Blacklist statunitensi Banche di stato venezuelane dopo l'arresto di Guaido

WASHINGTON / CARACAS (Reuters) – Gli Stati Uniti hanno imposto sanzioni venerdì sulla banca di sviluppo venezuelana, Bandes, un giorno dopo che l’amministrazione Trump ha avvertito che ci sarebbero state conseguenze per l’arresto da parte delle autorità venezuelane dell’aiuto principale del leader dell’opposizione Juan Guaido.

Un uomo si trova fuori dal quartier generale della banca Bandes a Caracas, in Venezuela, il 22 marzo 2019. REUTERS / Carlos Garcia Rawlins

Il Tesoro degli Stati Uniti ha dichiarato che stava schiacciando le sanzioni sul Banco de Desarrollo Economico y Social de Venezuela, comprese le sue filiali in Uruguay e Bolivia. Ha inoltre imposto sanzioni alle banche commerciali venezuelane di proprietà dello stato, tra cui il Banco de Venezuela e il Banco Bicentenario.

In una dichiarazione, il ministero degli Esteri del Venezuela ha detto che “respinge energicamente le misure unilaterali, coercitive, arbitrarie e illegali” prese dall’amministrazione Trump. Ha detto che le sanzioni riguarderebbero milioni di venezuelani e società che usano le banche.

Il capo del Congresso Guaido, che ha invocato la costituzione per assumere la presidenza ad interim a gennaio, ha accusato Bandes di essere utilizzato dal governo del presidente Nicolas Maduro per incanalare denaro al di fuori del Venezuela.

La Casa Bianca ha dichiarato in una dichiarazione che si è impegnata a impedire al governo di Maduro di rubare le risorse del Venezuela e di arrestare coloro che spingono per un cambiamento politico.

Il capo dello staff di Guaido, Roberto Marrero, è stato detenuto in un raid pre-alba giovedì, scatenando i voti di rappresaglie dagli Stati Uniti, che insieme alla maggior parte dei paesi occidentali sostiene Guaido come legittimo leader del Venezuela.

“Gli Stati Uniti non tollereranno l’arresto di attori democratici pacifici, inclusi i membri dell’Assemblea nazionale venezuelana democraticamente eletta e quei venezuelani che lavorano con il presidente ad interim Juan Guaido”, ha detto la Casa Bianca in una dichiarazione.

In un tweet del venerdì sera, Guaido ha detto di essere stato informato che Marrero sarebbe stato trasportato dal carcere in tribunale. Chiese a Marrero di essere liberato, chiamando i giudici che avrebbero ascoltato il suo caso “complice della dittatura”.

Le autorità venezuelane hanno detto oggi che un deposito di armi è stato sequestrato dalla casa di Marrero e l’ha accusato di aver pianificato attacchi contro personalità politiche. Guaido ha detto che le armi erano state piantate da agenti dell’intelligence.

DEBITO CON LA CINA

Il Tesoro degli Stati Uniti ha detto che Maduro ha cercato di spostare $ 1 miliardo dal Venezuela attraverso Banco Bandes Uruguay all’inizio del 2019 quando è stato sottoposto a crescenti pressioni da parte degli Stati Uniti e di altri paesi della regione per dimettersi.

Bandes ha ricevuto miliardi di dollari nell’ultimo decennio dalla China Development Bank, in cambio di petrolio, che il governo venezuelano ha utilizzato per finanziare progetti infrastrutturali.

L’Uruguay è rimasto neutrale sulla crisi politica del Venezuela e ha chiesto il dialogo, mentre Cina, Russia e alleati regionali Cuba hanno appoggiato Maduro.

Ma le sanzioni su Bandes potrebbero mettere alla prova i legami di Pechino con Caracas, dal momento che impedirebbero al Venezuela di ristrutturare il debito da $ 20 miliardi con la Cina, ha detto venerdì il parlamentare dell’opposizione, Angel Alvarado.

“Ciò rende ancora meno probabile che la Cina interverrà per salvare Maduro”, ha scritto Alvarado su Twitter. Guaido ed i suoi alleati hanno ripetutamente sostenuto che la Cina e la Russia hanno maggiori probabilità di riscuotere i loro prestiti in Venezuela con Maduro fuori dal suo incarico.

Presentazione (4 immagini)

Le sanzioni bloccano i beni appartenenti alle banche e alle sussidiarie e impediscono ai cittadini statunitensi di intrattenere rapporti con loro. Seguono una serie di altre sanzioni imposte dall’amministrazione del presidente degli Stati Uniti Donald Trump negli ultimi mesi contro Maduro, alti funzionari governativi e la compagnia petrolifera statale PDVSA.

Il consigliere per la sicurezza nazionale di Trump, John Bolton, ha scritto su Twitter ieri: “BANDES Bank è nel settore finanziario del Venezuela che cosa PDVSA è per il suo settore petrolifero. Questa azione influenzerà seriamente qualsiasi tentativo di cambio di valuta da parte di Maduro e dei suoi amici che vanno avanti. Non testare la risoluzione di questa amministrazione. ”

Ha affermato che Visa, Mastercard e American Express non potranno più agevolare le transazioni che coinvolgono le banche commerciali inserite in una lista nera, a partire da marzo 2020. Ciò complicherebbe gli acquisti di base in un paese colpito dall’iperinflazione e da un sesto anno di contrazione economica.

Resoconto di Lesley Wroughton, relazioni aggiuntive di Angus Berwick e Luc Cohen a Caracas, Montaggio di Rosalba O’Brien

Fonte immagine: %% image_source_website %% (%% image_source_url %%)

Luigi Salmone

Luigi Salmone

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *