Donald Trump ha appena ottenuto il suo primo importante sfidante per la nomination dei repubblicani del 2020

Bill Weld. Foto AP / Michael Dwyer

  • L’ex governatore del Massachusetts Bill Weld ha annunciato che sfiderà il presidente Donald Trump nelle primarie repubblicane del 2020.
  • Weld era stato in tournée in molti stati con un comitato esplorativo.
  • Nel 2016, Weld è stato nominato vicepresidente del partito libertario con il suo compagno di viaggio, l’ex governatore del New Mexico Gary Johnson.
  • Visita BusinessInsider.com per altre storie.

L’ex governatore del Massachusetts Bill Weld ha annunciato lunedì che sfiderà il presidente Donald Trump nelle primarie repubblicane del 2020.

Weld diventa ufficialmente il primo serio sfidante della campagna di rielezione di Trump, che ha aumentato lo staff e raccolto ingenti somme di donazioni negli ultimi mesi.

Per saperne di più: nessun presidente seduto è sopravvissuto a una seria sfida primaria negli ultimi 50 anni. Ecco perché Trump dovrebbe essere preoccupato.

“La nostra è una nazione fondata sul coraggio, la resilienza e l’indipendenza: in questi tempi di grandi lotte politiche, quando entrambi i partiti maggiori sono trincerati nella loro battaglia per vincere a tutti i costi, le voci del popolo americano vengono ignorate e la nostra nazione sta soffrendo “, ha detto Weld in una dichiarazione lunedì.

“È tempo che uomini e donne patriottici di tutta la nostra grande nazione sostengano e piantino una bandiera, è tempo di tornare ai principi di Lincoln: l’uguaglianza, la dignità e l’opportunità per tutti. Non esiste una causa più grande sulla terra che preservare ciò che rende veramente grande l’America, sono pronto a condurre quella lotta “.

Subito dopo l’annuncio, Weld si recherà nel New Hampshire per effettuare diverse soste durante questa settimana.

Weld aveva già esplorato una potenziale corsa presidenziale, che aveva annunciato a febbraio.

Nel 2016, Weld ha ricoperto il ruolo di vice presidente presidenziale sul biglietto del partito libertario con l’ex governatore Gary Johnson.

L’ingresso di Weld nella corsa del 2020 potrebbe danneggiare le possibilità di rielezione di Trump. Mentre la campagna Trump ha risorse considerevoli sia in termini di infrastrutture che di finanze, i presidenti di seduta che affrontano gravi sfide primarie spesso perdono nelle elezioni generali.

Tuttavia, la campagna Trump è in posizione privilegiata per affrontare le sfide. La campagna di rielezione del presidente ha annunciato lunedì un massiccio contingente di guerra, avendo raccolto $ 30 milioni da solo nel primo trimestre del 2019 e $ 76,1 milioni in combinazione con la retata del Comitato Nazionale Repubblicano.

Il RNC ha respinto la sfida di Weld in una dichiarazione a INSIDER subito dopo l’annuncio.

“Il presidente Trump gode di un sostegno senza precedenti tra i repubblicani”, ha detto il RNC. “Ha già consegnato una lunga lista di incredibili realizzazioni per i conservatori e il paese: la RNC e il Partito Repubblicano sono fermamente dietro al presidente, ogni tentativo di sfidare la nomina del presidente è destinato ad andare assolutamente da nessuna parte”.

Allo stesso tempo, il campo democratico dei candidati che cercano di disarcionare Trump sta crescendo rapidamente, con 18 legislatori, governatori ed estranei che hanno fatto il loro ingresso in gara.

Fonte immagine: https://www.pexels.com/ (https://www.pexels.com/photo/grayscale-photography-of-buildings-1622505/)

Sofia Bianchi

Sofia Bianchi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *