamente fornito informazioni false all’unità di registrazione degli agenti stranieri del Dipartimento di Giustizia quando ha incontrato i rappresentanti dell’unità nell’ottobre 2013.
A gennaio, la divisione di sicurezza nazionale del Dipartimento di Giustizia si è accordata con Skadden in un accordo che ha costretto l’azienda a restituire 4,6 milioni di dollari guadagnati per il suo lavoro nel 2012 per l’Ucraina e registrarsi retroattivamente come agente straniero. La lingua dell’insediamento sembrava lasciare Craig esposto a potenziali accuse criminali per quello che il documento descrive come le sue ripetute dichiarazioni “false e fuorvianti” ai funzionari del Dipartimento di Giustizia.
Mercoledì, i suoi avvocati hanno contestato tale valutazione, dicendo: “Non ha mentito alla sua ex azienda o al governo su queste conversazioni”.
Gli avvocati di Craig si sono incontrati con i procuratori del Dipartimento di Giustizia negli ultimi giorni nel tentativo di evitare accuse contro di lui, ha detto una persona che ha familiarità con la questione.

Fonte immagine: https://morguefile.com/ (https://morguefile.com/)

Andrea Russo

Andrea Russo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *