Cytora protegge la serie B da 25 milioni di sterline per la sua soluzione assicurativa di assicurazione commerciale basata su AI

Cytora, una startup britannica che aveva sviluppato una soluzione basata su AI per la sottoscrizione di assicurazioni commerciali, ha raccolto 25 milioni di sterline in una serie B. A guidare l’investimento è EQT Ventures, con la partecipazione degli investitori esistenti Cambridge Innovation Capital, Parkwalk e un certo numero di anonimi investitori angelici.

Una spin out dell’Università di Cambridge, Cytora è stata fondata nel 2014 da Richard Hartley, Aeneas Wiener, Joshua Wallace e Andrzej Czapiewski – sebbene sia Wallace che Czapiewski siano partiti da allora.

Il suo primo prodotto è stato lanciato alla fine del 2016 da una serie di grandi clienti assicurativi, con l’obiettivo di applicare l’AI all’assicurazione commerciale supportata da vari dati pubblici e proprietari. Ciò include le caratteristiche di costruzione della proprietà, i dati finanziari della società e le condizioni meteorologiche locali, combinati con i dati sui rischi interni di una compagnia assicurativa.

“La sottoscrizione di assicurazioni commerciali è imprecisa e inefficiente”, afferma il co-fondatore e CEO di Cytora, Richard Hartley. “È inaccurato perché le decisioni di sottoscrizione vengono prese utilizzando informazioni sparse e obsolete. È inefficiente perché il processo di sottoscrizione è così manuale. A differenza dell’acquisto di un’auto o di un’assicurazione di viaggio, che possono essere acquistati in pochi minuti, l’acquisto di un’assicurazione commerciale può richiedere fino a sette giorni. Ciò significa che i costi operativi per gli assicuratori sono estremamente elevati e che l’esperienza del cliente non è buona e porta a una mancanza di fiducia “.

Per illustrare quanto può essere inefficiente l’assicurazione commerciale, Hartley afferma che per ogni sterlina 1 di premio che le imprese pagano agli assicuratori, solo 60 pence vengono accantonati per pagare i crediti totali. L’altro 40 pence evapora come il “costo di attrito della fornitura di assicurazione”.

Basato sull’intelligenza artificiale, Hartley sostiene che Cytora è in grado di distillare il processo di sottoscrizione in sette giorni fino a 30 secondi tramite la sua API. Ciò consente agli assicuratori di sottoscrivere a livello programmatico e creare flussi di lavoro che forniscano decisioni più rapide e accurate.

“Le nostre API sono alimentate da un motore di rischio che apprende i modelli sottili di rischi buoni e negativi nel tempo”, spiega. “Questo offre agli assicuratori una migliore comprensione del rischio sottostante di ogni azienda e li aiuta a stabilire un prezzo più preciso. Beneficiano sia i clienti che gli assicuratori “.

I clienti tipici di Cytora sono assicuratori commerciali che stanno trasformando digitalmente il loro processo di sottoscrizione. Gli utenti del software sono sottoscrittori di compagnie assicurative che sottoscrivono grandi rischi commerciali (ovvero un premio assicurativo medio ~ £ 500k o superiore) o clienti commerciali di compagnie assicurative che acquistano l’assicurazione diretta online con un premio medio di £ 1.000 – £ 5.000 .

“Per quest’ultimo, i nostri clienti hanno costruito quotati

LEGGI DI PIÙ…

Fonte immagine: https://www.pexels.com/ (https://www.pexels.com/photo/business-computer-connection-data-1054397/)

Luigi Salmone

Luigi Salmone

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *