Giuliano Ferrara

Giuliano Ferrara torna con Radio Londra su Raiuno

torna in televisione e lo fa dopo tre anni, da quando abbandonò “Otto e mezzo” sul La7 nel 2007. E finisce su , in prima serata, in una rubrica giornaliera di pochi minuti tra il TG1 filo-berlusconiano di e Affari tuoi.

Dichiara di aver ricevuto l’offerta di rifare la sua vecchia rubrica , trasmissione che lui stesso realizzò e condusse prima su Canale 5 e poi su Italia 1 dal 1988 al 1994.

La trattativa è stata portata avanti da , direttore generale della , e vede coinvolto anche il direttore di Raiuno, Mauro Mazza.

Redazione YouFOCUS.TV




2 thoughts on “Giuliano Ferrara torna con Radio Londra su Raiuno

  1. alessio di benedetto

    Per l’appunto, quel “posto orario” era prima occupato dall’impareggiabile Enzo Biagi, che Berlusconi defenestrò insieme con Luttazzi e Diego Cugia a favore dei suoi schiavi. Ferrara d’altronde è non soltanto un lustratore di parti basse del cavaliere, ma anche servo genuflesso dello stato straniero del Vaticano che si è macchiato di ogni crimine contro l’umanità. La sua non dovrebbe essere chiamata “Radio Londra”, ma Radio Vaticana, ossia il Naziberlusklaun che ritorna per obnubilare le menti dei cittadini di Vaticania che a giugno andranno a votare per il rinnovo dei gerarchi fascisti e vaticanisti di questo popolo di Iddioti. La maledizione degli Italiani è che non hanno memoria, e un popolo senza memoria non è uno stato.
    Noi della rete ce ne freghiamo delle volontà del dittatore Berlusklaun. La voce libera si sente forte e chiara nel web. Gli apparecchi TV li abbiamo buttati per strada come distruttori dei nostri neuroni: in un paese serio queste trasmissioni di regime sarebbero proibite. Ma qui, in una nazione del IV mondo, l’Italia, resa tale dal partito della B-dittatura si continua a recitare la messa dei senza dignità, dove le pecore si sentono forti perché hanno strusciato la loro lingua nelle parti basse del potente.

    Da: LA RELIGIONE CHE UCCIDE
    COME LA CHIESA DEVIA IL DESTINO DELL’UMANITÀ
    (Nexus Edizioni), giugno, 2010.
    517 pagine, 130 immagini, € 25

    http://www.shopping24.ilsole24ore.com/sh4/catalog/Product.jsp?PRODID=SH246200038
    http://www.macrolibrarsi.it/libri/__la-religione-che-uccide.php
    http://shop.nexusedizioni.it/libri_editi_da_nexus_edizioni_la_religione_che_uccide.html
    http://www.macroedizioni.it/libri/la-religione-che-uccide.php
    http://www.unilibro.it/find_buy/findresult/libreria/prodotto-libro/autore-di_benedetto_alessio_.htm
    http://alessiodibenedetto.jimdo.com/novita-2010/
    http://alessiodibenedetto.blogspot.com/2010/04/fuori-della-chiesa-non-ce-salvezza.html

  2. mauro cheynet

    Rai 1 (Minzolini) sta solo cercando di attrarre preferenze massicce per avvicinarsi all’ Audience di Lerner/Santoro/Floris e lo stà facendo con un programma di pochi minuti che, nella teoria statistica, dovrebbe attrarre molto ascolto poichè concentrato in un tempo minimo. A mio avviso ha sbagliato solamente cavallo; per tali fini occorre un purosangue, un ronzinante non risulta sufficiente…

    La tipologia di personaggio occorrente, per tale scopo, potrebbe essere il grande Eugenio Scalfari ma risulta assente delle prerogative basilari necessarie di deferenza incondizionata verso il nulla assoluto e di viscida ipocrisia cavalcante.
    Trasmissione ridicola, assolutamente ridicola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *