Almeno 290 persone sono state uccise negli attentati dello Sri Lanka a chiese e hotel e ancora non sappiamo chi sia stato

Un parente di una vittima dell’esplosione al Santuario di Sant’Antonio, chiesa Kochchikade, reagisce all’obitorio della polizia a Colombo, in Sri Lanka, il 21 aprile 2019. REUTERS / Dinuka Liyanawatte

  • Almeno 290 persone sono morte e altre 500 sono rimaste ferite dopo che otto bombe sono esplose ieri in chiese e hotel nello Sri Lanka.
  • I cittadini dello Sri Lanka hanno rappresentato la maggior parte dei morti, ma i funzionari governativi hanno detto che 35 stranieri sono stati uccisi negli attacchi, compresi cittadini statunitensi, britannici, indiani, turchi, cinesi, olandesi, danesi e portoghesi.
  • La polizia ha arrestato 24 persone, ma non si sa ancora chi fosse il responsabile degli attacchi.
  • Le chiese furono bombardate mentre i fedeli assistevano al servizio di Pasqua, mentre gli alberghi presi di mira erano tra i più lussuosi del paese.

Il bilancio delle vittime in Sri Lanka è salito a 290 dopo che otto bombe sono esplose nelle chiese e negli alberghi di tutto il paese la domenica di Pasqua, nelle violenze più letali da quando la sua guerra civile si è conclusa nel 2009.

Non è chiaro chi sia stato il responsabile degli attacchi, che ha ferito altre 500 persone. Almeno 35 stranieri sono morti. L’Alto Commissario dello Sri Lanka nel Regno Unito, Manisha Gunasekera, ha dichiarato alla BBC che almeno otto cittadini britannici sono morti. Insider ha riferito domenica che sono stati uccisi anche due cittadini statunitensi.

La polizia ha detto oggi che 24 persone dello Sri Lanka sono state arrestate.

Le autorità hanno anche revocato il coprifuoco imposto durante la notte in tutta l’isola. C’è ancora un blocco su Facebook, WhatsApp e altri social media per prevenire la diffusione di disinformazione.

Quello che è successo?

Secondo la BBC, le esplosioni iniziali sono state segnalate dalle 08.45 ora locale (03.15 GMT) di domenica, con sei esplosioni in atto in tutto il paese in rapida successione.

Gli esplosivi sono andati in tre chiese a Kochchikade, Negombo e Batticaloa, mentre i fedeli hanno assistito ai servizi di Pasqua.

Ci furono ulteriori esplosioni in lussuosi hotel nella capitale dello Sri Lanka, Colombo: The Shangri La, Cinnamon Grand e Kingsbury.

La polizia ha effettuato incursioni presso gli indirizzi di Dematagoda e Dehiwala, a Colombo e dintorni, con esplosioni che hanno avuto luogo in entrambi e uccidendo tre ufficiali.

Una nona bomba è stata disinnescata all’aeroporto di Colombo. Un portavoce dell’Aeronautica ha detto all’AFP che il marchingegno era “fatto in casa”, descrivendolo come “una bomba da pipa lunga sei piedi che è stata trovata sul ciglio della strada”.

La maggior parte dei morti sono cittadini dello Sri Lanka, e le autorità dello Sri Lanka non hanno fornito dettagli su quali siano gli attacchi più mortali, né chi potrebbe essere stato responsabile.

Il ministro delle riforme economiche e delle riforme pubbliche, Harsha da Silva, ha detto che 102 cattolici sono morti a St Sebastian’s a Katuwapitiya, Negombo.

Le parole non possono descrivere il dolore qui a St. Sebastian’s, Katuwapitiya. 102 innocenti cattolici hanno perso la vita; un funerale di massa. @sajithpremadasa e io ci siamo recati per assicurarci che tutte le spese funerarie fossero prese in carico, che l’indennizzo pagato, la chiesa rinnovata; il minimo che possiamo fare al momento. pic.twitter.com/BV6aPuGpFI

– Harsha de Silva (@HarshadeSilvaMP), 22 aprile 2019

Il ministro della difesa dello Sri Lanka, Ruwan Wijewardene, ha suggerito che i colpevoli fossero estremisti religiosi e probabili attentatori suicidi.

Il primo ministro Ranil Wickremesing ha detto che i servizi di sicurezza erano a conoscenza di un possibile attacco fino a 10 giorni prima che avvenisse, ma che i ministri non erano stati informati.

Secondo la Reuters, ci sono timori che le bombe possano provocare disordini più ampi. Mentre gli attacchi della domenica sembravano essere mirati ai cristiani, la polizia ha anche riferito in ritardo di un attacco con una bomba a benzina in una moschea e di attacchi dolosi a due negozi di proprietà musulmana.

Tom Murray ha contribuito a questo rapporto.

Den Originalartikel gibt es auf INSIDER. Segui INSIDER su Facebook. Copyright 2019. Und ihr könnt INSIDER su Twitter folgen.

Fonte immagine: https://www.pexels.com/ (https://www.pexels.com/photo/photography-of-person-walking-on-road-1236701/)

Sofia Bianchi

Sofia Bianchi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *