Elezioni indonesiane: cosa devi sa

Gli indonesiani hanno votato mercoledì le più grandi elezioni del singolo giorno attraverso l’estensivo arcipelago equatoriale dopo una campagna di sei mesi per scegliere un nuovo presidente e un nuovo parlamento.

I primi risultati hanno mostrato il presidente Joko Widodo, un ex venditore di mobili che ha iniziato la sua carriera politica come sindaco di una piccola città, con un vantaggio confortevole, in linea con sondaggi d’opinione che avevano previsto che il riformista di basso profilo si dirigesse verso un secondo mandato quinquennale .

I dati dei sondaggisti privati, basati su un parziale conteggio dei campioni dei seggi elettorali, hanno dimostrato che Widodo stava vincendo più della metà dei voti e il suo sfidante, l’ex generale Prabowo Subianto, era più di 10 punti percentuali dietro di lui.

Widodo ha sconfitto per poco Prabowo nelle ultime elezioni, nel 2014.

La campagna è stata dominata da questioni economiche, ma anche dalla crescente influenza dell’Islam conservatore, con politici come Widodo che si preoccupano di apparire più islamici. La preoccupazione per gli investitori è che l’appello per i voti conservatori si tradurrà in una politica populista.

Mentre la maggior parte dei sondaggi di opinione ha dato a Widodo un vantaggio a due cifre, l’opposizione ha contestato i risultati e ha anche dichiarato di aver scoperto irregolarità nei dati riguardanti milioni di persone nelle liste elettorali. Ha promesso di intraprendere azioni legali o usare “potere delle persone” se i suoi reclami non vengono risolti.

L’elezione è stata un’enorme operazione logistica nella terza più grande democrazia del mondo con 245.000 candidati in lizza per voti espressi in sole otto ore.

Gli elettori hanno avuto cinque schede cartacee – per presidente, vicepresidente e candidati legislativi nazionali e regionali – e alcuni hanno chiaramente lottato con il processo.

Quasi 350.000 poliziotti e militari, oltre a 1,6 milioni di ufficiali paramilitari, si sono sparpagliati attraverso l’arcipelago di 17.000 isole per salvaguardare il voto.

Oltre 10.000 persone si sono offerte volontarie per inviare i risultati di crowdfunding inviati ai seggi elettorali in un tentativo in tempo reale di ostacolare i tentativi di frode.

Le segregazioni sono state aperte alle 7 del mattino (2200 GMT di martedì) a est e chiuse alle 13:00 (0600 GMT) ad ovest.

Mentre il candidato presidenziale vincente rischia di essere evidente più tardi mercoledì, la Commissione elettorale generale dovrebbe annunciare un risultato ufficiale a maggio.

IL ‘NUOVO VOLTO’ IN POLITICA, WIDODO CERCA UN SECONDO TERMINE

Quando Widodo fu eletto cinque anni fa, offrì una pausa dall’élite militare e politica che era rimasta al potere dopo la caduta del sovrano uomo forte Suharto nel 1998.

Ora, Widodo, 57 anni, è in esecuzione sul suo stesso record per un secondo mandato .

Con il suo sorriso facile e la firma “blusukan”, o improvvisati girovaghi, salì al potere un’ondata di sostegno per l’immagine pulita e cangiante che coltivava come sindaco di una piccola città, e poi come governatore della capitale, Jakarta.

Eppure, durante la sua ascesa politica, Widodo, un musulmano moderato della città di Solo nell’isola di Giava, ha dovuto respingere campagne diffamatorie che suggerivano che fosse anti-Islam, un comunista o in debito con la Cina. Domenica ha fatto un pellegrinaggio al luogo più sacro dell’Islam, la Mecca in Arabia Saudita.

In veste di presidente, Widodo era gravato dalle aspettative che avrebbe potuto risolvere una serie di problemi, dalle violazioni dei diritti umani al trapianto pervasivo. Jokowi, come è conosciuto popolarmente, ereditò anche un’economia che stava uscendo da un boom delle materie prime e si trovò di fronte a un parlamento ostruttivo.

Ha riunito la maggioranza in parlamento e, pur non riuscendo a raggiungere un obiettivo di crescita economica del 7%, ha guidato una spinta per costruire porti, strade e aeroporti.

IL CHALLENGER – EX COMANDANTE FORZE SPECIALI

Challenger Prabowo Subianto, 67 anni, ha a lungo nutrito ambizioni per il miglior lavoro e ha coltivato un’immagine forte e legami con i gruppi islamici intransigenti nella speranza di aumentare le sue possibilità.

Nelle ultime elezioni, nel 2014, Prabowo, il capo del partito del Movimento per l’Indonesia, è arrivato a 6 punti percentuali da battere Widodo.

Ex comandante delle forze speciali, Prabowo proviene da una famiglia politica d’élite. Suo padre era uno dei più eminenti economisti indonesiani, al servizio dei gabinetti di entrambi i presidenti Sukarno e Suharto. Quest’ultimo era suo suocero.

Prabowo ha infiammato i suoi rally con avvertimenti che il paese è in balia di poteri stranieri non specificati e sull’orlo della frammentazione.

SUPPORTO AL VERTICE SUPERIORE A CUORE MUSULMANO

Dal suo insediamento, Widodo ha compiuto sforzi per portare partiti religiosi nella sua coalizione e per assicurare il sostegno degli elettori conservatori che non è riuscito a conquistare nel 2014.

La sua decisione di scegliere il religioso islamico Ma’ruf Amin, 76 anni, come suo compagno di corsa era parte di una strategia per migliorare l’appello del suo biglietto tra i conservatori ma ha deluso alcuni dei suoi sostenitori moderati e progressisti, che dicono che il presidente sta assecondando i conservatori e la paura l’erosione della reputazione dell’Indonesia per la tolleranza religiosa e il pluralismo.

Gli assistenti di Widodo affermano che la mobilitazione del sostegno popolare e la propaganda di migliaia di scuole islamiche nelle province conservatrici è cruciale per impedire una ripetizione del 2014, quando gli attacchi dell’opposizione gli costano voti.

VAGLIE RURALI DISGRUPPATE OPZIONI DI PESO

La crescita economica si è aggirata intorno al 5% rispetto al primo trimestre di Widodo, ma c’è stato un calo delle entrate reali per i suoi quasi 40 milioni di agricoltori, che rappresentano un terzo della forza lavoro.

Widodo ha cercato di domare l’inflazione con un tetto ai prezzi delle materie prime come riso e scalogno e di importare più cibo. Resta popolare in molte zone rurali, anche se alcuni agricoltori stanno prendendo in considerazione l’opposizione, anche se Widodo ha guidato una guida infrastrutturale che ha migliorato l’accesso ai mercati.

Prabowo ha affermato che alcuni dei progetti infrastrutturali di Widodo non hanno aiutato la gente comune.

BATTAGLIA DI ELEZIONE DEI SOCIAL MEDIA

Questa elezione è stata combattuta sui social media come mai prima d’ora. Le cosiddette “buzzer teams” hanno proliferato , chiamato per il brusio che mirano a creare, per diffondere propaganda a nome sia di Widodo che di Prabowo, a volte con account falsi.

Secondo l’ampia legge dell’Indonesia sulla diffamazione su Internet, la creazione e la diffusione di notizie false è illegale, ma non è possibile tenere account di social media con nomi falsi, a meno che una persona reale non venga impersonata. Entrambi i team della campagna negano l’utilizzo di segnali acustici o la diffusione di notizie false .

La disinformazione è diffusa su Facebook , che conta l’Indonesia come il suo terzo mercato più grande a livello mondiale con una stima di 130 milioni di account, così come i suoi affiliati Instagram e WhatsApp e il servizio rivale Twitter.

Le aziende dicono che stanno lavorando con il governo e stanno combattendo contenuti falsi.

ROTTURA, OLOGRAMMI PER VINCERE IL VOTO DEI GIOVANI

Le persone tra i 17 ei 35 anni rappresentano oltre un terzo dell’elettorato. Sia Widodo che Prabowo hanno intensificato gli sforzi per attirarli, distribuendo tutto da ologrammi, campagne di messaggi a fumetti e breakdance .

PUSHING THE ENVELOPE IN POLITICS MONEY INDONESIA

L’Indonesia ha alcune delle peggiori politiche monetarie nel Sud-Est asiatico, secondo i ricercatori. Dispense di denaro e doni, sostenitori di anti-innesti e politici dicono che portano alla corruzione dilagante mentre i candidati vincenti recuperano le spese elettorali e altro ancora, una volta eletti.

Le buste, solitamente piene di denaro che vanno da 20.000 a 100.000 rupie ($ 1.42 a $ 7.08), vengono comunemente distribuite agli elettori. Anche se piccole quantità, il costo complessivo può essere enorme su una campagna di sei mesi.

Secondo l’ex vice capo della Commissione per l’eradicazione della corruzione, il tasso corrente per una corsa seria per uno dei 560 seggi nella legislatura nazionale è di circa 10 miliardi di rupie, ovvero $ 708.000.

Presentazione (4 immagini)

OLIO DI PALMA AGLI IMPIANTI DI AUTO-SUFFICIENZA CENTRALE A ENERGIA

Entrambi i candidati si sono impegnati a raggiungere l’autosufficienza energetica promuovendo l’uso della bioenergia, in particolare dell’olio di palma. L’Indonesia si oppone a un piano dell’Unione europea per frenare l’uso dell’olio di palma sulle preoccupazioni relative alla deforestazione.

Montaggio di Karishma Singh, Robert Birsel

Fonte immagine: https://morguefile.com/ (https://morguefile.com/)

Luigi Salmone

Luigi Salmone

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *