Daimler partecipa alla piccola start-up per la tecnologia delle batteri

ALAMEDA / STUTTGART (YF) – La casa automobilistica Daimler (quota Daimler) partecipa a uno specialista statunitense in materiali per batterie. Daimler ha guidato il nuovo round di finanziamento della Sila Nanotechnologies, in cui potrebbero essere raccolti gli start-up di 170 milioni di dollari (circa 150 milioni di euro), ha detto la società statunitense con sede ad Alameda, in California, martedì. Quanti soldi provengono da Daimler, non è noto. Tuttavia, secondo le sue stesse dichiarazioni, la società automobilistica acquisì una partecipazione di minoranza nella start-up e ottenne un seggio nel consiglio di amministrazione. Oltre a Daimler, anche la Siemens ha partecipato a Nano Technologies. Nel complesso, la start-up ha raccolto in diversi round $ 295 milioni (tasso di cambio del dollaro) dagli investitori.

Secondo l’azienda, il materiale di Sila Technologies supera la tradizionale tecnologia agli ioni di litio nella densità di energia. Sostituisce gli elettrodi di grafite convenzionali con i compositi in cui domina il silicio. Ciò consente lo sviluppo di batterie più potenti per le auto elettriche. Il vantaggio: Daimler non ha bisogno né di una nuova tecnologia della batteria, né di nuovi impianti di produzione. Su larga scala, le batterie potrebbero essere prodotte con la nuova tecnologia, ma solo verso la metà del prossimo decennio, ha detto un portavoce di Daimler.

Daimler prevede di lanciare i primi veicoli della sua nuova auto elettrica EQ quest’anno. La casa automobilistica sta investendo circa dieci miliardi di euro nello sviluppo di auto elettriche, Daimler sta investendo un miliardo di euro nello sviluppo della produzione di batterie in tutto il mondo. Di recente, il gruppo ha messo al sicuro le batterie per i prossimi anni per un valore di 20 miliardi di euro. / Ang / DP / jha

Andrea Russo

Andrea Russo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *