Gino Bucchino PD

“Centocinquantamila euro per lasciare il PD”. Ma Bucchino non ci sta

150mila euro, nascosti dietro un “contributo” per le spese elettorali, la rielezione sicura, un posto di riguardo nel gruppo dei “responsabili” come “esponente della sinistra”. Ma il deputato del PD ha rispedito tutto al mittente.

Storie di , che, stando anche alle dichiarazioni del leader dell’UDC, Pier Ferdinando Casini, sono all’ordine del giorno:”Di esempi così ne potrei fare altri 20″, ha dichiarato.

Giuseppe Graziani, esponente di Rifondazione Socialista e facente parte del , avrebbe portato avanti queste offerte “in pieno accordo con il coordinatore del ” con cui “sarebbe stato al telefono fino alle 2 di notte”. Queste le dichiarazioni di Bucchino, che è pronto a consegnare agli inquirenti i riscontri di telefonate e sms ricevuti.

A tali dichiarazioni è arrivata, ovviamente, la smentita di Verdini, che ha definito la notizia data dal parlamentare del PD “totalmente destituita di fondamento”.

Redazione YouFOCUS.TV




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *