Bitcoin Sextortion: Kansas Police avverte di Bizarre Crypto Scam

CCN: La polizia nella piccola città di Norton, nel Kansas, ha pubblicato un bollettino sul loro sito web ieri mattina spingendo i seguaci a non cadere per una bizzarra truffa di sestorsione Bitcoin.

Attacco di Spear-Phishing Colpisce gli individui con abitudini porno segrete

In questa versione di un classico attacco di spear-phishing, lo scammer invia una e-mail alla vittima e dice loro che hanno una registrazione della vittima che si compiace di lui – completa con il contenuto che stavano guardando in quel momento.

Dicono che hanno compromesso la rubrica della persona e condivideranno il video con tutti quelli che conoscono se non pagano $ 800 in Bitcoin. Istruiscono la vittima a Google sul processo di acquisto di Bitcoin e li incoraggiano a utilizzare il portafoglio BitPay.

Il numero di persone che guardano la pornografia supera di gran lunga il numero di persone che non lo fanno. I siti porno sono tra i maggiori trafficati al mondo. I siti principali come xHamster e PornHub sono generalmente privi di malvertising, in quanto non ne beneficiano gli scandali che si evolvono dalle loro pagine. Tuttavia, migliaia di siti rubano il contenuto da questi siti, o servono altro materiale rubato o addirittura offrono contenuti originali e non si preoccupano di pubblicare pubblicità dannosa. Il malvertising è una preoccupazione chiave per quanto riguarda la visualizzazione di contenuti privati, ed è per questo che la truffa in questa storia potrebbe essere basata nella realtà.

Non cadere per questa truffa di cifratura di Sextortion

Il truffatore, in questo caso, è lo spear-phishing. Hanno ottenuto l’indirizzo e-mail dell’utente in un modo o nell’altro. Probabilmente non hanno idea se la persona abbia mai visto la pornografia su un particolare dispositivo o meno. Il lavoro di compromettere una singola persona e archiviare tutti i loro dettagli vale probabilmente più di $ 800. Richiede un certo grado di concentrazione, determinazione e adattamento alla vittima.

Il messaggio e-mail ha tutti i segni di spear-phishing. Per uno, è vago – sei colpevole di visitare un sito porno a caso. Per un altro, si presuppone che i tuoi contatti siano memorizzati sul tuo computer. Suppone anche che tu usi il tuo computer per visitare siti porno, che è sempre meno comune. L’utilizzo del computer, in generale, è in calo, mentre l’utilizzo dei dispositivi mobili è alle stelle e le probabilità che la persona che legge l’e-mail lo abbia ricevuto sul proprio dispositivo mobile è alta.

La truffa rende queste ipotesi perché il tipo di persona che farebbe tutto quanto sopra, e usare internet senza un certo grado di sicurezza, è anche il tipo di persona che probabilmente pagherebbe il riscatto.

L’obiettivo ideale per questo tipo di truffa è un uomo sposato di classe media con scarse informazioni sulla tecnologia che preferirebbe che sua moglie e gli associati non conoscessero la sua abitudine pornografica. Questo uomo probabilmente frequenta la chiesa e può permettersi di perdere $ 800. Il problema principale della vittima ideale sarebbe acquisire gli $ 800 in Bitcoin.

Truffe non censurabili: il lato oscuro dell’adozione di Bitcoin

Questa truffa sextortion Bitcoin è un esempio del lato oscuro dell’adozione blockchain. | Fonte: Shutterstock

A questo punto, non ci sono metriche su quante persone siano state “on-boarded” a Bitcoin contro la loro volontà attraverso l’uso di ransomware e truffe. È il lato oscuro della blockchain che le persone non discutono molto spesso.

Ma la truffa potrebbe essere una realtà, data la prevalenza del malvertising e della pornografia. Tuttavia, se l’hacker ha accesso alle credenziali di qualcuno, perché non rubare i soldi dal proprio conto bancario o da PayPal? Perché passare attraverso il problema di farli pagare da Bitcoin?

L’hacker promette di rispettare un “codice di condotta hacker”: una volta pagato, ha finito con te dal momento che non sei la loro unica vittima. L’hacker fornisce un indirizzo Bitcoin di 15bcHG2o9sByaKf9HbdWC8idq4nBocTXSs, un indirizzo che finora non ha ricevuto nulla.

Abbiamo preso in considerazione l’invio dell’indirizzo a un piccolo numero di satoshis per renderlo popolare su WalletExplorer.com, ma dal momento che quel database non è online, ci vorrebbe troppo tempo per aggiornarlo e includerlo in questa storia. Questo è un modo per determinare altri indirizzi associati al truffatore, per la cronaca.

Circa l’autore

PH Madore

PH Madore ha scritto per CCN dal 2014 ed è attualmente responsabile di Crypto. Si prega di inviare suggerimenti di ultime notizie o richieste di investigazione a [email protected] Il suo sito web è http://phm.link

LEGGI DI PIÙ…

Fonte immagine: https://morguefile.com/ (https://morguefile.com/)

Andrea Russo

Andrea Russo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *