Disney annuncia il prezzo e la data del nuovo servizio di streaming

BURBANK, California. (Reuters) – Walt Disney Co ha prezzato il suo attesissimo servizio di streaming video sotto Netflix in una mossa aggressiva per sfidare il servizio di streaming dominante e invogliare le famiglie a comprare un altro abbonamento mensile.

FOTO FILE: personaggi Disney Topolino e Minnie Mouse partecipano al 25 ° anniversario di Disneyland Paris nel parco di Marne-la-Vallée, vicino a Parigi, Francia, 12 aprile 2017. REUTERS / Benoit Tessier / File Photo

La Disney ha annunciato oggi che il suo nuovo servizio di streaming per famiglie avrà un costo di $ 7 mensili o $ 70 all’anno con una serie di nuovi e classici programmi TV e film da alcune delle più famose serie di intrattenimento del mondo nel tentativo di sfidare il dominio digitale di Netflix.

L’abbonamento mensile senza pubblicità chiamato Disney + è pronto per il lancio il 12 novembre e in tutti i principali mercati globali nel tempo, ha detto la società. Oltre ai film e agli spettacoli televisivi Disney, sarà caratterizzato dalla programmazione dell’universo dei supereroi Marvel, della galassia “Star Wars”, del creatore “Toy Story” Pixar, dell’animazione del canale National Geographic e dell’intera biblioteca di “The Simpsons”.

“Quello che stiamo proponendo è una strategia aggressiva”, ha detto l’amministratore delegato della Disney Bob Iger agli analisti della presentazione. “Dobbiamo essere molto seri e coinvolti.”

La società ha fissato l’obiettivo di attirare tra 60 milioni e 90 milioni di abbonati e raggiungere la redditività nell’anno fiscale 2024. Prevede di raccogliere poco più di $ 1 miliardo in contanti per finanziare la programmazione originale nel 2020 e circa $ 2 miliardi entro il 2024.

Il costo del servizio era inferiore ai $ 7,50 al mese che gli analisti di Wall Street si aspettavano in media, secondo un sondaggio Reuters, e potrebbe essere visto come un’offerta più forte per attirare più clienti.

Per ottenere di fronte a più persone, la Disney ha dichiarato di aver stretto accordi con Roku Inc e Sony Corp per distribuire Disney + su dispositivi di streaming e console di gioco e si aspetta che sia ampiamente disponibile su televisori intelligenti, tablet e altri punti vendita. Non ha menzionato se sarebbe disponibile sul prossimo servizio video di Apple Inc.

La Disney ha dato il via alla presentazione agli analisti di Wall Street presso il quartier generale di Burbank, in California, il giovedì, con un video che mostra l’ampiezza del suo portfolio, mostrando clip di dozzine di programmi TV e film classici da “Frozen” e “The Lion King” a “Avatar” e “Il suono della musica”.

La trasformazione della Mouse House, come è noto, da una centrale televisiva via cavo in un leader di streaming multimediale potrebbe essere l’eredità finale di Iger, come ha detto agli analisti di Wall Street che non avrebbe esteso il suo contratto oltre il 2021 e stava lavorando con il consiglio di amministrazione su un piano di successione.

CRESCITA GLOBALE

I dirigenti hanno detto di vedere opportunità per portare il loro servizio di video streaming sportivo ESPN + in America Latina e stanno esaminando l’espansione internazionale della sua attività di streaming video Hulu, che offre film e spettacoli rivolti agli adulti.

La Disney prevede inoltre che gli abbonati di Hulu raggiungano dai 40 ai 60 milioni entro il 2024 e raggiungano la redditività negli Stati Uniti nel 2023 o nel 2024. Hulu ha attualmente 25 milioni di abbonati e si prevede che per l’anno fiscale perdi 1,5 miliardi di dollari.

La spinta digitale è la risposta di Disney al cord-cutting, alla caduta del servizio via cavo che ha colpito la rete sportiva ESPN e ad altri canali, e l’ascesa di Netflix Inc. La silicon valley upstart ha accumulato 139 milioni di clienti in tutto il mondo da quando ha iniziato a scorrere 12 anni fa.

Disney entrerà nel mercato in un momento in cui il pubblico si troverà di fronte a una miriade di scelte e bollette mensili per l’intrattenimento digitale. Apple, AT & T Inc WarnerMedia e altri pianificano nuovi servizi di streaming.

Per rafforzare il suo potenziale portafoglio digitale, la Disney ha acquistato di recente beni cinematografici e televisivi dalla 21st Century Fox di Rupert Murdoch e ha acquisito proprietà pregiate come “Avatar”.

La Disney aveva fornito a Netflix nuovi film come “Black Panther” e “Beauty and the Beast” dopo le loro esecuzioni nei cinema, ma quest’anno ha concluso questo accordo per alimentare le proprie ambizioni di streaming. L’azienda ha stimato che questo anno fiscale ha rinunciato a 150 milioni di dollari di entrate in licenza, risparmiando la programmazione per le proprie piattaforme.

Presentazione (3 immagini)

La programmazione di Disney + attingerà in parte dalla vasta libreria Disney di classici film di famiglia. Comprenderà anche contenuti originali esclusivi come una serie di “Star Wars” dal vivo chiamata “The Mandalorian”, uno spettacolo incentrato sul cattivo del film Marvel Loki, e animato “Monsters at Work”, ispirato al film di successo Pixar “Monsters Inc. ”

Alcuni nuovi film Disney, come il remake di “Lady and the Tramp”, andranno direttamente all’app Disney +. Altre nuove uscite appariranno su Disney + dopo la loro corsa nelle sale e dopo essere uscite dalla finestra di vendita dei video domestici, hanno detto i dirigenti.

Segnalazione di Lisa Richwine; Montaggio di Lisa Shumaker e Kenneth Li

Fonte immagine: https://www.pexels.com/ (https://www.pexels.com/photo/architecture-building-california-contemporary-258846/)

Luigi Salmone

Luigi Salmone

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *