Con Halloween la nuova scadenza Brexit, i legislatori del Regno Unito partono per le vacanz

LONDRA (Reuters) – Dopo che l’Unione europea ha accettato di ritardare la Brexit di sei mesi fino alla fine di ottobre, il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk ha chiesto alla Gran Bretagna: “non sprecare questa volta”. Ore dopo, i legislatori britannici si stanno dirigendo per una settimana di Pasqua più lunga di una settimana.

Le Camere del Parlamento si stagliano a Londra, in Gran Bretagna, il 10 aprile 2019. REUTERS / Gonzalo Fuentes

Con il parlamento in un vicolo cieco alla Brexit, i legislatori hanno affrontato molti lunghi giorni di dibattito e voti a tarda notte negli ultimi mesi, con una pausa di febbraio negli affari parlamentari e la prima settimana delle vacanze di Pasqua già cancellata.

Il mese scorso, il governo ha anche cancellato il venerdì per tenere un terzo voto senza successo sul trattato Brexit del Primo Ministro Theresa May, e alcuni parlamentari hanno persino chiesto che il parlamento si riunisse nei fine settimana fino a quando non si troverà una soluzione per la Brexit.

Esausti membri del parlamento hanno esultato mentre il leader del governo nella Camera dei Comuni, Andrea Leadsom, ha annunciato che a seguito dell’accordo di ritardare la Brexit, il parlamento si sarebbe preso una pausa dalla fine di giovedì fino al 23 aprile.

“Voglio augurare a tutti i membri di questa Assemblea, al loro staff ea tutto il personale della Casa una pausa molto rilassante e una buona Pasqua,” disse, con un ampio sorriso sul volto.

Il leader del Partito laburista all’opposizione, Valerie Vaz, ha stilato una lunga lista di ringraziamenti allo staff parlamentare, dai portieri ai pulitori e ai lavoratori delle poste, alla polizia, per il loro duro lavoro.

“Non una sola persona si è lamentata di lavorare più tempo per permetterci di fare il nostro lavoro e li ringraziamo tutti”, ha detto.

Ma con la continua incertezza sulla via da seguire e May che dice che i legislatori devono “premere su passo” per cercare di trovare un consenso, molti membri del pubblico si sono chiesti se il Parlamento debba prendersi una pausa.

“Non si tratta di andare in vacanza”, ha detto a Sky News l’opposizione del parlamentare laburista Peter Dowd quando gli viene chiesto della rottura. “Sicuramente non andrò in vacanza la prossima settimana. Tornerò al collegio elettorale e svolgerò il lavoro diurno. ”

Il Parlamento di solito ha un’interruzione di sei settimane durante l’estate e quasi un mese di ritardo a fine settembre per la stagione delle conferenze per i partiti politici, il che significa che i parlamentari non saranno in Parlamento per circa la metà del periodo di estensione dell’articolo 50.

“Annullare le ville in Toscana e risolvere questo pasticcio”, ha detto un utente di Twitter, Rob.

Segnalazione di Kylie MacLellan; montaggio di Stephen Addison

Fonte immagine: https://morguefile.com/ (https://morguefile.com/)

Luigi Salmone

Luigi Salmone

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *