Apple assume A & E Molly Thompson come responsabile dei documentari

Oltre a una linea crescente di tariffe scritte, i documentari costituiranno un’altra priorità per Apple TV +, il nuovo servizio di streaming della società che verrà lanciato a maggio. Secondo un nuovo rapporto di Variety, Apple ha assunto A & E Molly Thompson come responsabile dei documentari.

L’esperienza di Thompson in A & E comprende la fondazione del suo braccio di produzione di documentari, A & E IndieFilms, nel 2005. Mentre lì, molti dei suoi film hanno ottenuto le nomination agli Emmy, tra cui “Vita, Animato”, “Cartel Land”, “Jesus Camp” e “Murderball”. ”

“Cartel Land”, “Life, Animated” e “The Tillman Story”, combinati, hanno continuato a conquistare una mezza dozzina di Emmy, insieme ad altri premi del settore.

Thompson ha anche prodotto esecutivi: “The Clinton Affair”, “Watergate” di Charles Ferguson, “Studio 54”, “City of Ghosts”, “The Imposter”, “Drunk Stoned Brilliant Dead: The Story of the National Lampoon”, ” The Unknown Known: The Life and Times di Donald Rumsfeld, “” No Place on Earth “,” Cave of Forgotten Dreams “e” Being Evel “- alcuni dei quali erano inclusi nel banner di A & E’s History Films.

Per la Lifetime Films, ha prodotto due elementi narrativi: “Lila & Eve”, interpretato da Viola Davis e Jennifer Lopez e presentato al Toronto International Film Festival 2016; più “Paris Can Wait” di Eleanor Coppola con Diane Lane e Alec Baldwin.

Le assunzioni di Thompson indicano l’interesse di Apple nel portare contenuti che piacciano a coloro che non guardano regolarmente la TV tradizionale, ma preferiscono trasmettere più contenuti educativi – come film documentari e docu-series, biografie, spettacoli con focus storico e altri non -fiction. Inoltre, i documentari avrebbero dato ad Apple un modo per competere presto per l’attenzione degli Emmy, anche se le sue serie di sceneggiature non riescono a ottenere lodi critiche.

I documentari rappresentano anche un altro mezzo per competere direttamente con Netflix, dove il formato è diventato un’enorme attrazione per gli abbonati, a volte persino lo zeitgeist-y. Oggi Netflix ha una gamma di documentari che quasi tutti hanno visto, o almeno hanno sentito, come “Fare un assassino”, “Wild Wild Country”, “13th”, “Amanda Knox”, “Fyre”, “Amy”, e tanti altri. Questo mese avrà un altro successo in questo genere, con il documentario su Coachella di Beyoncé, in uscita il 17 aprile.

Apple ha già annunciato alcuni dei suoi sforzi documentari per Apple TV +, tra cui la docu-serie di Oprah, una delle quali è co-prodotta con Prince Harry; così come una serie di docu su case straordinarie; e Victoria Stone e il documentario di Mark Deeble su una matriarca di elefanti, “The Elephant Queen”. Quest’ultimo, che Apple ha raccolto al Toronto International Film Festival, è stato uno dei primi acquisti di lungometraggi.

Credito immagine: IMDb

LEGGI DI PIÙ…

Fonte immagine: https://morguefile.com/ (https://morguefile.com/)

Luigi Salmone

Luigi Salmone

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *