Ecco come è apparso Costco quando è stato aperto nel 1983 e l'iscrizione annuale è stata di $ 25

  • Costco ha aperto il suo primo magazzino a Seattle nel 1983. Prima c’era il Price Club, aperto nel 1976.
  • I due negozi big-box si sono fusi nel 1993 e sono diventati PriceCostco.
  • Guarda il video qui sopra per vedere com’era Costco 40 anni fa.
  • Visita BusinessInsider.com per altre storie.
< p class = ""> Segue una trascrizione del video.

Narratore: Costco è uno dei più famosi negozi big-box negli Stati Uniti. È noto per la vendita di tutto alla rinfusa, dalla carta igienica ai frutti di mare.

Jerry Seinfeld: Guarda questa lattina di tonno.

Narratore: Sebbene il grossista solo per i membri aperto per la prima volta nel 1983, i negozi di oggi non sembrano molto diversi da quasi 40 anni fa .

Prima dell’apertura del primo magazzino Costco, c’era il Price Club, aperto nel 1976.

Il primo luogo era in un hangar di aeroplani convertito a San Diego, California. A quel tempo, serviva solo alle piccole imprese.

Il suo vice presidente esecutivo di merchandising, distribuzione e marketing, Jim Sinegal, ha avuto un ruolo importante nel suo successo iniziale.

Dopo aver lasciato Price Club, Sinegal e Jeff Brotman hanno lavorato insieme per co-fondare Costco Wholesale, che in pratica hanno modellato su Price Club.

Il primo negozio all’ingrosso Costco aperto nel 1983 a Seattle. L’iscrizione annuale al club era di soli $ 25 al momento. Aggiustato per l’inflazione, oggi è la stessa quota annuale.

I negozi si espandono rapidamente nel Pacifico nord-occidentale. 200.000 persone hanno aderito alla Costco alla fine del 1984 e un altro anno dopo, la società ha presentato una domanda di IPO. Ben presto divenne una società da $ 1 miliardo.

Dieci anni dopo l’apertura del primo negozio Costco, Price Club e Costco si sono fusi per formare PriceCostco.

Nel 1997, PriceCostco cambiò il suo nome in Costco Companies, Inc. Oggi, passa da Costco Wholesale Corporation – o come la maggior parte della gente lo conosce, solo Costco.

Image Source: https: // morguefile. it / (https://morguefile.com/)

Sofia Bianchi

Sofia Bianchi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *